Blog Archive

Sunday, December 29, 2019

La mia esperienza positiva con i prodotti Yves Rocher / My positive experience with Yves Rocher products


Ciao carissimi lettori,
Oggi ritorno con un altro post che parla di bellezza, cura della persona e cura della pelle perché comunque è un argomento inesauribile e oggigiorno interessa quasi ogni persona di questo mondo. Oggi voglio recensire due prodotti del rinomato marchio francese Yves Rocher. Se avete letto i miei posti in passato, siete già al corrente che io ho avuto un rapporto di amore e odio con questo marchio però oggi io vorrei recensire due prodotti che su di me hanno avuto un risultato ottimo e che ricomprerei senza esitazioni. Prima di tutto è giusto che io v'informi che non ho pagato di tasca mia questi prodotti ma mi sono stati regalati da familiari in occasioni speciali e sono stati dei regali molto graditi. Questi due prodotti sono la crema viso e corpo : "Crème douceur visage & corps à la Camomille de Gacilly" oggi disponibile nella versione "Crema Dolcezza Viso & Corpo alla Camomilla" e il balsamo labbra Karité d'Afrique oggi non più disponibile nella versione motivi etnici. Comincerò a recensire questo prodotti uno alla volta. 

Inizierò con la Crema Dolcezza Viso & Corpo alla Camomilla Pure Calmille.
Dal produttore: Questa crema è un prodotto vegano realizzato con 93% ingredienti di origine naturale tra cui spicca la camomilla coltivata nei campi di Gacilly, un villaggio in Bretagna nella Francia nord occidentale. La camomilla ha delle proprietà emollienti e protettive, qualità che ritroviamo pienamente nei prodotti Yves Rocher. 
Packaging: vasetto circolare in plastica di 125 ml con un tappo che si avvita
Prezzo: 9,95 € la confezione e 7,96 per 100ml
P.A: 6 mesi
Reperibilità: Negozi Yves Rocher, Rappresentanti Yves Rocher, internet, Amazon, ecc

INCI: AQUA • GLYCERIN • MYRISTYL MYRISTATE • STEARIC ACID • METHYLPROPANEDIOL • BRASSICA CAMPESTRIS SEED OIL • GLYCERYL STEARATE • PEG-100 STEARATE • OCTYLDODECANOL • HYDROGENATED COCONUT OIL • CHAMOMILLA RECUTITA FLOWER WATER • ISOPROPYL PALMITATE • APHLOIA THEIFORMIS LEAF EXTRACT • STEARYL HEPTANOATE • SODIUM BENZOATE • PARFUM • STEARYL CAPRYLATE • MACADAMIA INTEGRIFOLIA SEED OIL • ACRYLATES/C10-30 ALKYL ACRYLATE CROSSPOLYMER • XANTHAN GUM • TOCOPHERYL ACETATE • SALICYLIC ACID • ALLANTOIN • LIMONENE • TETRASODIUM EDTA • CHAMOMILLA RECUTITA FLOWER EXTRACT • LACTIC ACID • CITRIC ACID • POTASSIUM SORBATE • LINALOOL

Opinione Personale: Prima di tutto devo dirvi che in questo momento il prodotto è finito. Ho tardato molto a fare questa recensione nonostante avessi le foto e le idee chiare in mente perché essendo un prodotto che ho gradito molto e che ricomprerò in futuro ho sempre pensato che avrò comunque l'occasione di recensire questa crema. Non so se ricordate che l'inverno scorso avevo dei grossi problemi di mani secche e cute che si tagliava che avevo cercato inutilmente di risolvere usando una crema mani Avon. Se non ricordate, il link del post è qui. Dopo quel tentativo, mi è stata regalata questa crema da una mia conoscenza ed è stata la mia salvezza. Ha idratato e curato la mia pelle che si è ripresa nel arco di qualche giorno. Ho usato con successo questa crema anche per le zone più a rischio come gomiti e ginocchia. La crema ha una composizione molto densa ma si assorbe facilmente massaggiando la pelle. Ha un profumo delicato e piacevole che mi ricorda la camomilla. Protegge e idrata molto bene la pelle, rendendola morbida e lenita. Usare questa crema è stata una vera coccola. Non ho acquistato questa crema in seguito solo perché ho voluto provare la crema mani Pur Arnica ma lo farò sicuramente in futuro perché ha un buon rapporto qualità - prezzo. 

PRO: non contiene siliconi, parabeni, olio minerale o coloranti
CONTRO: tempo di scadenza di 6 mesi
Conclusione: Consiglio questa crema a tutti coloro che hanno pelle secca o che hanno bisogno di una idratazione più adeguata. Indicata anche per coloro che cercano un prodotto senza additivi chimici e per coloro che non amano i profumi forti nei prodotti cosmetici. 


