Blog Archive

Monday, January 31, 2022

Solo Cose Belle - gennaio 2022 / Only beautiful things - January 2022



Ciao carissimi lettori,

Oggi riesco finalmente a condividere con voi le cose belle di questo mese. Confesso subito che non è stato un bel mese, sono andata avanti e indietro per gli ospedali, per i miei problemi storici e anche per qualche nuovo aspetto. La situazione si sta tuttora svolgendo e mi auguro che il finale possa portare un po' di sollievo e speranza. Ma, oggi non sono qui per parlarvi di questo ma per mostrarvi una delle poche cose che mi hanno confortato e rallegrato le giornate. Sicuramente vi ricordate quanto amo le orchidee, beh, questo mese diverse di loro hanno dispiegato i loro petali e hanno riempito la mia casa e il mio cuore di luce e colore. Vi mostro solo le orchidee fiorite del tutto però mi piacerebbe vantare il fatto che diverse altre orchidee sono in gemmazione e se avrete pazienza e piacere, potrete ammirarle sui miei social il mese prossimo. 

Voi, quali sono state le cose che hanno rallegrato il vostro mese? 


ENGLISH

Hello dear readers,

Today I can finally share with you the beautiful things of this month. I confess immediately that it has not been a good month for me, I have been going back and forth to the hospitals, for my historical problems and also for something other new issues. The situation is still unfolding and I hope that the finale will bring some relief and hope. But, today I am not here to talk to you about this but to show you one of the few things that have comforted and brightened my days. Surely you remember how much I love orchids, well this month several of them unfolded their petals and filled my home and heart with light and color. I show you only the fully flowered orchids but I would like to boast the fact that several other orchids are in bud and if you have patience and pleasure, you can admire them on my social networks next month.

What about you, what were the things that made your month happy?







Con questo post partecipo all'iniziativa SOLO COSE BELLE di FIOREDICOLLINA.

With this post I participate to FIOREDICOLLINA's initiative ONLY COSE BEAUTIFUL THINGS.







#solocosebelle #onlybeautifulthings




©copyright Florentina Andrei https://femeieastazi.blogspot.com 

Friday, January 21, 2022

Il Paradiso degli Orchi di Daniel Pennac - recensione letteraria / Au bonheur des ogres by Daniel Pennac - book review

 


Carissimi lettori,

Oggi sono qui per recensire il romanzo Il paradiso degli orchi dello scrittore francese Daniel Pennac. Questo libro è il primo romanzo del ciclo Malaussène che vede come personaggio principale Benjamin Malaussène e la sua famiglia caricaturale, una famiglia senza padre e madre ma composta solo da fratelli di madre. La famiglia abita a Parigi, nel quartiere Belleville, in un ambiente multietnico, accanto ad un ristorante arabo. L’unica madre che i bambini della famiglia Malaussène conoscono è la signora Yasmina che gestisce il ristorante e che in più occasioni ha provveduto al loro nutrimento mentre la madre naturale, è uno spirito libero, perennemente innamorata dell’uomo sbagliato, mai a casa se non per lasciare un altro fratellino alle cure di suo figlio maggiore Benjamin. È infatti Benjamin ad occuparsi del sostentamento della sua famiglia di fratelli e a provvedere alle loro necessità e ai loro desideri. La famiglia è composta da Benjamin, il fratello maggiore, designato da sua madre per occuparsi di tutti gli altri, Louna, la seconda, appena maggiorenne e incinta a sua volta, che nonostante non viva più insieme ai suoi fratelli, gli visita molto spesso, Clara, una dolcissima ragazza adolescente innamorata della sua macchina fotografica, Thèrese, una ragazza strana con doti di vegente e sensitiva, Jérémy, un ragazzino pestifero ma geniale, il Piccolo, un dolcissimo ragazzino strabico che nonostante le sue visioni e i suoi incubi sugli orchi, non è mai sazio di ascoltare le fiabe che suo fratello Benjamin narra e Julius, il cane epilettico, fedele da anni alla famiglia. Il lavoro che Benjamin fa al Grande Magazzino (terminologia volutamente vaga che potrebbe benissimo rappresentare qualsiasi grande multinazionale di consumo), gli permette di provvedere alla famiglia. Nonostante avesse una laurea in legge, di professione Benjamin fa il capro espiatorio, cioè subisce le umiliazioni del suo responsabile affinché i clienti venuti a reclamare un danno o malfunzionamento di un oggetto acquistato nel Grande Magazzino, s’impietosiscano e rinuncino al risarcimento. Per questo lavoro, Benjamin viene pagato molto bene e quando le viene chiesto quale fosse la sua filosofia per svolgere un lavoro tanto ignobile, la sua risposta è: “la filosofia dello stipendio succoso”. Il suo lavoro lo trasforma in un personaggio principale in una serie di attentati con bombe, attentati che non solo segneranno il suo futuro, ma diventeranno anche argomento principale per le fiabe che lui racconterà a casa ai suoi fratelli al posto della ninna nanna. Fiabe con orchi che fanno saltare in aria la gente e poliziotti che indagano per acchiappare il colpevole. Sono proprio queste fiabe, talmente ben costruite e intriganti che determineranno alcuni membri della famiglia a cercare di trovare il colpevole. Alla fine la soluzione di questo caso diventa un chiodo fisso per Benjamin e cambierà definitivamente il suo futuro.

