Blog Archive

Monday, December 9, 2019

Il nome della rosa dal mio punto di vista / The name of the rose from my point of view


Carissimi lettori,
Oggi ritorno con una recensione di libro. Il libro di cui voglio parlarvi oggi è Il nome della rosa, un libro famoso che ha ispirato anche un film altrettanto famoso con Sean Connery nei panni di Guglielmo, il personaggio principale. Cerco di strutturare nella mia testa questa recensione da parecchio tempo ma non è facile parlare di un libro di Umberto Eco. Questo libro è un libro magistrale, un monumento della letteratura universale dove ogni parola è nel posto giusto con uno scopo preciso. Non è un libro facile da leggere per via delle sue 500 pagine, per le frasi in latino, tedesco e francese, per l'importante contenuto storico e per il vocabolario fedele all'epoca. 
In sostanza il romanzo si presenta come un giallo storico ma è carico di contenuto filosofico, religioso e artistico. Il romanzo inizia con la storia di un manoscritto ritrovato che narra la storia di una serie di assassini apparentemente inspiegabili in un piccolo monastero benedettino del Piemonte popolato da personaggi eccentrici, segreti e misteri dolorosi. Al centro della vicenda abbiamo la biblioteca come punto focale per risolvere il mistero dei crimini che però è l'unico posto inaccessibile ai nostri monaci investigatori. 
I personaggi chiave di questo romanzo sono il monaco francescano inglese Guglielmo da Baskerville, il suo allievo Adso da Melk che racconta la storia nel suo manoscritto, Abbone da Fossanova, abate del monastero, Malachia da Hildesheim, l'intransigente bibliotecario che custodisce i suoi libri come un prezioso tesoro, Jorge da Burgos, monaco anziano e cieco e grande conoscitore dei segreti del monastero, l'erborista Severino, Salvatore e Remigio due monaci ex-dolciniani e infine l'intransigente, crudele e arrogante inquisitore dell'ordine domenicano, Bernardo Gui. Parlando di Bernardo Gui, anche se il suo ruolo nel risolvere i delitti è praticamente inesistente, questo personaggio è fondamentale nell'illustrare il tormento religioso dell'epoca. Confesso di non conoscere molto la storia della chiesa cattolica e leggendo questo libro ho avuto subito il desiderio di sapere di più. 
Le considerazioni teologiche e filosofiche elencate in questo libro sono allo stesso tempo illuminanti e terrificanti, innovative e ottuse. Il filo centrale che anima le discussioni e le divergenze dei nostri personaggi è la passione, il fervore e la convinzione cieca di essere nel giusto. 
Umberto Eco ha costruito in questo romanzo un universo molto ricco, intricato, realizzato su diversi piani di lettura e riflessione. Questo romanzo è un buon giallo, un buon romanzo storico, un buon libro filosofico e un buon trattato sulle religioni. Non intendo fare uno spoiler e indicarvi o suggerire il finale perché chiunque intenda leggere questo libro, merita di vivere l'intensità di un finale epico. 
Consiglio questo libro per la precisione delle informazioni storiche, il grande lavoro di documentazione, la qualità dei dialoghi, i personaggi unici, singolari e affascinanti, le descrizioni accurate e le riflessioni filosofiche. 
Come conclusione voglio solo dire che leggere questo libro è stata una delle decisioni più vissute della mia vita, mi ha arricchito culturalmente e personalmente ad un livello che non sarà facilmente raggiungibile nel futuro. 