ENGLISH

Hello dear readers,
Today I return with another post that talks about beauty, personal care and skin care because however it is an inexhaustible topic and nowadays it affects almost every person in this world. Today I want to review two products of the renowned French brand Yves Rocher. If you have read my posts in the past, you are already aware that I have had a love and hate relationship with this brand but today I would like to review two products that have had an excellent result on me and that I would buy without hesitations. First of all it is right that I inform you that I have not paid for these products out of my own pocket but they have been given to me by family members on special occasions and have been some very appreciated gifts. These two products are the face and body cream: "Crème douceur visage & corps à la Camomille de Gacilly" now available in the version "Chamomile Face & Body Softness Cream" and the Karité d'Afrique lip balm today no longer available in the ethnic motif version. I will start reviewing these products one by one. 

I will start with the Sweet Calmille Chamomile Face & Body Softness Cream.
Packaging: 125 ml plastic circular jar with a screwing cap
Price: € 9.95 per pack and 7.96 per 100ml
Shelf life after opening: 6 months
Availability: Yves Rocher stores, Yves Rocher representatives, internet, Amazon, etc.

INCI: see section above

Personal Opinion: First of all I have to tell you that the product is finished at the moment. I took a long time to make this review despite having the photos and the ideas clear in mind because being a product that I liked very much and that I will buy in the future I always thought that I will still have the opportunity to review this cream. I don't know if you remember that last winter I had big problems with dry hands and cut skin that I had tried in vain to solve using an Avon hand cream. If you don't remember, the post link is here. After that attempt, I was given this cream by a family acquaintance  and it was my salvation. It moisturized and cared for my skin which recovered within a few days. I have also used successfully this cream for the areas most at risk such as elbows and knees. The cream has a very dense texture but is easily absorbed by massaging the skin. It has a delicate and pleasant scent that reminds me of chamomile. It protects and moisturizes the skin very well, making it soft and soothed. Using this cream was a real pampering moment. I didn't buy this cream afterwards just because I wanted to try Pur Arnica hand cream but I will definitely do it in the future because it has a good quality - price ratio.

PRO: does not contain silicones, parabens, mineral oil or dyes
CONS: shelf life after first opening of 6 months
Conclusion: I recommend this cream to all those who have dry skin or who need more adequate hydration. Also suitable for those looking for a product without chemical additives and for those who do not like strong perfumes in cosmetic products.





Balsamo labbra Karitè d'Afrique

Di questo balsamo mi sono stati regalati 2 l'anno scorso, etrambi con motivi etnici ed entrambi al karitè quindi giustamente non lo aperto il secondo finché non ho finito il primo ed ecco perché ne ho ancora uno da utilizzare anche per questo inverno. 

Descrizione dal produttore: un balsamo labbra riparatore con una consistenza cremosa al burro di Karité. Ripara e lenisce le labbra rovinate donando una sensazione di sollievo riconfortante. In questa versione il prodotto si presenta in un contenitore arricchito di motivi etnici per attirare l'attenzione sui progetti di sviluppo delle donne in Africa e garantire loro un reddito essenziale e l'emancipazione. Viene realizzato con ingredienti di origine naturale e sostanze sintetiche sicure. 

Packaging: piccolo tubo molto pratico
Prezzo: Ai tempi quando i prodotti mi sono stati regalati c'era la promozione 2 prodotti al prezzo di 3 €. In questo momento e nella versione Karité di adesso, il prodotto costa 1.95 €.
Reperibilità: Negozi Yves Rocher, Rapprasentanti del brand, internet, Amazon, ecc

INCI: BIS-DIGLYCERYL POLYACYLADIPATE-2 • ISOPROPYL PALMITATE • ETHYLHEXYL STEARATE • COCOGLYCERIDES • CERA ALBA/BEESWAX/CIRE D ABEILLE • RICINUS COMMUNIS (CASTOR) SEED OIL • ETHYLHEXYL CAPRYLATE/CAPRATE • SYNTHETIC WAX • POLYBUTENE • BUTYROSPERMUM PARKII (SHEA) BUTTER • HYDROGENATED MICROCRYSTALLINE WAX • HYDROGENATED CASTOR OIL • PARFUM/FRAGRANCE • MICA • TOCOPHEROL • GLYCINE SOJA (SOYBEAN) OIL • CI 77891 (TITANIUM DIOXIDE)

Opinione personale: Il balsamo ha una consistenza cremosa molto piacevole e lascia sulle labbra un effetto delicato e sensuale. Idrata molto bene e cura le labbra screpolate. L'effetto rimane visibile sulle labbra per ore e l'idratazione si sente ancora più a lungo. Ha un profumo molto delicato e piacevole. Una mia amica è stata piacevolmente impressionata di come questo balsamo rendeva belle le labbra e lo ha voluto acquistare. 

