Blog Archive

Sunday, June 27, 2021

Mezze penne rigate vegetariane / Delicious vegetarian pasta / Reteta vegetariana de paste

 


Ciao carissimi amici e lettori,

Oggi ritorno con un post gastronomico e visto che ho tanti lettori e amici vegetariani su questo blog, ho finalmente realizzato e scritto un post vegetariano. Confesso che succede abbastanza spesso di mangiare vegetariano a casa nostra, soprattutto durante la settimana, ma visto che in quei momenti ho poco tempo, non riesco mai a fare le foto, almeno non una sessione completa che possa illustrare la ricetta passo per passo. È infatti il caso di questa ricetta e per questo motivo le foto ritraggono solo il piatto finito.

Ingredienti: (per 2 persone) 220 grammi di penne o mezze penne rigate del marchio che più vi piace, 2 zucchine giovani e fresche, 1 rametto di pomodorini ciliegini (circa 6 – 8 pomodorini), un ciuffo di prezzemolo fresco completo di gambi, parmigiano stagionato da grattugiare, 1 spicchio d’aglio, peperoncino (facoltativo), olio extravergine di oliva, sale

Preparazione: Iniziare facendo bollire una pentola d’acqua sufficientemente capiente da poter adagiare tutta la quantità di pasta. Mentre aspettate che l’acqua bolli, tagliare i pomodorini a metà. Quando l’acqua bolle, aggiungere la pasta e tagliare le zucchine a tocchetti. In una padella riscaldata, aggiungete l’olio d’oliva, i gambi di prezzemolo finemente tritati, lo spicchio d’aglio e il peperoncino intero o in polvere se avete deciso di usarlo. Lasciare che questa composizione insaporisca l’olio, poi aggiungete le zucchine e i pomodorini saltandoli leggermente. Quando la pasta è cotta secondo il vostro gusto, aggiungetela in padella. Tritare finemente il prezzemolo in foglie rimasto e aggiungetelo in padella saltando la composizione per l’ultima volta. Nel caso non amiate il peperoncino ma gradite i piatti leggermente vivaci, potete macinare del pepe fresco. Servite con una spolverata di parmigiano fresco. Buon appetito!

 

ENGLISH

Hello dear friends and blog reader,

Today I return with a gastronomic post and since I have so many vegetarian readers and friends of this blog, I have finally created and written a vegetarian post. I confess that it happens quite often to eat vegetarian at home, especially during the week, but since in those moments I have little time, I can never take pictures, at least not a complete session that can illustrate the recipe step by step. In fact, this is the case with this recipe and for this reason the photos show only the finished dish.

Ingredients: (for 2 people) 220 grams of penne or mezze penne rigate of the brand you like best, 2 young and fresh courgettes, 1 sprig of cherry tomatoes (about 6 - 8 cherry tomatoes), a sprig of fresh parsley complete with stems, aged parmesan to grate, 1 clove of garlic, chilli (optional), extra virgin olive oil, salt

Preparation: Start by boiling a large enough pot of water to be able to lay the whole amount of pasta. In the meantime, while you are waiting for the water to boil, cut the cherry tomatoes in half. When the water boils, add the pasta and cut the courgettes into pieces. In a heated pan, add the olive oil, the finely chopped parsley stalks, the garlic clove and the whole or grindered chilli pepper if you have decided to use it. Allow this composition to flavor the oil, then add the zucchini and cherry tomatoes, sauté them slightly. When the pasta is cooked to your taste, add it to the pan. Finely chop the remaining parsley leaves and add it to the pan, skipping the composition for the last time. In case you don't like chilli but like slightly lively dishes, you can grind some fresh pepper. Serve with a sprinkling of fresh grated Parmesan. Enjoy your meal!


ROMANA

Salutare dragi prieteni si cititori,

Astăzi mă întorc cu o postare gastronomică și, de vreme ce am atât de mulți cititori și prieteni ai acestui blog vegetarieni, am creat și scris în cele din urmă o postare vegetariană. Mărturisesc că se întâmplă destul de des să mancam vegetarian in casa noastra, mai ales în timpul săptămânii, dar in acele momente am puțin timp, nu pot face niciodată poze, cel puțin nu o sesiune completă care să poată ilustra rețeta pas cu pas. De fapt, acesta este si cazul acestei rețete și din acest motiv fotografiile arată doar felul de mâncare in aspectul sau final.

