Blog Archive

Monday, November 30, 2020

Pollo aromatizzato e uovo in camicia su letto di riso basmati / Flavored chicken and poached egg on a bed of basmati rice / Pui aromatizat și ou pocat pe pat de orez basmati



Ciao carissimi lettori,

Oggi ritorno con un post gastronomico, un piatto semplice, sano e aromatizzato. Nella mia cucina prediligo la carne bianca e soprattutto la carne di pollo e mi piace cucinarla in tanti modi diversi. No ho mai amato usare gli aromi artificiali, dadi e cose varie e per questo motivo in casa ho sempre una vasta scelta di erbe aromatiche e spezie. Se anche a voi piace la carne bianca e amate la cucina aromatizzata, credo che la mia ricetta per un petto di pollo aromatizzato con uovo in camicia su letto di riso basmati, potrebbe interessarvi.

Ingredienti per 3 porzioni: un petto di pollo grande di circa 500 gr. tagliato in tre fette spesse, 300 gr riso basmati, 3 uova grandi, 2 spicchi d’aglio, olio d’oliva, un paio di rametti di timo, una manciata di basilico greco, alcune foglioline di menta, sale grosso, pepe da macinare

Preparazione: Condire la carne con sale grosso, pepe e olio d’oliva lasciandola marinare una decina di minuti. Nel frattempo pulire l’aglio per poi schiacciarlo in un mortaio con l’aggiunta di sale grosso e olio d’oliva. Mescolare il composto ottenuto fino ad ottenere un olio denso e aromatizzato. Tritare finemente le erbe aromatiche lasciandole da parte per il momento. Riscaldare una padella antiaderente aggiungendo dell’olio d’oliva. Adagiare il petto di pollo per farlo dorare su entrambi i lati. Cucinare la carne a fuoco medio. Bollire il riso basmati in acqua salata secondo le istruzioni sulla confezione. Una volta che la carne è dorata aggiungere la salsa all’aglio e dopo un minutino anche le erbe aromatiche. Cucinare per un altro minuto in modo che gli aromi penetrino la carne per poi toglierla dal fuoco. In un pentolino piccolo adatto alla cottura delle uova in camicia far bollire l’acqua. In tre tazze piccole adagiate tre pezzi di pellicola e rompere un uovo all’interno di ogni tazza. Chiudere la pellicola con un filo resistente in modo da formare un piccolo palloncino con l’uovo crudo all’interno. Quando l’acqua raggiunge il livello di bollore inserire i piccoli palloncini e farli cucinare a fuoco medio per 2 minuti. è importante ricordare che la cottura dell’uovo in camicia dipende dalla grandezza dell’uovo e del pentolino in cui va bollito. Su un piatto piano va steso un letto di riso basmati, per poi adagiare la carne di petto di pollo cotta e l’uovo in camicia dopo averlo liberato dalla pellicola. Aggiungere dell’altro pepe se necessario. Buon appetito!

 

ENGLISH

Hello dear readers,

Today I return with a gastronomic post, a simple, healthy and flavored dish. In my kitchen I prefer white meat and especially chicken meat and I like to cook it in many different ways. I have never loved using artificial flavors, seasonings and similar things and for this reason I always have a wide choice of aromatic herbs and spices at home. If you also like white meat and love flavored cooking, I think my recipe for a chicken breast flavored with poached egg on a bed of basmati rice might interest you.

Ingredients for 3 portions: a large chicken breast of about 500 gr. cut into three thick slices, 300 g basmati rice, 3 large eggs, 2 cloves of garlic, olive oil, a couple of sprigs of thyme, a handful of Greek basil, a few leaves of mint, coarse salt, ground pepper

Preparation: Season the meat with coarse salt, pepper and olive oil, leaving it to marinate for about ten minutes. Meanwhile, clean the garlic and then crush it in a mortar with the addition of coarse salt and olive oil. Blend the mixture obtained until a thick and flavored oil is obtained. Finely chop the herbs, leaving them aside for the time being. Heat a non-stick pan by adding olive oil. Place the chicken breast to brown on both sides. Cook the meat over medium heat. Boil the basmati rice in salted water according to the instructions on the package. Once the meat is golden, add the garlic and oil sauce and after a minute also the aromatic herbs. Cook for another minute so that the aromas penetrate the meat and then remove it from heat. In a small saucepan suitable for cooking poached eggs, boil the water. In three small cups lay three pieces of plastic wrap and break an egg inside each cup. Close the film with a strong thread to form a small balloon with the raw egg inside. When the water reaches boiling temperature, insert the small balloons and cook them over medium heat for 2 minutes. It is important to remember that cooking poached eggs depends on the size of the egg and the saucepan in which are being boiled. A bed of basmati rice should be spread on a flat plate, and then lay the cooked chicken breast meat and the poached egg after having freed it from the film. Add more pepper if necessary. Enjoy your meal!