PRO: ottimo risultato in termini di idratazione ma anche di aspetto, buon inci, buon rapporto qualità - prezzo
CONTRO: nessuno
Conclusione: consiglio questo prodotto a tutti coloro che cercano una buona idratazione delle labbra senza sostanze nocive. Consiglio questo prodotto anche a coloro che vogliono un effetto naturale e curato per le loro labbra. 


ENGLISH

Karitè d'Afrique lip balm

2 of this balm were given to me last year, both with ethnic motifs and both with shea so I rightly didn't open the second one until I finished the first one and that's why I still have one to use for this winter too.

Description from the manufacturer: a repairing lip balm with a creamy texture with shea butter. Repairs and soothes damaged lips giving a feeling of comforting relief. In this version the product is presented in a container enriched with ethnic motifs to draw attention to the development projects of women in Africa and guarantee them an elemental income and emancipation. It is made with natural ingredients and safe synthetic substance.

Packaging: a very practical small tube
Price: At the time when the products were given to me there was a promotion of 2 products for the price of € 3. At this moment and in the Karité version of nowadays, the product costs 1.95 €.
Availability: Yves Rocher stores, brand representatives, internet, Amazon, etc.

Personal opinion: The balm has a very pleasant creamy consistency and leaves a delicate and sensual effect on the lips. Hydrates very well and cares for chapped lips. The visual effect remains noticeable on the lips for hours and the hydration effect  even longer. It has a very delicate and pleasant scent. A friend of mine was pleasantly impressed with how beautiful this lip balm made the lips look and she wanted to buy it too.

PRO: excellent result in terms of hydration but also in appearance, good inci, good value for money
CONS: none
Conclusion: I recommend this product to anyone looking for good lip hydration without harmful substances. I recommend this product also to those who want a natural and cared effect for their lips.









Questo articolo riflette il mio parere in quanto consumatore, non è una collaborazione e non è una pubblicità ricompensata in alcun modo

This article reflects my opinion as a consumer, is not a collaboration and is is not an advertisement rewarded in any way 

Friday, December 20, 2019

Regalo di Natale / Christmas Gift / Cadou de Craciun


La storia di questo articolo inizia qualche mese fa quando in un giorno d’autunno, freddo e bagnato ho incontrato la mia amica Francesca. Lei mi portò un regalo, un regalo maestosamente incartato che io scoprì con impazienza essere un libro di ricette per dolci. La mia amica Francesca, blogger anche lei, seguendo i miei post e i miei tentativi di pasticcera alle prime armi decise di appoggiare il mio sforzo con un famoso libro di torte facili da preparare. Lei ha tanti talenti e uno di questi è quello di incartare, impacchettare e confezionare dei bellissimi regali. Ha una manualità da invidiare e io confesso che in quanto amica di fiducia e vecchia data ho invidiato molto il suo talento. Come capirete dalle foto, ho aperto il suo regalo per scoprire in cosa consistesse e poi ho deciso di rifarlo nel modo più maldestro di cui sono stata capace perché sapevo di volere questo regalo sotto il mio albero di Natale. Ma che cosa è poi l’invidia se non genera emulazione? Un sentimento completamente inutile e siccome io detesto le cose inutili, ho deciso di cercare in giro foto su pinterest, guardare tutorial su youtube, inventarmi tecniche inaudite e incartare a mio turno i regali che avrei fatto a Natale. Di solito andavo nei supermercati dove i volontari della Croce Rossa confezionavano i regali in cambio di piccole donazioni ma quest’anno con tanta voglia e lancio ho deciso di farlo io stessa. Alla fine in una battaglia dove hanno lasciato la pelle innumerevoli rulli di carta colorata, chilometri di spago, decine di decorazioni, metri di scotch adesivo e in fine anche la mia manicure, sono riuscita a creare qualcosa che spero qualcuno riterrà idoneo da sfoggiare sotto l'albero. Certo, non mi avvicino neanche lontanamente alle creazioni della mia amica Francesca, perché come avevo già detto, lei ha talento, ma spero che come per la maggior parte delle cose nella mia vita, riesca sostituire il talento con l'impegno e la dedizione. Se riuscirò a farlo o meno, non sarò io a giudicarlo ma, per quest'anno, i regali che farò avranno un tocco molto personale. Voi cosa preferite? Vi piace incartare voi stessi i regali di Natale o preferite affidarvi alle mani esperte delle commesse e delle volontarie? Fatemi sapere cosa pensate nei commenti qui sotto, ogni vostro commento sarà un bellissimo regalo di Natale per me. Vi abbraccio calorosamente e vi auguro un bellissimo, gioiosissimo, felicissimo e tanto issimo Natale!