Ingrediente: (pentru 2 persoane) 220 de grame de penne sau mezze penne rigate ale mărcii care vă place cel mai mult, 2 dovlecei tineri și proaspeți, 1 crenguță de roșii cherry (aproximativ 6 - 8 roșii cherry), o legatură de pătrunjel proaspăt complet cu tulpini , parmezan învechiat, 1 cățel de usturoi, ardei iute (opțional), ulei de măsline extravirgin, sare

Preparare: Incepeti prin a fierbe apa intr-o oala suficient de mare pentru a putea pune toată cantitatea de paste. Între timp, cat așteptați să fiarbă apa, taiati roșiile cherry în jumătate. Când apa fierbe, adăugați pastele și tăiați dovleceii în bucăți. Într-o tigaie încălzită, adăugați uleiul de măsline, tulpinile de pătrunjel tocate mărunt, cățelul de usturoi și ardeiul iute întreg sau fragmentat, dacă ați decis să îl folosiți. Lăsați această compoziție să aromeze uleiul, apoi adăugați dovleceii și roșiile cherry, amestecându-le ușor. Când pastele sunt fierte după gust, adăugați-le în tigaie. Tăiați mărunt frunzele de pătrunjel rămase și adăugați-le în tigaie, amalgamand compoziția pentru ultima dată. În cazul în care nu vă place ardeiul iute, dar vă plac mâncărurile ușor picante, puteți măcina niște piper proaspăt. Se servește cu o parmezan proaspăt ras deasupra. Pofta buna!







Premesse/ Premises
IT: Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, vi chiedo cortesemente di menzionare la fonte.
ENG: This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.

Sunday, June 20, 2021

Vecchie pagine, vecchi ricordi / Old pages, old memories



IT: Oggi, al mio risveglio, ho ripreso a sfogliare un libro che avevo letto tante volte e diversi anni fa. Charles Baudelaire è uno dei miei poeti preferiti e lo rileggo con piacere da quando ero adolescente. L'ultima volta che ho preso in mano "I fiori del male" ero in un momento molto bello e sereno della mia vita e rileggere le sue poesie cariche di emozioni, immagini, suoni, mi ha fatto rivivere e ricordare con gioia estatica quei momenti. I bei libri e le belle poesie sono come il vino buono, come le serate tranquille passate vicino ad un caminetto scoppiettante, come il sapore di un frutto esotico assaporato per la prima volta o il suono di un raro istrumento, perché rimangono impresse nella memoria per sempre e ogni volta che ritornano in mente, lo fanno con più vigore, con più intensità come se volessero restarci per sempre. 

ENG: Today, when I woke up, I resumed leafing through a book that I had read many times and several years ago. Charles Baudelaire is one of my favorite poets and I have enjoyed reading him since I was a teenager. The last time I picked up "The flowers of evil" I was in a very beautiful and peaceful moment of my life and rereading his poems full of emotions, images, sounds, made me relive and remember those moments with ecstatic joy. Beautiful books and beautiful poems are like good wine, like quiet evenings spent near a crackling fireplace, like the taste of an exotic fruit savoured for the first time or the sound of a rare instrument, because they remain engraved in the memory forever and every time they come back to mind, they do it with more vigor, with more intensity as if they wanted to stay there forever.





IT: Anche a voi piace rileggere certi libri? Cosa provate quando riprendete a sfogliare vecchie pagine? Leggendo di nuovo quelle parole, rivivete anche i momenti quando li avete letti la prima volta?

ENG: Do you also like to reread certain books? How do you feel when you resume turning over old pages? By reading those words again, do you also relive the moments when you first read them?

