Blog Archive

Thursday, August 29, 2019

Non lasciarmi di Kazuo Ishiguro - recensione / Never let me go by Kazuo Ishiguro - book review




Carissimi lettori,
Oggi voglio condividere con voi la mia recensione e le mie impressioni su un libro che ho letto di recente. L'autore di questo libro è Kazuo Ishiguro, vincitore del premio Nobel per la letteratura e il titolo del libro è "Non lasciarmi". Lo scrittore è stato premiato diverse volte per il suo talento, vantando oltre al premio Nobel anche un premio Alex (Alex Awards, premio letterario statunitense) un Booker Prize (Man Booker Prize for Fiction, premio letterario per il miglior romanzo scritto in inglese e pubblicato del Regno Unito e la Repubblica d'Irlanda), il premio letterario Giuseppe Tomaso di Lampedusa e innumerevoli nomination e riconoscimenti su riviste di successo. 
"Non lasciarmi" è un romanzo ucronico dove la storia è ambientata in un presente alternativo distopico e viene raccontata sotto forma di flashback intermittenti dalla protagonista Kathy. Il titolo "non lasciarmi" non si riferisce ad una storia d'amore bensì ci sia una certa dosi di romanticismo, ma ad una canzone che la protagonista canta pensando ad un desiderio impossibile, quello di avere un bambino. I personaggi principali del romanzo sono Kathy. Tommy e Ruth, studenti di Hailsham, un collegio inglese isolato dal mondo esterno. Scoprirete presto che il collegio è solo la prima tappa nella loro vita dove i tre personaggi insieme a tanti altri ragazzi come loro apprendono conoscenze più che altro culturali e disegnati per sviluppare la loro creatività. Confesso che per tutta la durata di questa prima parte mi chiedevo come mai ai ragazzi non vengono insegnate delle conoscenze pratiche, applicate, che potrebbero aiutarli in seguito a crearsi una carriera e seguire un percorso professionale nella vita, ma più ci si avvicina agli ultimi anni di collegio, più è chiaro che questi ragazzi hanno un destino assegnato, dal quale non possono scappare. Una volta arrivati ai Cottages, una sorta di fattorie dove loro possono avere un po' più di libertà, anche se io non chiamerei quel periodo della loro vita "vivere nell'ozio" come hanno fatto alcuni, il loro destino è ormai chiaro e inalterabile. Non voglio fare lo spoiler e se volete leggere con tranquillità questo libro vi consiglio di non leggere le descrizioni del romanzo online perché la maggior parte riportano nel primo paragrafo l'essenza di questa storia  e potrebbe rovinarvi il piacere della lettura. Vi assicuro che scoprire gradualmente i personaggi, il loro destino e i momenti che devono trascorrere è molto emozionante. Ho letto con il fiato sospeso questo romanzo e anche se ormai il finale poteva sembrare prevedibile da un certo punto in poi, ho continuato a sperare fino all'ultimo momento in quell'attimo di ribellione inaspettata. 
Vorrei fare una precisazione riguardante una mancanza dal mio punto di vista, non una mancanza del libro o dello scrittore, ma una mancanza che riguarda la traduzione. Ho trovato scarsa la traduzione in italiano, certo non ho avuto l'occasione di leggere il libro nella sua lingua originale (inglese) ma ignorare completamente l'esistenza dei sinonimi e usare spropositatamente la stessa parola in una frase può diventare stancante. Nonostante questo, il libro si legge facilmente, è ricco in descrizioni di luoghi e persone, in momenti di azione ma è soprattutto un libro destinato a farci riflettere sulla natura umana della nostra esistenza e dei nostri bisogni. In questo libro possiamo esaminare l'egoismo privo di scrupoli dell'essere umano, egoismo che l'uomo cerca a tutti i costi di tenere nascosto in un angolo lontano fino al momento del bisogno quando diventa lecito chiedere e avere. Avevo letto da qualche parte che questo libro era una specie di avvertimento, una messa in guardia contro un futuro non molto etico ma apparentemente necessario. Dal mio punto di vista non c'è niente che potrebbe giustificare una simile situazione, soprattutto perché in alcuni casi, come scoprirete anche voi nel caso decideste di leggere il libro, non si tratta di una necessità ma di puro egoismo criminale. 
Mi piacerebbe discutere questo libro con coloro che sono riusciti a leggerlo e confrontare le nostre opinioni. Fatemi sapere se avete avuto occasione di leggerlo  e fatemi sapere se avete trovato la storia di questi ragazzi emozionante. Per coloro che amano più guardare i film che leggere un libro, è mio dovere informarvi che è stato realizzato anche un adattamento cinematografico di questo libro. Con un titolo omonimo, il film diretto da Mark Romanek ha come protagonisti: Carey Mulligan, Keira Knightley e Andrew Garfield. Non mi rimane che augurarvi buona lettura o buona visione a seconda dei casi. 