ENGLISH

The story of this article begins a few months ago when on a cold and wet day of autumn I met my friend Francesca. She brought me a gift, a majestically wrapped gift that I eagerly discovered to be a recipe book for desserts. My friend Francesca, also a blogger, following my posts and my attempts as a novice pastry, decided to support my effort with a famous book of easy-to-prepare cakes. She has many talents and one of these is to wrap and pack beautiful gifts. She has a manual skill to be envied and I confess that as a trusted and old friend I have envied her talent very much. As you will understand from the photos, I opened her gift to find out what it consisted of and then I decided to wrap it again in the most clumsy way I was able to, because I knew I wanted this gift under my Christmas tree. But what is envy if it does not generate emulation? A completely useless feeling and since I hate useless things, I decided to look around for pictures on pinterest, watch tutorials on youtube, invent unprecedented techniques and wrap the presents I would have done at Christmas in my turn. I usually went to supermarkets where Red Cross volunteers packed gifts in exchange for small donations, but this year with a great desire and will, I decided to do it myself. In the end, in a battle where countless rolls of colored paper, miles of twine, dozens of decorations, meters of adhesive tape and finally my manicure lost their life, I managed to create something that I hope someone will deem suitable to show off under the Christmas tree. Of course, I do not even come close to the creations of my friend Francesca, because as I already said, she has talent, but I hope that as with most things in my life, I can replace talent with commitment and dedication. Whether I can do it or not, I won't judge it but, for this year, the gifts I will make, will have a very personal touch. What do you prefer? Do you like wrapping Christmas gifts yourself or do you prefer to rely on the expert hands of sales assistants? Let me know what you think in the comments below, your comments will be a beautiful Christmas gift for me. I warmly embrace you and wish you the most beautiful, the most joyous, the happiest and the most in everything Christmas!



ROMÂNĂ

Povestea acestui articol începe acum câteva luni, când într-o zi rece și umedă toamna, am intalnit-o pe prietena mea Francesca. Mi-a adus un cadou, un cadou împachetat maiestuos pe care am descoperit cu nerăbdare să fie o carte de rețete pentru deserturi. Prietena mea Francesca, tot bloggeră si ea, în urma postărilor și  încercărilor mele de cofetareasa novice a decis să-mi sprijine intentia cu o carte faimoasă de prăjituri ușor de preparat. Ea are multe talente, iar unul dintre acestea este acela de a împacheta, realiza si confectiona cadouri frumoase. Are o abilitate manuală de invidiat și mărturisesc ca eu , ca prietena de încredere și de veche data, am invidiat mult talentul ei. După cum veți înțelege din fotografii, i-am deschis cadoul pentru a afla în ce constă și apoi am decis să îl impachetez din nou în modul cel mai stângaci de care eram capabila pentru că știam că îmi doream acest cadou sub bradul meu de Crăciun. Dar ce este invidia dacă nu generează emulație? Un sentiment complet inutil și, din moment ce eu urăsc lucruri inutile, am decis să caut în jur imagini pe pinterest, sa vizionez tutoriale pe youtube, să inventez tehnici inedite și sa confectionez cadourile pe care le-aș fi făcut la Crăciun la rândul meu. Obișnuiam să merg la supermarketuri, unde voluntarii Crucii Roșii ambalau cadouri in schimbul a mici donații, dar anul acesta cu ,ult elan si o mare dorinta, am decis sa le ambalez eu singura. La final, într-o luptă în care nenumărate rulouri de hârtie colorată, kilometri de sfoară, zeci de decorații, metri de bandă adezivă și, în sfârșit, manichiura mea, si-au lasat pielea, am reușit să creez ceva pe care sper că cineva îl va considera decent de a fi afisat sub copacul de Craciun. Desigur, nici măcar nu mă apropii de creațiile prietenei mele Francesca, pentru că așa cum am mai spus, are talent, dar sper că, la fel ca în majoritatea lucrurilor din viața mea, să pot înlocui talentul cu angajament și dăruire. Fie că o pot face sau nu, nu voi fi eu cea care judeca, însă, pentru acest an, cadourile pe care le voi oferi vor avea o notă personală. Voi ce preferati? Va place să împachetati singuri cadourile de Crăciun sau preferati să va bazati pe mâinile experte ale asistenților de vânzări? Spuneti-mi ce credeti în comentariile de mai jos, comentariile voastre vor fi un cadou frumos de Crăciun pentru mine. Vă îmbrățișez călduros și vă doresc un Crăciun foarte frumos, foarte vesel, foarte fericit și foarte in toate!