Saturday, June 12, 2021

Mousse Sbiancante per i Denti Lanbena - recensione consumatore / Teeth Whitening Mousse Lanbena - consumer review


Ciao carissimi lettori,

Il mio post di oggi riguarda la valutazione e recensione di un prodotto di igiene personale. Come probabilmente vi ricordate, io adoro il marchio Lanbena e ho recensito diversi loro prodotti e maschere viso Qui e Qui ma successivamente ho scoperto che producono diversi altri prodotti. Io ne ho acquistato diversi sieri viso e tanti altri prodotti ma oggi vorrei recensire la Mousse sbiancante per i denti. Questo prodotto può essere utilizzato sia come dentifricio, sia come collutorio.

Informazioni dal produttore: La Teeth Whitening Mousse pulisce le macchie sui denti, rinfresca l’alito, sbianca i denti, rinforza lo smalto dentale e ripara il danno orale. La soffice schiuma penetra ogni angolo della bocca, dissolve le macchie e mantiene una sana igiene orale. La cavità orale viene pulita, rinfrescata e protetta.

Packaging: tubicino leggero e maneggevole dotato di applicatore spray che diffonde la schiuma in modo compatto e ordinato. La confezione contiene 60 ml di prodotto.

Consistenza e colore: il prodotto si presenta nella forma di una schiuma bianca leggera.

Sapore e aroma: fresco, mentolato e floreale molto gradevole

Prezzo: tra 3,18 e 9,92€ cioè tra i 3,91 e 11,87 $ in base a sconti, promozioni e metodi di acquisto

Reperibilità: online, sito dell’azienda, Amazon, Aliexpress, rivenditori autorizzati

P.A.: 12 mesi

Modo d’uso: per utilizzare come dentifricio bisogna agitare bene e spremere la quantità ritenuta necessaria sullo spazzolino e spazzolare i denti e la lingua per 2-3 minuti. Per l’utilizzo come collutorio agitare molto bene e spremere la quantità necessaria direttamente in bocca coprendo i denti e le gengive e facendo gargarismi per circa 15-30 secondi sputando il prodotto alla fine. Attenzione a non deglutire la schiuma.

Produttore: Shenzhen Qianzimei Cosmetics CO. LTD. Progettato in Giappone, prodotto in Cina

INCI


Altre informazioni: non testato sugli animali, in caso di allergie interrompere l’utilizzo e contattare il medico. Accompagnato la bollino di autenticità.

Valutazione personale: Devo dirvi che ho adorato questo prodotto sin dal primo utilizzo perché è molto facile da utilizzare e rinfresca la bocca. La sensazione di pulizia e freschezza dell’alito dura per diverse ore dopo l’utilizzo purché non venga consumato cibo. Nonostante la schiuma non fosse molto densa è comunque molto facile spazzolare i denti utilizzando questo prodotto. Io confesso però di averlo utilizzato più come collutorio perché mi piace molto il sapore e il profumo fresco, mentolato e quasi floreale. La liquirizia si sente benissimo e insieme agli altri estratti ed ingredienti naturali danno un sapore simile a quello dei fiori di acacia (se vi stiate chiedendo come mai conosco il sapore di questi fiori, vi racconto che quando ero piccola mia madre mi preparava le crepés con questi fiori ed erano gustosissime.) Il flacone è molto pratico e per questo motivo lo abbiamo portato con noi nelle vacanze. Non ho avuto modo di verificare se veramente sbianca i denti in quanto non abbiamo fatto un uso costante. Il prezzo è abbastanza alto e per questo motivo non abbiamo comprato più flaconi che ci permettessero un utilizzo più regolare. Per il momento non l’ho riacquistato in quanto il prezzo è abbastanza alto per la tipologia di prodotto e per la quantità ma se nel futuro dovessi trovare delle promozioni interessanti, lo riacquisterò sicuramente.

PRO: pulisce bene i denti, rinfresca l’alito, igienizza la bocca, ha un buon sapore e aroma, è un prodotto travel friendly e non è testato sugli animali

CONTRO: abbastanza costoso per la tipologia di prodotto e la quantità

Conclusione: Consiglio questo prodotto a coloro che cercano un prodotto alternativo per l’igiene della cavità orale, un prodotto innovativo che possa sostituire e riunire diverse tipologie di prodotti.