ROMANA

Ciao dragi cititori,

Astăzi mă întorc cu o postare gastronomică, un fel de mâncare simplu, sănătos și aromatizat. În bucătăria mea prefer carnea albă și mai ales carnea de pui și îmi place să o gătesc în multe moduri diferite. Nu mi-a plăcut niciodată să folosesc arome artificiale, vegeta și lucruri similare și din acest motiv am întotdeauna o gamă largă de ierburi aromate și condimente acasă. Dacă si voua va place și carnea albă și va place să gătiti cu arome, cred că s-ar putea să te intereseze rețeta mea pentru un piept de pui aromat cu ou poșat (poché) pe un pat de orez basmati.

Ingrediente pentru 3 porții: un piept mare de pui de aproximativ 500 gr. tăiat în trei felii groase, 300 g orez basmati, 3 ouă mari, 2 căței de usturoi, ulei de măsline, câteva crenguțe de cimbru, o mână de busuioc grecesc, câteva frunze de mentă, sare mare, piper măcinat

Mod de preparare: Condimentați carnea cu sare groasă, piper și ulei de măsline, lăsând-o la marinat timp de aproximativ zece minute. Între timp, curățați usturoiul și apoi zdrobiți-l într-un mortar adaugand de sare groasă și ulei de măsline. Amestecați compozitia obținuta până când devine un ulei gros și aromat. Tocati mărunt ierburile, lăsându-le deocamdată deoparte. Încălziți o tigaie antiaderentă adăugând ulei de măsline. Așezați pieptul de pui să se rumenească pe ambele părți. Gatiti carnea la foc mediu. Se fierbe orezul basmati în apă sărată conform instrucțiunilor de pe ambalaj. Odată ce carnea este rumenita, adăugați sosul de usturoi și ulei și după un minut și ierburile aromate. Gatiti inca un minut, astfel incat aromele sa patrunda in carne si apoi luati-o de pe foc. Într-o cratiță potrivită pentru a găti ouă posate, fierbeți apa. În trei cesti mici așezați trei bucăți de folie de plastic și spargeți un ou în fiecare cească. Închideți folia cu un fir puternic pentru a forma un mic balon cu oul crud în interior. Când apa atinge temperatura de fierbere, introduceți baloanele mici și gătiți-le la foc mediu timp de 2 minute. Este important să ne amintim că prepararea ouălor poché depinde de mărimea oului și a cratiței în care se fierbe. Intindeti un pat de orez basmati pe o farfurie plată, apoi puneți carnea de piept de pui gătită și oul poșat după ce a fost eliberat din folie. Adăugați mai mult piper dacă este necesar. Pofta bună!














Premesse/ Premises

IT: Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, vi chiedo cortesemente di menzionare la fonte.

ENG: This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.

Monday, November 23, 2020

Solo Cose Belle - Novembre / Only beautiful things - November


Ciao carissimi lettori,

Oggi torno da voi con un nuovo post relativo a "Solo Cose Belle". Visto che questo mese le cose sono andate peggio ancora rispetto ai mesi precedenti e la mappa del paese è un arcobaleno in colori caldi mi sono domandata a lungo quali potrebbero essere le cose belle di questo mese. L'evoluzione della situazione epidemiologica non ci ha allontanati solo per via delle restrizioni ma ha alzato delle barriere e ha limitato profondamente la nostra solidarietà e umanità. In questi giorni ho dovuto sentire cose del tipo  "non mi posso rinchiudere in casa per salvare la vita di pochi", "apriamo tutto", "lasciamo fare alla selezione naturale" e tante altre frasi simili professate da persone che non hanno problemi di salute e che non rientrano fra le categorie maggiormente a rischio. Io vorrei solo chiedere a queste persone cosa ne penserebbero e cosa ne direbbero se le persone a rischio fossero loro o i loro cari e intorno a loro avessero solo persone che professano la selezione naturale?