ENGLISH

Dear readers,
Today I want to share with you my review and my impressions of a book I recently read. The author of this book is Kazuo Ishiguro, winner of the Nobel Prize for Literature and the title of the book is "Don't leave me". The writer has been awarded several times for his talent, claiming not only the Nobel Prize but also an Alex award (Alex Awards, American literary prize) a Booker Prize (Man Booker Prize for Fiction, literary prize for the best novel written in English and published of the United Kingdom and the Republic of Ireland), the Giuseppe Tomasi di Lampedusa literary prize and countless nominations and awards in well known ma"Don't leave me" is an ucronic novel where the story is set in an alternative dystopian present and is narrated in the form of intermittent flashbacks by the protagonist Kathy. The title "do not leave me" does not refer to a love story although in contains also a certain amount of romanticism, but to a song that the protagonist sings thinking about an impossible desire, that of having a child. The main characters of the novel are Kathy,Tommy and Ruth, students of Hailsham, an English boarding school isolated from the outside world. You will soon discover that the college is only the first step in their life where the three characters along with many other yougsters just  like them, will learn some rather cultural knowledge and designed to develop their creativity. I confess that for the duration of this first part I was wondering why young people are not taught practical, applied knowledges, which could help them later on to create a career and follow a professional path in life, but the closer we get to the last years of college, clearer it is that these youngsters have an assigned destiny, from which they cannot escape. Once arrived at the Cottages, a sort of farm where they can have a little more freedom, even if I would not call that period of their life "living in idleness" as some have done, their destiny becomes clear and unalterable. I don't want to make a spoiler and if you want to read this book with calm and at ease, I advise you not to read the descriptions of the novel online because most of them mentiom from the first paragraph the essence of this story and could spoil the pleasure of reading. I assure you that gradually discovering the characters, their destiny and the moments they have to spend is very exciting magazines. I read this novel with bated breath and even if the ending could have seemed predictable from a certain point on, I continued to hope until the last moment in that instant of unexpected rebellion.
 I would like to hightlight a problem from my point of view, not a problem in the book or with the writer, but a lack concerning the translation. I found the Italian translation scarce, I certainly did not have the opportunity to read the book in its original language (English) but to completely ignore the existence of the synonyms and to use the same word in a sentence several times can become annoying. Despite this, the book can be read easily, it is rich in descriptions of places and people, in moments of action but above all it is a book destined to make us reflect on the human nature of our existence and our needs. In this book we can examine the unscrupulous selfishness of the human being, a selfishness that man seeks at all costs to keep hidden far away in a hidden corner until the moment of need when it becomes lawful to ask and have. I had read somewhere that this book was a kind of warning, an exhortation against a not very ethical but apparently necessary future. From my point of view there is nothing that could justify such a situation, above all because in some cases, as you will also discover if you decide to read the book, it is not a question of necessity but of pure criminal selfishness.
I'd like to discuss this book with those who managed to read it and compare our opinions. Let me know if you've had the chance to read it and let me know if you've found exciting the story of these youngsters. For those who love watching movies more than reading books, it is my duty to inform you that a film adaptation of this book has also been made. With a title of the same name, the film directed by Mark Romanek has as protagonists: Carey Mulligan, Keira Knightley and Andrew Garfield. All that remains for me is to wish you good reading or good viewing as appropriate.