Non dimenticate per favore di seguirmi su Facebook, Instagram e Pinterest 

Don't forget to follow me on Facebook, Instagram e Pinterest.

Nu uitati sa ma urmariti pe Facebook, Instagram e Pinterest.










I link presenti in questa mail non sono stati sponsorizzati, hanno solo uno scopo conoscitivo. 
The links on this post are not sponsored, they have only a cognitive purpose.


Monday, December 16, 2019

Capodanno glamour con Manzara







Ciao carissimi lettori,
Dicembre è ormai arrivato da un po’ e credo che ormai tutti stiamo pensando alle feste. Io ho già addobbato completamente la casa e ho cominciato a pensare a cosa fare per il Capodanno. Voglio divertirmi molto e voglio vivere intensamente questo momento. Un anno se ne va e un altro nuovo completamente sconosciuto arriva che va accolto con ottimismo e positività. Pensavo di festeggiare, fare un party e divertirmi tanto, quindi subito sono andata a controllare le tendenze fashion per Capodanno e trovare il prescelto fra tanti abiti da cerimonia. Quest’anno fanno ancora tendenza le pailletes e un vestito dorato, argentato, rosato e perché no anche nero con tanti piccoli brillantini potrebbe essere la scelta perfetta per una festa animata e vivace. I colori designati come colori preferiti per questo momento sono il colore oro, argento, mettalics, rosso, l’eterno e immortale nero e come nuova scoperta abbiamo il bianco che vorrebbe regnare sulle nostre scelte per il nostro guardaroba. Per quanto riguarda le forme, le tendenze sono molto ampie e vanno da completi per la sera, vestiti lunghi, vestiti corti, maglioni portati come vestito, assisteremo anche ad un ritorno della lingerie in vista, tutte accompagnate da paillettes, piume, pizzo nero con il raso bianco e tanti, tantissimi accessori. Giocheremo con i contrasti, le textures e magari decideremo di sposare la tendenza bourgeois tanto alla moda adesso con i nostri stivali preferiti. Riflettendo su questo tema mi domandavo dove avrei trovato tutto questo e tutto quello che avrei desiderato e mi è venuto in mente il sito Manzara che non mi ha mai deluso e mi ha fornito tante occasioni per gioire. Ho controllato le loro proposte e ho notato che hanno tutto quello che serve per vestire un favoloso Capodanno. Ho trovato tanti vestiti da cerimonia, lunghi, corti, tute elegantissime per creare un completo da sera perfetto per accogliere in grande l’anno nuovo. Non dovete andare a visitare questo sito solo per cercare un vestito per il Capodanno perché Manzara offre tutto quello che serve ad un uomo o una donna per vestirsi bene indipendentemente dalla stagione, taglia, tendenze o gusti. Inoltre troverete anche un’ampia scelta di accessori, intimo, borse, scarpe e già che ci siete non dimenticate di controllare i saldi. Per coloro che hanno trovato il vestito che fa per la loro cerimonia o semplicemente hanno trovato qualcosa di carino e irresistibile ho una buona notizia. Ecco a voi un codice sconto del 5% valido su TUTTO e per sempre. Inserite il codice MFGO e avrete uno sconto del 5% su tutto quello che desideriate.
Non mi rimane altro da fare che augurarvi buon shopping, buon divertimento e un mese di dicembre caloroso e generoso.


Codice MFGO per uno sconto del 5% validità illimitata











ENGLISH

Hello dear readers,
December is here for a while now and I believe that by now we are all thinking about holidays. I've already decorated the house completely and started thinking about what to do for the New Year. I want to have a lot of fun and I want to live this moment intensely. A year goes away and another new, completely unknown arrives that should be welcomed with optimism and positivity. I thought about celebrating, having a party and having a lot of fun, so I immediately went to check out New Year's fashion trends and find the chosen one among so many party dresses. This year the trend says sequins and a gilded, silvered, rosé dress and why not even black with lots of little glitter could be the perfect choice for a lively and intense party. The colors designated as favorite colors for this moment are the color gold, silver, mettalics, red, the eternal and immortal black and as a new discovery we have the white that would like to reign over our choices for our wardrobe. As for the shapes, the trends are very wide and go from evening suita, long dresses, short dresses, sweaters worn as dresses, we will also see a return of the lingerie in sight, all accompanied by sequins, feathers, black lace with white satin and many, many accessories. We will play with contrasts, textures and maybe we will decide to marry the bourgeois trend so fashionable now with our favorite boots. Reflecting on this theme, I wondered where I would find all this and everything I wanted and the Manzara site came to mind that never disappointed me and provided me with so many opportunities to rejoice. I checked their proposals and noticed that they have everything one needs to dress up a fabulous for New Year's Eve. I found many ceremonial dresses, long, short, very elegant suits to create a perfect evening outfit to welcome the new year with style. You don't have to visit this site just to look for a New Year's outfit because Manzara offers everything a man or woman needs to dress well regardless of the season, size, trends or tastes. In addition you will also find a wide selection of accessories, underwear, bags, shoes and while you're at it, don't forget to check the sales. For those who have found the dress that makes for their ceremony or simply found something nice and irresistible, I have good news. Here is a 5% discount code valid on EVERYTHING and forever. Enter the MFGO code and you will get a 5% discount on everything you desire.
There is nothing left for me to do but to wish you good shopping, good fun and a warm and generous December.