Ho parlato di questo solo per farvi capire perché mi è tanto difficile trovare delle cose belle questo mese. Posso uscire di casa solo per andare a lavorare, andare in farmacia, dal medico o in ospedale. Posso ancora farmi arrivare a casa tutto quello che mi serve e desidero. Ecco perché nonostante tutte le restrizioni, ho deciso di approfittare il più possibile di tutto questo tempo libero che mi trovo per le mani e leggere. I libri sono stati i miei migliori amici sin da quando ero bambina, da scolaretta studiavo per essere premiata e ricevere in dono libri, poi da grande frequentavo tutte le biblioteche per prendere in prestito i libri e spendevo i soldi che mi guadagnavo lavorando o ricevevo in regalo per acquistare questi preziosi oggetti che racchiudono dentro le loro pagine pensieri e concetti importanti. Ecco perché come cosa bella questo mese ho fatto un ordine più consistente del solito su IBS, il mio sito preferito quando si parla di libri. Sicuramente avrete notato fra i miei acquisti due opere scritte da vincitori di premio Nobel, "Le Rane" di Mo Yan e "Preghiera per Cernobyl" di Svetlana Aleksievic ma tutti gli altri libri hanno delle ottime recensioni.

Voi siete riusciti a trovare delle cose belle questo mese? Quali sono?


ENGLISH

Hello dear readers,

Today I come back to you with a new post on "Only beautiful things". As things got even worse this month than in previous months and the map of the country is a rainbow in warm colors, I wondered for a long time what the beautiful things could be this month. The evolution of the epidemiological situation has not distanced us only because of the restrictions but has raised barriers and profoundly limited our solidarity and humanity. In recent days I have had to hear things like "They can't lock me inside the house to save the lives of few people", "let's open everything", "let's leave it to natural selection" and many other similar phrases professed by people who have no health problems and that are not among the categories most at risk. I would just like to ask these people what they would think and what would they say if the people at risk were them or their loved ones and around them have only people who profess natural selection?

I only talked about this to make you understand why it is so difficult for me to find beautiful things to talk about this month. I can only leave the house to go to work, go to the pharmacy, to the doctor or to the hospital. I can still get everything I need and want directly to my home. That is why despite all the restrictions, I have decided to take advantage as much as possible of all this free time I have now and read. Books have been my best friends since I was a child, as a schoolgirl I studied to be rewarded and receive books as a gift, then when I grew up I went to all libraries to borrow books and spent the money I earned working or receiving in gift to buy these precious objects that contain important thoughts and concepts within their pages. That's why as a beautiful thing this month I placed a larger order than usual on IBS, my favorite site when it comes to books. Surely you have noticed among my purchases two works written by Nobel Prize winners, "Frog" by Mo Yan and "Chernobyl Prayer" by Svetlana Aleksievic but all the other books have excellent reviews.

Were you able to find some nice things this month? Which ones are they?





Con questo post partecipo all'iniziativa Solo Cose Belle di Fiorediccollina.

With this post I partecipate to the Only Beautiful Things initiative by Fioredicollina






#solocosebelle





Premesse/ Premises

IT: Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, vi chiedo cortesemente di menzionare la fonte.

ENG: This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.

Tuesday, November 17, 2020

Un modo facile di rimuovere il trucco - recensione gel struccante Estratti di Bellezza di Bottega Verde

 


Ciao carissimi lettori,

Oggi sono qui per recensire un altro prodotto di skin care del marchio Bottega Verde. Come probabilmente avreste già notato, questo marchio è uno dei miei brand preferiti quando si parla di cura della pelle, cura del viso, cura del corpo e detersione viso e corpo. Stavolta vorrei recensire un altro prodotto che sto usando con piacere da un paio di anni ormai sia in formato full sia in formato mini adatto ai viaggi. Il prodotto è il Gel struccante viso e occhi al Quillaia Estratti di Bellezza. Questo prodotto va usato sia per detergere, sia per struccare viso e occhi. Questo post non è sponsorizzato e il prodotto non mi è stato omaggiato ma l’ho sempre acquistato io utilizzando diversi sconti.