Referenze / References

https://it.wikipedia.org/wiki/Non_lasciarmi
https://it.wikipedia.org/wiki/Kazuo_Ishiguro
https://www.nobelprize.org/prizes/lists/all-nobel-prizes-in-literature/
https://it.wikipedia.org/wiki/Premio_Alex
https://it.wikipedia.org/wiki/Booker_Prize
https://it.wikipedia.org/wiki/Premio_letterario_Giuseppe_Tomasi_di_Lampedusa
controllati il 28/08/2019; checked up on august 28th 2019














Disclaimer e premesse / Disclaimer and premises
IT:Questo post non ha scopi commerciali e non incoraggia vendite, denominazioni, immagini ed eventuali link presenti sono solo a scopo informativo. Le immagini ritraggono un prodotto acquistato regolarmente che ho valutato in quanto consumatore e lettore. Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, vi chiedo cortesemente di menzionare la fonte.
ENG: This post has no commercial purposes and does not encourage sales, names, pictures and eventual links are present only for an informative purpose. The images depict a regularly purchased product that I have evaluated as a consumer and reader. This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.

Wednesday, August 21, 2019

Cheesecake ai Lamponi - una vera goduria! / Raspberries Cheescake - so delicious!



Carissimi lettori,
Oggi ho deciso di condividere con voi la ricetta per un favoloso Cheesecake ai lamponi, perfetto come dolce in periodo cosi caldo che accendere il forno può costituire un delitto. Ho già condiviso con voi le foto sui miei canali di social network, facebook e instagram e visto che avevano riscontrato un certo successo, ho deciso di pubblicare la ricetta sul mio blog per i pasticceri in erba. 

Ingredienti per la torta: 700 grammi biscotti normali, 150 grammi biscotti croccanti, 2 tazze piccole di caffè (circa 100 ml in totale), 100 ml limoncello, 200 grammi marmellata di lamponi, 150 grammi lamponi freschi, 1/2 fialetta di aromi al limone, crema al mascarpone

Ingredienti per la crema al mascarpone: 250 grammi di mascarpone, 70 grammi di zucchero a velo, 10 grammi di limoncello

Preparazione: Io inizio sempre preparando la crema al mascarpone che poi conservo in frigo fino al momento in cui finisco di realizzare la torta. Il mascarpone va ammorbidito con le fruste per qualche minuto, poi si aggiunge il zucchero a velo e il limoncello e va montato per un paio di minuti. Questa crema al mascarpone oltre al fatto che è molto semplice da preparare,  rimarrà soda a lungo e sarà buonissima. I biscotti vanno sminuzzati e frantumati, io preferisco iniziare con quelli croccanti che richiedono più lavoro e continuare dopo con quelli normali. Io preferisco usare un robot da cucina per farlo, in mancanza di un simile oggetto, i biscotti possono essere avvolti in un canovaccio e pestati con un martello. Si aggiunge il caffè, il limoncello, l'aroma al limone e il composto va mescolato finché diventi una palla di una consistenza abbastanza soffice e facile da modellare. Il composto va modellato sul fondo di una pirofila di dimensioni medie e poi va inserito nel frigo e va lasciato riposare per un'oretta. Trascorso questo tempo potete tirare fuori la pirofila, aggiungere sopra ai biscotti la marmellata con l'aiuto di una spatola. Potete rimettere la pirofila nel frigo nuovamente per una mezz'oretta in modo che anche la marmellata diventi più solida. Trascorso questo tempo, va aggiunta e spalmata la crema al mascarpone e poi vanno aggiunti i lamponi per decorare al meglio la nostra torta. Io consiglio un bicchiere di prosecco o spumante per assaporare meglio questo dolce. Buon appetito!


ENGLISH

Dear readers,
Today I decided to share with you the recipe for a fabulous raspberry cheesecake, perfect as a dessert in such a hot period that turning on the oven can be a crime. I have already shared the photos with you on my social network channels, facebook and instagram and since it had encountered a certain success, I decided to publish the recipe on my blog for new becoming pastry chefs.

Ingredients for the cake: 700 g normal biscuits, 150 g crunchy biscuits, 2 small cups of coffee (for a total amount of 100 ml), 100 ml limoncello, 200 g raspberry jam, 150 g fresh raspberries, 1/2 vial of lemon flavoring, mascarpone cream

Ingredients for the mascarpone cream: 250 gr of mascarpone, 70 gr of icing sugar, 10 gr of limoncello