 

ENGLISH

Hello dear readers,

My post today concerns the evaluation and reviewing of a product for personal hygiene. As you probably remember, I love the Lanbena brand and have reviewed several of their products and face masks HERE and HERE but I later discovered that they make several other products. I bought several face serums and many other products but today I would like to review a teeth whitening mousse. This product can be used both as a toothpaste and as a mouthwash.

Information from the manufacturer: The Teeth Whitening Mousse cleans teeth stains, refreshes the breath, whitens the teeth, strengthens dental enamel and repairs oral damage. The soft foam penetrates every corner of the mouth, dissolves stains and maintains healthy oral hygiene. The oral cavity is cleaned, refreshed and protected.

Packaging: light and handy tube equipped with a spray applicator that spreads the foam in a compact and tidy way. The package contains 60 ml of product.

Texture and color: the product comes under the form of a light white foam.

Flavor and aroma: very pleasant fresh, minty and floral 

Price: between 3.18 and 9.92 € or between 3.91 and 11.87 $ based on discounts, promotions and purchasing methods

Availability: online, company website, Amazon, Aliexpress, authorized resellers

Shelf life: 12 months after first use

How to use: for use as a toothpaste you must shake well and squeeze the amount deemed necessary on the toothbrush and brush the teeth and tongue for 2-3 minutes. For use as a mouthwash, shake very well and squeeze the necessary amount directly into the mouth, covering the teeth and gums and gargle for about 15-30 seconds, spitting out the product at the end. Be careful not to swallow the foam.

Manufacturer: Shenzhen Qianzimei Cosmetics CO. LTD. Designed in Japan, made in China

INCI


Other information: not tested on animals, in case of allergies stop usage and contact your doctor. Accompanied by the stamp of authenticity.

Personal evaluation: I have to tell you that I loved this product from the first usage because it is very easy to use and refreshes the mouth. The feeling of cleanliness and freshness of the breath lasts for several hours after use when not eating. Although the foam was not very dense, it is still very easy to brush your teeth using this product. However, I confess that I have used it more as a mouthwash because I really like the fresh taste and scent, mentholated and almost floral. The licorice is noticeable and together with the other extracts and natural ingredients give a flavor similar to that of acacia flowers (if you are wondering why I know the taste of these flowers, I tell you that when I was little my mother prepared for me pancakes with these flowers and they were very tasty.) The confection is very practical and for this reason we took it with us on holidays. I have not been able to verify if it truly whitens teeth as we have not made constant use. The price is quite high and for this reason we have not bought more bottles to allow us a more regular use. For the moment I have not bought it back as the price is high for the type of product and the quantity, but if I were to find interesting promotions in the future, I will definitely buy it back.

PROS: cleans the teeth well, refreshens the breath, sanitizes the mouth, tastes and smells good, is a travel friendly product and is not tested on animals

CONS: quite expensive for the type of product and quantity

Conclusion: I recommend this product to those looking for an alternative product for oral cavity hygiene, an innovative product that can replace and combine different types of products.








*** Per ulteriori informazioni su merci importati da paesi fuori dall'Unione Europea, potete consultare il sito dell'agenzia delle dogane e monopoli: www.adm.gov.it ***






Disclaimer e premesse / Disclaimer and premises
IT:Questo post non ha scopi commerciali e non incoraggia vendite, denominazioni, immagini ed eventuali link presenti sono solo a scopo informativo. Le immagini ritraggono un prodotto acquistato regolarmente che ho valutato in quanto consumatore. Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, vi chiedo cortesemente di menzionare la fonte.
ENG: This post has no commercial purposes and does not encourage sales, names, pictures and eventual links are present only for an informative purpose. The images depict a regularly purchased product that I have evaluated as a consumer.This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.