Altri personaggi che popolano questo romanzo sono: Julie, una giornalista cleptomane, designata da Benjamin con l’appellativo “zia Julia”, Theo, collega omosessuale del nostro protagonista che copre un ruolo importante nella soluzione del caso dei bombardamenti, Stojil, la guardia serba sempre pronta a raccontare una storia sulla seconda guerra mondiale, il commissario Rabdomant e l’ispettore Caregga, i rappresentanti delle forze dell’ordine chiamati a risolvere il mistero delle bombe nel Grande Magazzino. Tutti i personaggi del romanzo sono costruiti con ironia, irriverenza, sarcasmo e fervida immaginazione sul modello che i grandi scrittori cominciando da Molière al moderno Dany Boon hanno reso caratteristico nella commedia francese.

Questo romanzo ha una nota allegorica molto marcata ma è allo stesso tempo disseminato di riferimenti a momenti importanti della storia, di concetti rilevanti e spunti di riflessione validi. Chiunque possa ritrovarsi nella situazione dei nostri personaggi perché a chiunque è capitato di ritrovarsi sommerso di debiti, prigioniero in una situazione senza uscita, accettare un lavoro solo per la paga o vedersi calpestato l’orgoglio e dissiparsi i sogni. Il Paradiso degli Orchi è scritto con acuta ironia e fine sarcasmo, che paradossalmente fa divertire in quanto non è una elegia all’amarezza ma la scoperta che “succede anche ad altri”. Per questo motivo, il paradiso degli orchi piacerà a chiunque lo prenderà in mano. Con la sua narrazione scorrevole, le pause per inserire le riflessioni personali del narratore e l’assenza di riferimenti di carattere moralistico nonostante gli eventi descritti, questo romanzo è una vera goduria per i divoratori di letteratura. Come commento finale per la mia recensione posso solo dire: “Enjoy!”.



 

ENGLISH

Dear readers,

Today I'm here to review the novel Au bonheur des ogres by the French writer Daniel Pennac. This book is the first novel of the Malaussène cycle that sees Benjamin Malaussène as the main character and his caricatured family, a family without father and mother but composed only of siblings from the maternal line. The family lives in Paris, in the Belleville district, in a multi-ethnic environment, next to an Arab restaurant. The only mother that the children of the Malaussène family know is Mrs. Yasmina who runs the restaurant and who has provided their nourishment on several occasions while the real mother is a free spirit, perpetually in love with the wrong man, never at home if not to leave another little brother in the care of his eldest son Benjamin. Indeed, it is Benjamin who looks after his siblings' family and provides for their needs and desires. The family is made up of Benjamin, the elder brother, designated by his mother to take care of all the others, Louna, the second child, just of age and pregnant herself, who despite no longer living with her brothers, visits them very often. Clara, a sweet teenage girl in love with her camera, Thèrese, a strange girl with psychic skills, Jérémy, a pestiferous but brilliant little boy, the Little One, a sweet cross-eyed boy who despite his visions and his nightmares about orcs, has never enough of listening to the fairy tales that his brother Benjamin tells them and Julius, the epileptic dog, loyal to this family for years. The work Benjamin does at the Department Store (deliberately vague terminology that could very well represent any large consumer multinational), allows him to provide for the family. Despite having a degree in law, Benjamin is a scapegoat by profession, that is, he suffers the humiliations of his manager so that customers who come to claim damage or malfunction of an item purchased in the Department Store, take pity and waive compensation. For this job, Benjamin is paid very well and when asked what his philosophy was for doing such an ignoble job, his answer is: "the philosophy of the juicy salary". His work transforms him into a main character in a series of bomb attacks, attacks that will not only mark his future, but also become the main topic for the fairy tales he will tell his brothers at home instead of the lullaby. Fairy tales with orcs blowing up people and policemen investigating to catch the culprit. It is precisely these fairy tales, so well designed and intriguing that they will cause some family members to try to find the delinquent. Eventually the solution to this case becomes an obsession for Benjamin and it will definitely change his future.