MFGO code for a 5% discount, unlimited validity




#ad #collaborazione #collaboration







Disclaimer:
IT: Questo post è una collaborazione occasionale. Le denominazioni, immagini ed eventuali link presenti sono anche a scopo informativo.
ENG: This post is an occasional collaboration. Denominations, pictures and links present in this article serve also for an informative purpose

Monday, December 9, 2019

Il nome della rosa dal mio punto di vista / The name of the rose from my point of view


Carissimi lettori,
Oggi ritorno con una recensione di libro. Il libro di cui voglio parlarvi oggi è Il nome della rosa, un libro famoso che ha ispirato anche un film altrettanto famoso con Sean Connery nei panni di Guglielmo, il personaggio principale. Cerco di strutturare nella mia testa questa recensione da parecchio tempo ma non è facile parlare di un libro di Umberto Eco. Questo libro è un libro magistrale, un monumento della letteratura universale dove ogni parola è nel posto giusto con uno scopo preciso. Non è un libro facile da leggere per via delle sue 500 pagine, per le frasi in latino, tedesco e francese, per l'importante contenuto storico e per il vocabolario fedele all'epoca. 
In sostanza il romanzo si presenta come un giallo storico ma è carico di contenuto filosofico, religioso e artistico. Il romanzo inizia con la storia di un manoscritto ritrovato che narra la storia di una serie di assassini apparentemente inspiegabili in un piccolo monastero benedettino del Piemonte popolato da personaggi eccentrici, segreti e misteri dolorosi. Al centro della vicenda abbiamo la biblioteca come punto focale per risolvere il mistero dei crimini che però è l'unico posto inaccessibile ai nostri monaci investigatori. 
I personaggi chiave di questo romanzo sono il monaco francescano inglese Guglielmo da Baskerville, il suo allievo Adso da Melk che racconta la storia nel suo manoscritto, Abbone da Fossanova, abate del monastero, Malachia da Hildesheim, l'intransigente bibliotecario che custodisce i suoi libri come un prezioso tesoro, Jorge da Burgos, monaco anziano e cieco e grande conoscitore dei segreti del monastero, l'erborista Severino, Salvatore e Remigio due monaci ex-dolciniani e infine l'intransigente, crudele e arrogante inquisitore dell'ordine domenicano, Bernardo Gui. Parlando di Bernardo Gui, anche se il suo ruolo nel risolvere i delitti è praticamente inesistente, questo personaggio è fondamentale nell'illustrare il tormento religioso dell'epoca. Confesso di non conoscere molto la storia della chiesa cattolica e leggendo questo libro ho avuto subito il desiderio di sapere di più. 
Le considerazioni teologiche e filosofiche elencate in questo libro sono allo stesso tempo illuminanti e terrificanti, innovative e ottuse. Il filo centrale che anima le discussioni e le divergenze dei nostri personaggi è la passione, il fervore e la convinzione cieca di essere nel giusto. 
Umberto Eco ha costruito in questo romanzo un universo molto ricco, intricato, realizzato su diversi piani di lettura e riflessione. Questo romanzo è un buon giallo, un buon romanzo storico, un buon libro filosofico e un buon trattato sulle religioni. Non intendo fare uno spoiler e indicarvi o suggerire il finale perché chiunque intenda leggere questo libro, merita di vivere l'intensità di un finale epico. 
Consiglio questo libro per la precisione delle informazioni storiche, il grande lavoro di documentazione, la qualità dei dialoghi, i personaggi unici, singolari e affascinanti, le descrizioni accurate e le riflessioni filosofiche. 
Come conclusione voglio solo dire che leggere questo libro è stata una delle decisioni più vissute della mia vita, mi ha arricchito culturalmente e personalmente ad un livello che non sarà facilmente raggiungibile nel futuro. 