Saturday, June 5, 2021

Il tulipano nero di Alexandre Dumas - recensione letteraria / Black tulip by Alexandre Dumas - book review



Ciao carissimi lettori,

L’articolo di oggi è una recensione letteraria, la recensione di classico, opera di un grandissimo scrittore, Alexandre Dumas. Credo che ognuno di voi abbia letto un suo libro o abbia almeno visto la trasposizione cinematografica di uno dei suoi romanzi. Per questo motivo non intendo fare troppi riferimenti biografici però vorrei comunque condividere con voi alcune curiosità. Alexandre Dumas era figlio del generale francese Thomas Alexandre Davy de La Pailleterie, noto in Francia come "generale Dumas", un coraggioso soldato mulatto. Il nonno dello scrittore aveva avuto diversi figli con Marie Cessette, una schiava africana originaria di Haiti chiamata “femme du mas” (la donna della masseria). Quando la donna morì, il nonno dello scrittore, un nobile francese, vendette tutti i propri figli come schiavi, ritornando a riscattare e liberare della schiavitù solo il suo primogenito, il futuro generale e padre dello scrittore Alexandre Dumas. Il generale non conservò il titolo nobiliare e nemmeno il cognome del padre e scelse come cognome l’appellativo attribuito a sua madre, Dumas. Inoltre, in seguito a delle divergenze avute con Napoleone, il generale fu congedato dall’esercito francese e nella via di ritorno fu costretto da una tempesta a fermarsi a Taranto e fatto prigioniero dal re di Napoli, Ferdinando IV. Durante questa dura e atroce prigionia si tentò persino il suo avvelenamento con arsenico e non ci fu nessuna trattativa di liberazione da parte della Francia. Dopo due anni, il generale diventato ormai semiparalizzato, cieco da un occhio e sordo da un orecchio,  fu rilasciato. Morì nel 1806 quando lo scrittore aveva solo 3 anni.

Ho voluto raccontarvi questi fatti per capire meglio le scelte dello scrittore per certi argomenti e personaggi fieri che non si piegano davanti alle torture. Persino nel romanzo Il tulipano nero abbiamo 3 personaggi che vengono fatti prigionieri e che sopportano con fierezza le torture. Alexandre Dumas è famoso per il romanzo storico e ogni suo libro parte da fatti realmente accaduti ed è popolato da personaggi ispirati a persone realmente esistite. Nel caso del nostro romanzo, abbiamo il Gran Pensionario d’Olanda Giovanni de Witt e il politico Cornelis De Witt meschinamente imprigionati e assassinati in un atroce linciaggio orchestrato probabilmente dal principe Guglielmo d’Orange. Alexandre Dumas ha un talento molto spiccato nel costruire la narrazione in un quadro storico molto specifico. Nel romanzo Il tulipano nero, il personaggio principale è il giovane Cornelius Van Bearle, medico, orticoltore e figlioccio di Cornelis de Witt. Il tulipano nero è essenzialmente una storia d’amore intrecciata ad un racconto di spionaggio industriale. La passione del nostro personaggio è l’orticoltura, nello specifico la coltivazione dei tulipani, un fiore molto amato e popolare a quei tempi in Olanda. Gli interessi del nostro personaggio convogliano nella ricerca, l’innesto e la creazione del tulipano nero, impresa ritenuta impossibile a quei tempi. Il suo antagonista, Isaac Boxtel, essere meschino, invidioso e fallito, fa tutto il possibile per imprigionare Cornelio e rubare il suo lavoro. Durante la sua prigionia, il nostro protagonista scopre l’amore nella bella Rosa, figlia del suo carceriere e inevitabilmente si troverà davanti ad un imperioso quesito.

La narrazione di Alexandre Dumas è piacevole, scorrevole e piena di colpi di scena che spesso mi hanno lasciato con il fiato sospeso. Le sue opere venivano pubblicate a puntate sui giornali, la sua abilissima capacità di creare situazioni sorprendenti e il suo stile narrativo accrescevano l’attesa febbrile per il prossimo capitolo dando nascere cosi al feuilleton. Alexandre Dumas è stato molto apprezzato dal pubblico e le suo opere hanno avuto un grande successo. I suoi libri non trattano argomenti filosofici e non offrono grandi spunti di riflessione ma sicuramente arricchiscono il lettore a livello culturale. Io, che ho sempre avuto una grande passione per la storia, sono stata una sua appassionata lettrice fin da bambina e non mi dispiace leggere e rileggere i suoi romanzi anche adesso.