Preparation: I always start by preparing the mascarpone cream that will be kept in the fridge until I finish making the cake. The mascarpone must be softened with the whips for a few minutes, then the icing sugar and the limoncello are added and it must be mounted for a couple of minutes. This mascarpone cream in addition to the fact that it is very simple to prepare, will remain firm for a long time and will be very good. The biscuits should be chopped and crushed, I prefer to start with the crunchy ones that require more work and continue later with the normal ones. I prefer to use a food processor to do so, in the absence of such an object, the biscuits can be wrapped in a dish cloth and pounded with a some kind of knocker. Add the coffee, the limoncello, the lemon flavor and the mixture is mixed until it becomes a ball of a fairly soft and easy to shape consistency. The mixture should be modeled on the bottom of a medium-sized baking dish and then placed in the fridge and left to rest for an hour. After this time, you can take out the pan, add the jam over the biscuits with the help of a spatula. You can put the pan back in the fridge again for half an hour so that even the jam becomes more solid. After this time, the mascarpone cream should be added and spread and then the raspberries should be added to best decorate our cake. I recommend a glass of prosecco or sparkling wine to better savor this dessert. Enjoy your meal!







Per più foto, contenuti e informazioni, seguitemi sulla mia Pagina Facebook e Instagram

For more content, photos and informations, follow me on my Facebook Page and Instagram account.










Disclaimer e premesse / Disclaimer and premises
IT: Questo post non ha scopi commerciali e non incoraggia vendite, denominazioni, immagini ed eventuali link presenti sono solo a scopo informativo. Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, chiedo cortesemente di menzionare la fonte.
ENG: This post has no commercial purposes and does not encourage sales, names, pictures and eventual links are present only for an informative purpose. This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.

Friday, August 16, 2019

La libertà di parola non contempla la diffamazione


Viviamo in un mondo libero dove chiunque ha il diritto di esprimere la sua opinione e parlare apertamente senza essere punito per averlo fatto. La libertà di parola non comprende e non tutela comportamenti distruttivi verso gli altri e non da il diritto a infrangere le norme civili. Quindi solo perché abbiamo la libertà di parlare e di esprimere il nostro pensiero, non possiamo accusare, diffamare e attaccare qualcuno o qualcosa senza il supporto delle prove, dei fatti o testimonianze di terze persone. 
Io sono una blogger e sul mio blog parlo di moda, bellezza, viaggi, cucina, libri, nei miei post esprimo il mio parere da consumatore dopo aver testato e provato prodotti o condivido esperienze lasciando alla discrezione del lettore il diritto di valutare la mia testimonianza. Tutte le volte che inserisco nella categoria contro la lista ingredienti di un prodotto, inserisco anche l'elenco dei componenti. Quando parlo di fatti, leggi o diritti, condivido sempre le sorse di queste informazioni per fare in modo che il lettore possa valutare da solo la veridicità delle informazioni senza imporre il mio punto di vista. Non distorco mai la realtà provata sulla mia pelle e non modifico il senso delle informazioni da me acquisite e prima di pubblicare qualsiasi notizia confronto i fatti e cerco riscontri reali, liberi da pregiudizi e parzialità. 
Ecco cari lettori perché non riesco a comprendere perché un giornale con tanto di omologazioni e timbri delle più importanti autorità del settore non controlli i fatti prima di pubblicare un articolo altamente diffamatorio. Anche ad una persona accusata di omicidio viene accordato il diritto di parlare e difendersi ecco perché rimango allibita, anzi, mortificata davanti ad un articolo che accusa una delle più importanti organizzazioni della provincia di mancanza di professionalità e rigore nello svolgimento delle sue attività. Senza contattare l'azienda in causa per confrontare la veridicità delle accuse, hanno deciso di pubblicare con tanto di titolo scandalistico, la lettera di un cliente insoddisfatto. Il cliente lamenta il fatto che certe modifiche, eseguite per esigenze organizzative non le sono state comunicate, ma nessuno ha controllato se il cliente in causa ha lasciato un numero di telefono dove trovarlo, se veramente aveva quel'incontro in tale giorno, se era stato trovato ma fosse rimasto scontento per l'esito finale o semplicemente non risultasse raggiungibile. In quel articolo si legge solo la versione del cliente, da nessuna parte ho trovato il resoconto di un dialogo con l'azienda.  In questo contesto, l'articolo è di parte ed è fuorviante.  Certo mi direte che un giornale non è un tribunale, è vero ma ha anche lui i suoi limiti, obblighi e requisiti da rispettare prima di pubblicare un articolo. Visto che avevano solo una lettera, forse occorreva controllare tutti i dati pertinenti a quel reclamo come tipo di prestazione, dati e più importante di tutti, i numeri di telefono!
Questa lettera altamente diffamatoria tra le altre cose lamenta la mancanza di un preavviso, ma in assenza di un mezzo valido per comunicare la variazione che altro si poteva fare? Io lascio il mio numero di telefono anche quando mi prenoto un appuntamento dalla parrucchiera perché non vorrei fare un viaggio per niente nel caso dovesse mancare l'elettricità per esempio. 
La lettera non viene firmata e quindi è impossibile sapere se il cliente è fra quelli che non avevano indicato un numero di telefono coretto oppure se era un cliente avvisato ma scontento per il disaggio. 
Una semplice ricerca, richiesta d'informazioni e un confronto con altri casi e persone avrebbe fatto luce su questa incresciosa situazione perché alla fine il giornalismo comprende anche una certa dosi di ricerche e investigazioni.
Io mi chiedo, la deontologia, la professionalità e l'etica sono solo dei concetti da sfoggiare senza applicarli minimamente? 
Il giornalismo è uguale pettegolezzo? 
Un giornale serve per sfogare la rabbia e la frustrazione? 
Bastano i titoli scandalistici senza un minimo controllo e confronto? 
Lo scopo di un giornale è quello di vendere e scandalizzare o informare la popolazione? 
Dobbiamo considerare i giornali come dei romanzi science fiction dove l'autore può sbizzarrirsi nelle più assurde creazioni?
In un epoca dove io come blogger mi devo preoccupare di inserire gli hashtag giusti per informare il pubblico che certi prodotti mi sono stati omaggiati per poterli testare e valutare (anche se ne parlo di questo nel corpo del post), i giornali hanno il diritto di pubblicare una storia diffamatoria senza un minimo controllo?
Ma cosa ne posso sapere io? Sono solo una blogger che parla di moda, trend, cucina, viaggi e bellezza, sono solo una persona normale che scrive mentre viaggia in bus o aspetta che la pentola raggiunga il punto di bollore. 
Ma sapete cosa vi dico? Visto che viviamo nell'era degli #, inventiamo anche noi alcuni hashtag che tutelino le verità e il diritto all'informazione e facciamo diventare la verità un trend!!!!