ENGLISH

Dear readers,
Today I'm back with a book review. The book I want to talk to you about today is The Name of the Rose, a famous book that also inspired an equally famous film with Sean Connery as William, the main character. I've been trying to structure this review in my mind for a long time but it's not easy to talk about a book by Umberto Eco
This book is a masterful book, a monument of universal literature where every word is in the right place with a specific purpose. It is not an easy book to read because of its 500 pages, for the sentences in Latin, German and French, for the important historical content and for the vocabulary faithful to the period in question. In essence, the novel appears as a historical mystery book but is enriched with philosophical, religious and artistic content
The novel begins with the story of a rediscovered manuscript that tells the story of a series of seemingly inexplicable assassins in a small Benedictine monastery in Piedmont populated by eccentric characters, secrets and painful mysteries. At the center of the story we have the library as a focal point for solving the mystery of the crimes which is the only place inaccessible to our investigating monks. 
The key characters in this novel are the English Franciscan monk William of Baskerville, his pupil Adso da Melk who tells the story in his manuscript, Abbone da Fossanova, abbot of the monastery, Malachy of Hildesheim, the intransigent librarian who guards his books like a precious treasure, Jorge da Burgos, an elderly and blind monk and a great connoisseur of the secrets of the monastery, the herbalist Severino, Salvatore and Remigio, two ex-Dolcinian monks and finally the intransigent, cruel and arrogant inquisitor of the Dominican order, Bernardo Gui. Speaking of Bernardo Gui, although his role in solving crimes is practically non-existent, this character is fundamental in illustrating the religious torment of the time. I confess that I don't know much about the history of the Catholic Church and, reading this book, I immediately wanted to know more. 
The theological and philosophical considerations listed in this book are both illuminating and terrifying, innovative and witless. The central thread that animates the discussions and the differences of our characters is the passion, the fervor and the blind conviction of being right.
In this novel Umberto Eco has constructed a very rare, intricate universe, realized on different levels of reading and reflection. This novel is a good thriller, a good historical novel, a good philosophical book and a good treaty on religions. I do not intend to spoil and show or suggest the ending because anyone who intends to read this book deserves to experience the intensity of an epic finale.
I recommend this book for the accuracy of historical information, the great work of documentation, the quality of the dialogues, the unique, singular and fascinating characters, the accurate descriptions and the philosophical reflections.
As a conclusion I just want to say that reading this book was one of the most lived decisions of my life, it enriched me culturally and personally at a level that will not be easily reachable again in future.











Disclaimer e premesse / Disclaimer and premises
IT:Questo post non ha scopi commerciali e non incoraggia vendite, denominazioni, immagini ed eventuali link presenti sono solo a scopo informativo. Le immagini ritraggono un prodotto acquistato regolarmente che ho valutato in quanto consumatore e lettore. Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, vi chiedo cortesemente di menzionare la fonte.
ENG: This post has no commercial purposes and does not encourage sales, names, pictures and eventual links are present only for an informative purpose. The images depict a regularly purchased product that I have evaluated as a consumer and reader.This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.

48 comments:

  1. Cara Flo, solo il titolo incuriosisce credo che sia un libro veramente da leggere...
    Ciao e buona settimana con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    ReplyDelete
  2. Ammetto che questo è un libro che devo ancora leggere, nel senso mi sono detta prima o poi ma sembra più poi che prima....ma dopo questa recensione lo inserirò nella lista libri per il 2020:D

    ReplyDelete
  3. Nu cunoșteam această novela ! Arată minunat! 💟💟💟 O zi frumoasă! 🎄🎄🎄

    ReplyDelete
    Replies
    1. E un roman care trebuie citit macar o data in viata.

      Delete
  4. Ciekawie pani przedstawiła treść książki. Pewnie gdybym umiała czytać szybko tę pozycję bym wzięła do ręki ale ja nie umiem czytać i ...sporo mnie omija ale nie tylko to jest poza mną.

    ReplyDelete
    Replies
    1. My book reviews area little bit long and I can imagine that translating and reading a translated post can be a little bit difficult. and annoying.

      Delete
  5. I read this book when I was a teenager and still remember the mood of this book so well! Therefore, I'm happy to see your review about this book here!
    xx Rena
    www.dressedwithsoul.com

    ReplyDelete
  6. Ho visto il film, ma il libro mai letto....

    ReplyDelete
  7. Nice review! I have not read this book yet, this book is fascinating!

    ReplyDelete
  8. I haven't read that book, have seen only movie. It's on my reading wish list, sounds really interesting for me.
    Thank you for this review!

    ReplyDelete
    Replies
    1. I haven't seen the movie but now that I have read the book, I will certainly see the movie too.

      Delete
  9. Molto interessante questa tua recensione. Ovviamente, ho letto sia il libro che visto il film. Ma sono passati anni, ricordo pochissimo. ^_^

    www.ellagai.com

    ReplyDelete
    Replies
    1. Prima di tutto grazie per la visita e per il commento, è un vero piacere averti fra i miei lettori. Concordo che purtroppo dopo un certo periodo, i ricordi svaniscono o diventano sfocati e in questi casi la soluzione credo sia rileggere e riguardare...