ENGLISH

Dear readers,
Today I'm back with a book review. The book I want to talk to you about today is The Name of the Rose, a famous book that also inspired an equally famous film with Sean Connery as William, the main character. I've been trying to structure this review in my mind for a long time but it's not easy to talk about a book by Umberto Eco
This book is a masterful book, a monument of universal literature where every word is in the right place with a specific purpose. It is not an easy book to read because of its 500 pages, for the sentences in Latin, German and French, for the important historical content and for the vocabulary faithful to the period in question. In essence, the novel appears as a historical mystery book but is enriched with philosophical, religious and artistic content
The novel begins with the story of a rediscovered manuscript that tells the story of a series of seemingly inexplicable assassins in a small Benedictine monastery in Piedmont populated by eccentric characters, secrets and painful mysteries. At the center of the story we have the library as a focal point for solving the mystery of the crimes which is the only place inaccessible to our investigating monks. 
The key characters in this novel are the English Franciscan monk William of Baskerville, his pupil Adso da Melk who tells the story in his manuscript, Abbone da Fossanova, abbot of the monastery, Malachy of Hildesheim, the intransigent librarian who guards his books like a precious treasure, Jorge da Burgos, an elderly and blind monk and a great connoisseur of the secrets of the monastery, the herbalist Severino, Salvatore and Remigio, two ex-Dolcinian monks and finally the intransigent, cruel and arrogant inquisitor of the Dominican order, Bernardo Gui. Speaking of Bernardo Gui, although his role in solving crimes is practically non-existent, this character is fundamental in illustrating the religious torment of the time. I confess that I don't know much about the history of the Catholic Church and, reading this book, I immediately wanted to know more. 
The theological and philosophical considerations listed in this book are both illuminating and terrifying, innovative and witless. The central thread that animates the discussions and the differences of our characters is the passion, the fervor and the blind conviction of being right.
In this novel Umberto Eco has constructed a very rare, intricate universe, realized on different levels of reading and reflection. This novel is a good thriller, a good historical novel, a good philosophical book and a good treaty on religions. I do not intend to spoil and show or suggest the ending because anyone who intends to read this book deserves to experience the intensity of an epic finale.
I recommend this book for the accuracy of historical information, the great work of documentation, the quality of the dialogues, the unique, singular and fascinating characters, the accurate descriptions and the philosophical reflections.
As a conclusion I just want to say that reading this book was one of the most lived decisions of my life, it enriched me culturally and personally at a level that will not be easily reachable again in future.











Disclaimer e premesse / Disclaimer and premises
IT:Questo post non ha scopi commerciali e non incoraggia vendite, denominazioni, immagini ed eventuali link presenti sono solo a scopo informativo. Le immagini ritraggono un prodotto acquistato regolarmente che ho valutato in quanto consumatore e lettore. Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, vi chiedo cortesemente di menzionare la fonte.
ENG: This post has no commercial purposes and does not encourage sales, names, pictures and eventual links are present only for an informative purpose. The images depict a regularly purchased product that I have evaluated as a consumer and reader.This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.

Monday, December 2, 2019

11 Cose che non sapevate di me / 11 Things you didn't know about me

Ciao carissimi lettori,
Oggi voglio finalmente rispondere alla nomination della mia amica blogger Deria di https://www.deriasworld.com che ha scelto anche me nel giro dei post "11 cose che non sapevate di me". Colgo l'occasione di ringraziare Deria per aver pensato a me, la fiducia che ripone in me e il suo aiuto come blogger mi lusingano molto.

Adesso cominciamo rispondendo alle domande:

1. Cosa non mi piace del mio carattere? Inizio dicendo che non è una cosa sola e quindi faccio anche un po' fatica scegliere :P. Sono troppo pignola a volte e questo mi fa perdere del tempo, in certe situazioni perdo la pazienza e mi arrabbio e quando questo succede provo pietà per chi sta sulla mia strada haha. Però la cosa che odio di più del mio carattere è il fatto che mi rimangio la parola quando si tratta di perdono e quindi è capitato più di una volta di aver perdonato lo stesso errore in una persona, sbaglio che inizialmente avevo promesso di perdonare più.

2. Qual'è la mia più grande ossessione?
Chiedere ad una persona con tendenze ossessivo compulsive qual'è la sua più grande ossessione e come chiedere a Adrian Monk (il detective nella serie Detective Monk) quale fosse la sua più grande fobia ahaha Dai, sul serio adesso, la mia più grande ossessione è, lo è sempre stata e credo che resterà sempre la paura di sbagliare. Io temo di non aver mai dato il massimo, di aver trascurato qualcosa, di essere stata disattenta e quindi di aver omesso qualcosa.