#nopettegolezzo #noalladisinformazione #controllalatuasorsa #fatti #fattinochiacchiere

Wednesday, August 7, 2019

Essere energizzato con Garnier, i pro e i contro / Feeling energized with Garnier, pros and cons




Ciao carissimi lettori,
Oggi sono qui con un altra recensione di un prodotto cosmetico, un prodotto usato in modo intermittente e non sempre con molta soddisfazione. Vi spiegherò tutto brevemente in questa recensione ma prima di tutto voglio ricordarvi la mia convinzione che in una recensione vanno nominati i pregi ma anche i difetti di un prodotto. Detto ciò, il prodotto di cui voglio parlarvi oggi è la crema gel Idratante Prodigiosa Energizzante 24H di Garnier. É un prodotto che ho acquistato penso un anno fa in un momento di disattenzione ma che alla fine ho usato con una certa soddisfazione.

Informazioni dal produttore: questa è una crema idratante ideale per pelli stanche o spente.  Ha una texture gel leggera si assorbe rapidamente e può essere applicata mattina e sera. Viene realizzata con estratti di LINFA e polpa di origine vegetale, minerali, nutrienti ed estratti di Fiore di Ibisco per aiutare a ritrovare la sua naturale idratazione, dona energia alla pelle e la tonifica per un immediato effetto “pelle di pesca”.

Prezzo: tra i 4€ e i 10,50€

Packaging: elegante barattolo in plastica

Reperibilità: profumerie, negozi di igiene personale, grandi catene di supermercati, outlet L’Oréal, internet