      Delete
  10. Io si può dire che l'abbia letto in due rate, la prima volta lo iniziai al liceo perchè ce lo avevano inserito nell'elenco dei libri da leggere durante le vacanze estive e sinceramente l'ho odiato: lo trovai lungo, difficile e noioso, tanto che ne lessi nemmeno un centinaio di pagine e poi lasciai perdere ( ma come immaginarai a 17 anni, d'estate avevo altro per la testa che leggere di monaci).
    Poi lo ritrovai qualche anno fa per puro caso e, dato che in quel momento non avevo iniziato nessun altro libro gli diedi un'occhiata tanto per vedere se mi ricordavo qualcosa, e allora mi prese molto!
    E devo dire che è stata anche una lettura estremamente interessante, decisamente tra i libri migliori che abbia mai letto! Conocordo in pieno con le tue impressioni!
    Baci!
    S
    https://s-fashion-avenue.blogspot.com

    ReplyDelete
    Replies
    1. Cara Silvia, io ho vissuto un'esperienza simile con Rosso e Nero di Stendhall... e non l'ho ancora ripreso perché ho paura di sprecare il tempo inutilmente, quindi ti capisco benissimo!

      Delete
  11. The name of the rose is one of my favorite book of all time. Stunning book.

    New Post - http://www.exclusivebeautydiary.com/2019/12/claigio-led-magic-eye-patch_10.html

    ReplyDelete
    Replies
    1. I am glad to know that, it is an amazing book.

      Delete
  12. Un classico, interessante come pochi. Da leggere e rileggere... a me succede sempre: nella seconda lettura i libri mi prendono sempre di più e riesco a cogliere sfumature più profonde.
    Kisses, Paola.

    Expressyourself

    ReplyDelete
    Replies
    1. Molto vero, penso che capiti a tutti, io ho libri che ho letto anche 7 volte nella vita e se li dovessi rileggere adesso mi prenderebbero lo stesso.

      Delete
  13. è uno dei miei romanzi preferiti! :)

    https://julesonthemoon.com/

    ReplyDelete

  14. Z Panią mam czasem marzenia całkiem prywatne. Maluję sobie obraz jakiego nie ma. Fakty tworzę , które nie istnieją. W chmurę się zanurzam w której jak niewidoma poruszać się mogę. Udaję przed samą sobą ,że ktoś jest dla mnie chociaż nie jest dla mnie w najmniejszym znaczeniu. Takie malowanie marzeniami. Takie marzeniami malowanie. Proszę mi powiedzieć gdy będę nietaktowana, niegrzeczna, sprawię może przykrość, pójdę sobie natychmiast.

    ReplyDelete
  15. very interesting book review. There is a strong moral message, about living everyday life well...Work life balance

    ReplyDelete
    Replies
    1. It really has a strong message and I guess each person can interpret it in a personal way.

      Delete
  16. es un post genial y tus fotos son realmente preciosas

    ReplyDelete
    Replies
    1. Thank you very much for sharing your thoughts with us.

      Delete
  17. I read this book a long time ago and I watch the film 2 times.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Wow, I haven't yet seen the movie, I need to make up fot it.

      Delete
  18. O carte minunata! Mulțumesc pentru vizită! Crăciun fericit , poate nu mai trec pe aici până atunci! 🎄🎅🦌☃️💚

    ReplyDelete
    Replies
    1. Multumesc pentru vizita si urari draga Carolina.

      Delete
  19. Letto per scelta resta una delle letture migliori

    ReplyDelete

Thank you for your visit! If you wish to leave a comment I would be very happy to know your thoughts. DO NOT leave links, I will delete when possible. By comenting you agree to the Privacy Policy of this blog, linked above. Every user is responsible for his/her words, however comments incouraging agression, bullying or bad conduct are not welcomed. I inform you that according to the new GDRP, the information you provide on your comments are visible to all my blog readers and visitors. It also might be available on Google and all other platforms where sharing is possible. By posting a comment on my blog you agree to the visibility and sharing of your informations through these methods. I also inform you that the moderation of the comments is activated for this blog. For more info about how your informations are treated please consult the privacy and cookie policy of this blog. You can comment using your Google account, name and URL or as anonymous. The blog administrator won't use or sell your infromations to third parties.