Other characters that populate this novel are: Julie, a kleptomaniac journalist, designated by Benjamin with the nickname "Aunt Julia", Theo, a homosexual colleague of our protagonist who plays an important role in solving the bombing case, Stojil, the Serb guard always ready to tell a story about the Second World War, Commissary Rabdomant and Inspector Caregga, law enforcement representatives called to solve the mystery of the bombs in the Department Store. All the characters of the novel are created with irony, irreverence, sarcasm and fervent imagination on the model that the great writers starting from Molière to the modern Dany Boon have made characteristic in French comedy.

This novel has a very marked allegorical note but is at the same time littered with references to important moments in history, with relevant concepts and valid food for thought. Anyone can find themselves in the situation of our characters because anyone who has happened to find themselves inundated with debts, a prisoner in a dead-end situation, accepting a job only for pay or having pride trampled on and dreams dissipated. Au bonheur des ogres is written with acute irony and fine sarcasm, which paradoxically is entertaining as it is not an elegy to bitterness but the discovery that "it also happens to others". For this reason, the orc paradise will appeal to anyone who takes it in hand. With its smooth narrative, the pauses to insert the narrator's personal reflections and the absence of moralistic references despite the events described, this novel is a real pleasure for lovers of literature. As a final comment for my review I can only say: “Enjoy!”.










Disclaimer e premesse / Disclaimer and premises

IT:Questo post non ha scopi commerciali e non incoraggia vendite, denominazioni, immagini ed eventuali link presenti sono solo a scopo informativo. Le immagini ritraggono un prodotto acquistato regolarmente che ho valutato in quanto consumatore e lettore. Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, vi chiedo cortesemente di menzionare la fonte.

ENG: This post has no commercial purposes and does not encourage sales, names, pictures and eventual links are present only for an informative purpose. The images depict a regularly purchased product that I have evaluated as a consumer and reader.This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.


Thursday, January 13, 2022

Solo Cose Belle - Dicembre 2021 / Only Neautiful Things - December 2021



Carissimi lettori, 

Per il post di oggi vi parlerò di un'altra iniziativa che la blogger Fioredicollina ha ideato per rendere il Natale un momento magico per i blogger che hanno scelto di partecipare, cioè lo swap di cartoline, decorazioni e auguri di Natale. Ognuno dei partecipanti avrebbe inviato cartoline con auguri di Natale ma sfortunatamente anche se noi abbiamo spedito le missive a inizio del mese, purtroppo non tutte le cartoline sono arrivate in tempo per Natale. La cartolina e la decorazione di Ros, fatte rigorosamente a mano, sono arrivate addirittura il 10 gennaio. 

Anche se ormai il Natale è passato da un po', ritengo che condividere le cose che mi hanno rallegrato il mese di Dicembre, sia comunque una cosa molto bella, anzi bellissima. 

Forse rivivere certi momenti vi farà piacere. Un abbraccio a tutti voi!


ENGLISH 

Dear readers,

For today's post I will talk to you about another initiative that the blogger Fioredicollina has created to make Christmas a magical moment for bloggers who have chosen to participate, that is, the swap of postcards, decorations and Christmas wishes.  Each of the attendees would send postcards with Christmas wishes but unfortunately even though we sent the missives at the beginning of the month, sadly not all postcards arrived in time for Christmas.

Even though Christmas has been over for a while now, I believe that sharing the things that cheered up the month of December for me, is still a very beautiful thing, actually,  wonderful.

Maybe reliving certain moments will please you.  A hug to all of you!



La cartolina e la favolosa decorazione marca Thun di Fiore / Fiore's Christmas card and fabulous Thun tree decoration




La cartolina e la decorazione, rigorosamente fatte a mano di Maryclaire / Maryclaire's hand made Christmas card and decoration





La cartolina e la decorazione fatte a mano di Ros / Ros's hand made Christmas card and decoration







Con questo post partecipo all'iniziativa Solo Cose Belle di Fioredicollina.
With this post I partecipate to Fioredicollina's initiative Only Beautiful Things


Sunday, January 9, 2022

Storie di indolente follia parte seconda / Stories of indolent madness part two




ITALIANO 

"Cosa si riceve gratuitamente più spesso?

I giudizi altrui!"



ENGLISH

"What do you get for free most often? 

 People's judgments."






Copyright Florentina Andrei https://femeieastazi.blogspot.com