Se non avete mai letto un libro di Alexandre Dumas, vi consiglio vivamente di farlo e consiglio anche di leggere i suoi libri ai vostri bambini perché vi aiuteranno a costruire la loro fibra morale.

 

ENGLISH

Hello dear readers,

Today's article is a literary review, the review of a classic, the work of a great writer, Alexandre Dumas. I think each of you has read one of his books or at least seen the film adaptation of one of his novels. For this reason I do not intend to make too many biographical references but I would still like to share some curiosities with you. Alexandre Dumas was the son of the French general Thomas Alexandre Davy de La Pailleterie, known in France as "General Dumas", a brave mulatto soldier. The writer's grandfather had several children with Marie Cessette, an African slave originally from Haiti called “femme du mas” (the woman of the farm). When the woman died, the writer's grandfather, a French nobleman, sold all his children as slaves, returning to ransom and free from slavery only his eldest son, the future general and father of the writer Alexandre Dumas. The general did not keep the noble title or even the surname of his father and chose as a surname the name attributed to his mother, Dumas. In addition, following disagreements with Napoleon, the general was discharged from the French army and on the way back he was forced by a storm to stop in Taranto and taken prisoner by the king of Naples, Ferdinand IV. During this harsh and atrocious imprisonment, even an arsenic poisoning was attempted several times in his regards and there was no liberation negotiation by France. After two years, the now semi-paralyzed general, blind in one eye and deaf in one ear was released. He died in 1806 when the writer was only 3 years old.

I wanted to tell you these facts to better understand the writer's choices for certain subjects and proud characters who do not bow in the face of torture. Even in the novel The Black Tulip we have 3 characters who are taken prisoner and proudly endure torture. Alexandre Dumas is famous for the historical novel and each of his books starts from real events and is populated by characters inspired by people who really existed. In the case of our novel, we have the Grand Pensionario of Holland Johan de Witt and the politician Cornelis De Witt, meanly imprisoned and murdered in an atrocious lynching probably orchestrated by Prince William of Orange. Alexandre Dumas has a very keen talent for building the narrative in a very specific historical framework. In the novel The Black Tulip, the main character is the young Cornelius Van Bearle, doctor, horticulturist and godson of Cornelis de Witt. The black tulip is essentially a love story intertwined with an industrial espionage tale. Our character's passion is horticulture, specifically the cultivation of tulips, a much loved and popular flower in Holland at that time. The interests of our character conveyed to the research, grafting and creation of the black tulip, an achievement considered impossible at that time. His antagonist, Isaac Boxtel, mean being, envious and unsuccessful, does everything possible to imprison Cornelius and steal his work. During his imprisonment, our protagonist discovers love in the beautiful Rosa, the daughter of his jailer and inevitably he will be faced with an imperative question.

Alexandre Dumas' narrative is pleasant, smooth and full of twists that often left me breathless. His works were published in episodes in the newspapers, his skillful ability to create surprising situations and his narrative style increased the feverish wait for the next chapter, thus giving birth to the feuilleton. Alexandre Dumas was highly regarded by the public and his works were a great success. His books do not deal with philosophical topics and do not offer great food for thought but they certainly enrich the reader on a cultural level. I, who have always had a great passion for history, have been a passionate reader of his work since childhood and I don't mind reading and rereading his novels even now.

If you have never read a book by Alexandre Dumas, I highly recommend that you do so and I also recommend reading his books to your children because it will help build their moral fiber.








Disclaimer e premesse / Disclaimer and premises

IT:Questo post non ha scopi commerciali e non incoraggia vendite, denominazioni, immagini ed eventuali link presenti sono solo a scopo informativo. Le immagini ritraggono un prodotto acquistato regolarmente che ho valutato in quanto consumatore. Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, vi chiedo cortesemente di menzionare la fonte.

ENG: This post has no commercial purposes and does not encourage sales, names, pictures and eventual links are present only for an informative purpose. The images depict a regularly purchased product that I have evaluated as a consumer.This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.