P.A.:12 mesi

Opinione personale: Ho usato questa crema viso in modo intermittente perché l’inci non è molto buono, contenendo fra i primi ingredienti della lista alcool e silicone. Avendo io già problemi di couperose, l’utilizzo prolungato di questa crema mi ha procurato problemi di irritazione. Subito dopo l’applicazione si avverte un leggero pizzicore dovuto probabilmente alla presenza dell’alcool. Si assorbe rapidamente lasciando una pelle liscia, vellutata, soffice e levigata. Subito dopo l’applicazione la pelle ha un colore rosaceo che ricorda una pesca.  Ha un profumo delicato e fruttato che ricorda il profumo delle pesche. Non ha un fattore di protezione solare quindi non ho usato questa crema al mattino nei giorni in cui sono uscita di casa, preferendo usarla la sera oppure nei fine settimana in cui restavo in casa. Non ho apprezzato molto la lista degli ingredienti e ritengo che la sostituzione dell’alcool con un altro ingrediente meno irritante e l’aggiunta di un fattore di protezione solare mi convincerebbe ad acquistare di nuovo questo prodotto nel futuro. Ritengo che abbia un buon prezzo che può influire molto una mia eventuale decisione di riacquisto.

PRO: buon profumo, lascia una pelle soffice e levigata, buon prezzo

CONTRO: presenza di sostanze chimiche nocive nell’inci, la mancanza di un fattore di protezione solare, non indicata per le pelli sensibili

Conclusione: in questa forma e con questi  ingredienti non mi sento di consigliare questo prodotto a tutte le persone. Ritengo che possa essere testato da coloro che non hanno pelli sensibili o altri problemi della pelle.



ENGLISH

Hello dear readers,
Today I am here with another review of a cosmetic product, a product used intermittently and not always with great satisfaction. I will explain everything briefly in this review but first of all I want to remind you of my belief that in a review, the author has to mention both merits and defects. That beeing said, the product I want to talk to you about today is Garnier's 24H Energizing Prodigious Moisturizing Gel Cream. I think I bought this product a year ago in a moment of inattention, but in the end I used it with some satisfaction.

Informations from the manufacturer: this is an ideal moisturizer for tired or dull skin. It has a light gel texture that is quickly absorbed and can be applied morning and evening. It is made with extracts of LYMPH and vegetable-derived pulp, minerals, nutrients and extracts of Hibiscus Flower to help regain its natural hydration, give energy to the skin and tone it for an immediate "peach skin" effect.

Price: between € 4 and € 10.50

Packaging: an elegant plastic jar

Availability: perfumeries, personal hygiene shops, large supermarket chains, L’Oréal outlets, internet

Shelf life: 12 months

Personal opinion: I used this face cream intermittently because the ingredient list is not very good, containing among the first ingredients,  alcohol and silicone. As I already have problems with couperose, prolonged use of this cream has caused me problems of irritation. Immediately after application there is a slight tingling sensation due to the presence of alcohol. It is quickly absorbed leaving a smooth, velvety, soft and smooth skin. Immediately after application, the skin has a pinkish color that resembles to the color of a peach. It has a delicate and fruity fragrance that recalls the scent of peaches. It does not have a sun protection factor so I did not use this cream in the morning when I left home, preferring to use it in the evening or on weekends when I stayed at home. I didn't really like the list of ingredients and I believe that replacing alcohol with another less irritating ingredient and adding a sun protection factor would convince me to buy this product again in the future. I think it has a good price that could influence very much my decision to rebuy this product.

PRO: good fragrance, leaves a soft and smooth skin, good price


CONS: the presence of harmful chemicals in the ingredient list, the lack of a sun protection factor, not recommended for sensitive skin

Conclusion: in this form and with these ingredients I cannot recommend this product to all people. I believe it can be tested by those who have no sensitive skin or other skin problems.




Lista degli ingredienti / ingredient list

aqua, glycerin, alcohol denat., dimethicone, butylene glycol, acer saccharinum extract/sugar maple extract, ascorbyl glucoside, benzyl alcohol salicylate, caprylyl glycol, carbomer, Cl 14700/ Red 4, Cl 47005/ acid yellow 3, Cl 77891/ titanuim dioxide, citronellol, citrus grandis extract/ grapefruit fruit extract, citrus medica limonum extract/ lemon fruit extract, dimethiconol, disodium EDTA, hibiscus sabardiffa extract/ hibiscus sabardiffa flower extract, limonene, linalool, mannose, phenoxyethanol, propylene glycol, sodium hydroxide, synthetic fluorphlogopite, parfum/ fragrance









Questo articolo non è in alcun modo sponsorizzato ma rappresenta solo la opinione in quanto consumatore su un prodotto da me acquistato.

This article is in no way sponsored but it represents my opinion as a consumer of a product purchased by me.