3. Hai dei segreti che nessuno conosce?
La mia risposta è NO e non perché io non abbia dei segreti ma perché per ogni mio segreto, c'è una persona o al massimo due che ne sono a conoscenza e che quindi sono diventate i miei complici.

4. Qual'è la mia più grande realizzazione nella vita?
Anche qui faccio fatica a scegliere una sola cosa perché mi sento realizzata per certi versi sotto tanti aspetti,  amo e sono amata, ho una laurea in una disciplina che mi appassiona molto, ho viaggiato molto in tanti parti del mondo, ho degli amici incredibili, parlo, scrivo e leggo diverse lingue straniere (più di quante ne possiate leggere sul mio blog), ho avuto e ho l'occasione di lavorare ma anche di godermi momenti di relax e godimento quindi come possiate vedere, scegliere non è cosi facile. Non lo è perché dovrei dare più importanza ad una sola parte della mia vita e non riesco a farlo.

5. Cosa mi fa felice? Qui è difficile rispondere perché dovrei raccontare parti della mia vita che non ho ancora il coraggio di condividere e visto che posso raccontarvi cosa potrebbe veramente farmi felice, vorrei parlarvi delle piccole cose che mi fanno stare bene e mi fanno sentire contenta di essere me: leggere, scrivere, viaggiare, cucinare, truccarmi, scegliere delle belle cose, per me e per altri, ascoltare musica, guardare film, incontrare amici e fermarmi per una chiacchierata.

6. Qual'è la mia star preferita? Oddio, non ho solo una, apprezzo molto certi attori per il loro lavoro e per l'impegno nel sostenere l'ambiente, attori che hanno donato molto nelle campagne di raccolta fondi come Keanu Reeves, Leonardo di Caprio, Angelina Jolie. Diciamo che apprezzo molto chiunque oltre il suo lavoro faccia qualcosa anche per il prossimo e per migliorare il mondo.

7. Credo nella fortuna? Bhe, quando ero adolescente avrei risposto subito NO  e avrei detto che sta a noi costruirci la fortuna, adesso dopo aver vissuto certe esperienze, lavoro, salute, famiglia ho capito che la fortuna c'entra e a volte c'è quella botta di culo che ti tira fuori dalle situazioni più difficili e impreviste.

8. Professione da sogno e motivazione
Visto che parliamo della professione da sogno e quindi non deve per forza avere a che vedere con la preparazione e il lavoro attuale, direi attrice, mi sarebbe sempre piaciuto fare l'attrice e magari lavorare insieme a delle grandi star.

9. Cosa fai quando sei distratta?
Prima di tutto mi capita raramente essere distratta anche perché mi piace avere tutto incastrato in un piano ben creato e organizzato, quando invece mi ritrovo allo sbaraglio e quindi distratta è probabile che chiami qualcuno solo per parlare e far passare il tempo.

10. La mia serie Tv preferita - nessuna. Purtroppo non trovo mai il tempo per seguire una serie Tv. Cerco sempre di registrare i film che mi piacciono e vederli quando ho tempo, oppure crearmi un po' di spazio e andare al cinema ma non avrei mai il tempo di guardare una serie Tv fatta di centinaia di puntate, e forse anche se avessi tutto questo tempo, per come sono fatta io sicuramente lo userei per leggere, cucinare, visitare e scrivere sul mio blog.

11. Che domande mi aspetterei da voi? Qualsiasi domanda voi possiate avere per me e qualunque essa sia, io prometto di rispondere con la massima franchezza.

Non intendo nominalizzare nessuno anche perché essendo un post abbastanza privato non vorrei creare alcun disagio. Quindi chiunque abbia voglia di raccontarsi in un post simile, è il mio invitato a rispondere a queste domande con grande sincerità. Sicuramente aiuterà a conoscerci meglio e a sentirci più in armonia e sintonia. Io vi ringrazio per la vostra attenzione, vi saluto e non vedo l'ora di conoscerci meglio.


Dear friends, I am not at my best in this period, therefore I will not translate to English this post and I have to ask you my readers to use Google Translator or other applications in order to read my post. I am sure you will understand and I greet you warmly. 











Disclaimer e premesse / Disclaimer and premises
IT: Questo post non ha scopi commerciali e non incoraggia vendite, denominazioni, immagini ed eventuali link presenti sono solo a scopo informativo. Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, chiedo cortesemente di menzionare la fonte.
ENG: This post has no commercial purposes and does not encourage sales, names, pictures and eventual links are present only for an informative purpose. This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.