Informazioni dal produttore: Questo gel ha una formula delicata ed è ideale per detergere il viso ed eliminare ogni traccia di trucco anche dagli occhi. Grazia alla sua formula oftalmologicamente testata non brucia e non crea fastidio. Realizzato con estratto di Quillaia, conosciuto anche come legno di Panama, famoso per le saponine vegetali che vengono sintetizzate dalla sua corteccia, questo prodotto offre una detersione naturale.

Consigli d’uso: massaggiare una piccola quantità sul viso inumidito fino ad ottenere una leggera schiuma e poi risciacquare accuratamente.

Packaging: disponibile nella versione full size con erogatore contenente 200 ml e anche in versione mini size con tappo a vite contenente 30 ml di prodotto

Colore e consistenza: Si presenta come un gel denso, traslucido di colore marrone

Prezzo: la versione full size costa 14,99 a prezzo pieno ma spesso si trova scontata intorno al 50%, io l’ho comprata sempre per poco più di 7€. La versione mini size costa invece 2,49 a prezzo pieno ma io di solito la compravo ad 1 euro.

P.A.: 12 mesi dalla apertura

INCI: non contiene parabeni, cessori di formaldeide ne oli minerali

Reperibilità: negozi Bottega Verde (ancora chiusi), sito dell’azienda, Amazon, internet altri rivenditori

Valutazione personale: Prima di tutto devo dirvi che uso questo prodotto da un paio di anni almeno. Ho iniziato per caso con la versione mini in un momento in cui cercavo un metodo facile di struccarmi durante le vacanze e me ne sono innamorata di questo prodotto tanto da comprarlo anche in versione full size un paio di volte. La parte che mi piace di più è il fatto che deterge la pelle e rimuove il trucco allo stesso tempo. Mi bastava massaggiare la pelle e gli occhi una decina di secondi per rimuovere completamento il trucco, anche il mascara e l’eyeliner. La pelle rimane pulita, morbida e liscia. Mi piace molto anche il profumo, fresco, naturale, di piante verdi. Io ho una pelle che d’estate è relativamente grassa e d’inverno si secca e mi sono trovata sempre bene ad usare questo prodotto perché è indicato per tutti i tipi di pelle. A casa tengo questo prodotto nella doccia insieme agli altri prodotti per l’igiene e lo uso sempre la sera quando faccio la doccia e non ho tempo o voglia di struccarmi normalmente. Da questo punto di vista, questo gel è molto comodo. La versione mini size invece mi è sempre stata utile nei miei viaggi, purtroppo in questo momento la versione mini non è più disponibile online ma spero lo tornerà presto. Anche se ci sono diversi altri gel per la pulizia del viso della stessa marca, come il gel detergente Argan del Marocco, il detergente viso con olio di Rosa Mosqueta, il detergente viso Aloe, il gel struccante viso e occhi Emozioni Floreali e la novità gel detergente struccante viso Collagene Supreme, per il momento non ho voglia di cambiare. In una delle mie ordinazioni online, mi è stato offerto gratis uno dei gel nominati prima, quando finirò il mio prodotto, proverò anche quel gel, ma nel futuro acquisterò sicuramente di nuovo il gel struccante viso e occhi al Quillaia Estratti di Bellezza. Visto che può essere usato sia per struccare che per detergere il viso, lo ritengo un prodotto abbastanza economico sotto questo aspetto. Se consideriamo i diversi sconti, ritengo che ci sia un buon rapporto qualità – prezzo quando abbiamo uno sconto di circa 50%, altrimenti anche se il prodotto è molto buono, non pagherei il prezzo pieno solo per struccare e detergere il viso.

PRO: non irrita gli occhi, ideato sia in versione da bagno con un comodo erogatore, sia in versione mini e quindi travel friendly, strucca e deterge molto bene viso e occhi, lascia una pelle pulita e morbida, non contiene parabeni, cessori di formaldeide ne oli minerali, conveniente per il suo doppio utilizzo, buon rapporto qualità – prezzo quando scontato, comodo, pratico, facile da usare.

CONTRO: contiene profumo ed è costoso a prezzo pieno

Conclusione: Consiglio questo prodotto alle persone con poco tempo da dedicare la sera per struccare e detergere il viso oppure che cercano un prodotto che faccia entrambe le cose.

 

ENGLISH

Hello dear readers,

Today I am here to review another Bottega Verde skin care product. As you probably have already noticed, this brand is one of my favorite brands when it comes to skin care, face care, body care and face and body cleansing. This time I would like to review another product that I have been using with pleasure for a couple of years now both in full and mini size and travel friendly format. The product is the Quillaia face and eye make-up remover gel. This product is used both for cleansing and for removing make-up from the face and eyes. This post is not sponsored and the product has not been offered to me but I have always purchased it using different discounts.

Information from the manufacturer: This gel has a delicate formula and is ideal for cleansing the face and removing all traces of make-up even eye make-up. Thanks to its ophthalmologically tested formula, it does not burn and does not hurt the eyes. Made with Quillaia extract, also known as Panama wood, famous for the vegetable saponins that are synthesized from its bark, this product offers natural cleansing.

Directions for use: massage a small amount onto the moistened face until a light foam is obtained and then rinse thoroughly.

Packaging: available in full size version with dispenser containing 200 ml and also in mini size version with screw cap containing 30 ml of productColor and consistency: It looks like a thick, translucent brown colored gelPrice: the full size version costs 14.99 € at full price but is often discounted around 50%, I have always bought it for just over € 7. The mini size version costs 2.49 € at full price but I usually bought it for 1 euro.

P.A. : 12 months from the opening

INCI: does not contain parabens, formaldehyde releasers or mineral oils

Availability: Bottega Verde stores (still closed), company website, Amazon, other internet resellers

Personal evaluation: First of all I have to tell you that I have been using this product for a couple of years at least. I started by chance with the mini version at a time when I was looking for an easy method of removing make-up during the holidays and I fell in love with this product so much that I bought it even in full size version a couple of times. The part I like most is the fact that it cleanses the skin and removes makeup at the same time. It was enough for me to massage the skin and the eyes about ten seconds to completely remove the make-up, the mascara and the eyeliner included. The skin remains clean, soft and smooth. I also really like the scent, fresh, natural, of green plants. I have skin that is relatively oily during summer and dries a little bit during winter and I have always enjoyed using this product because it is suitable for all skin types. At home I keep this product in the shower together with other hygiene products and I always use it in the evening when I take a shower and I don't have time or desire to remove make-up normally. From this point of view, this gel is very handy. The mini size version has always been useful to me in my travels, unfortunately at this time the mini version is no longer available online but I hope it will be back again soon. Although there are several other facial cleansing gels from the same brand, such as Argan Moroccan Cleansing Gel, Facial Cleanser with Rosehip Oil, Aloe Facial Cleanser, Face and Eye Makeup Remover Gel Floral Emotions and the new gel Collagen Supreme make-up remover and cleanser, for the moment I don't want to change. In one of my online orders, I was offered one of the gels mentioned before for free, when I shall finish my product, I will also try that gel, but in the future I will certainly buy the Quillaia Beauty Extracts face and eye make-up remover gel again. Since it can be used both for removing make-up and for cleansing the face, I consider it a fairly inexpensive product in this respect. If we consider the different discounts, I think there is a good quality - price ratio when we have a discount of about 50%, otherwise even if the product is very good, I would not pay the full price just for removing make-up and cleansing the face.

PRO: does not irritate the eyes, designed both in bath version with a convenient dispenser, and in the mini version and therefore travel friendly, removes make-up and cleanses face and eyes very well, leaves a clean and soft skin, does not contain parabens, formaldehyde releasers nor mineral oils, convenient for its double use, good value for money when discounted, handy, practical, easy to use.

CONS: it contains perfume and is expensive when on full price

Conclusion: I recommend this product to people with little time to spend the evening to remove make-up and cleanse their face or who are looking for a product that does both.



INCI








Disclaimer:

IT: Questo post non ha scopi commerciali e non incoraggia vendite, denominazioni, immagini ed eventuali link presenti sono solo a scopo informativo.

ENG: This post has no commercial purposes and does not encourage sales, names, pictures and eventual links are present only for an informative purpose.



Tuesday, November 10, 2020

La libertà di parola ai tempi dei social / Freedom of speech in the era of social media


In questo periodo mi sono posta delle serie domande sulla libertà di parola e su come questa fosse cambiata per via dei canali di social media. Credo che a tutti è capitato di ricevere dei commenti offensivi o di essere aggrediti nei vari social media da utenti poco identificabili. Il bullismo era un fenomeno comprensibile ai tempi delle scuole superiori quando la paura e l'insicurezza di giovani ancora immaturi trovava sfogo in aggressioni verbali e fisiche. Il protrarsi di tali comportamenti dopo una certa età è preoccupante perché potrebbe concludersi in fenomeni molto spiacevoli. Io ho notato che questi comportamenti hanno trovato una via molto rapida di espansione attraverso i social e all'inizio ho pensato che finché si fermassero a commenti maliziosi e offese varie potrebbe anche essere una valvola di sfogo e da un certo punto di vista potrebbe risultare utili. Mi domandavo però quanto fosse lecito accettare che vi siano vittime di questi comportamenti, quanto la libertà di sfogo di una persona, e quindi in questo caso anche la sua libertà di parola avesse il diritto di recare un danno psicologico ad un altro essere umano. È vero che è un diritto poter parlare liberamente e quindi bisogna rispettare questo diritto ma è un diritto ancor più grande quello di non subire aggressioni e per questo motivo io ritengo che tutelare l'integrità di una persona sia prioritaria. Per questo motivo i social network dovrebbero migliorare le loro tecniche di individuare e combattere il bullismo ed eliminare l'esistenza di questi fantomatici troll. Io ritengo che i creatori di queste realtà, sono anche responsabili delle loro conseguenze. Una buona soluzione sarebbe quella di creare algoritmi che potessero individuare le parole offensive in diverse lingue e vietare la loro pubblicazione, tecnica già in atto quando si cerca di nominare certi personaggi che hanno causato genocidi in passato. In una conversazione sebbene di carattere argomentativo e litigioso, l'uso di parole offensive, discriminatorie e umilianti non è affatto necessario e opportuno. Limitare l'uso di certe parole a mio avviso non violerebbe affatto il diritto alla parola, anzi gioverebbe alla crescita intellettuale e personale del pubblico dei canali di social media. 

Voi cosa ne pensate? Avete mai subito bullismo o aggressioni online? Come vi ha fatto sentire subire simili esperienze? Ritenete che le misure adottate al momento dai diversi canali social siano sufficienti? Come andrebbe migliorata l'attuale situazione secondo voi?

 

ENGLISH

In these days I have been asking myself some serious questions about free speech and how it has changed due to social media channels. I think everyone has al least once received offensive comments or been attacked on various social media channels by unidentifiable users. Bullying was an understandable phenomenon in high school days when the fear and insecurity of still immature young people found an outburst in verbal and physical assaults. The prolongation of such behaviors after a certain age is worrying because it could end in very unpleasant phenomena. I have noticed that these behaviors have found a very rapid way of expansion through social networks and at the beginning I thought that as long as they stopped at malicious comments and various offenses it could also be an outlet and from a certain point of view it could also be useful. However, I wondered how legitimate it was to accept that there are victims of these behaviors, how much a person's freedom of expression, and therefore in this case also his freedom of speech, had the right to cause psychological damage to another human being. It is true that it is a right to be able to speak freely and therefore we must respect this right but it is an even greater right to not be subjected to aggression and for this reason I believe that protecting the integrity of a person is a priority. For this reason, social networks should improve their techniques to detect and fight bullying and eliminate the existence of these phantom trolls. I believe that the creators of these realities are also responsible for their consequences. A good solution would be that of creating algorithms that could detect offensive words in different languages and ban their publication, a technique already in use when trying to name certain characters who have caused genocides in the past. In a conversation, although of an argumentative and contentious nature, the use of offensive, discriminatory and humiliating words is not at all necessary and appropriate. In my opinion, limiting the use of certain words would not violate the right to speak at all, on the contrary it would benefit the intellectual and personal growth of the audience of social media channels.

What do you think about this? Have you ever been bullied or assaulted online? How did it make you feel undergoing such experiences? Do you think that the measures currently adopted by the various social channels are sufficient? How should the current situation be improved in your opinion?






Premesse/ Premises

IT: Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, vi chiedo cortesemente di menzionare la fonte.

ENG: This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.

Monday, November 2, 2020

A Sud del Confine, a Ovest del Sole di Haruki Murakami - recensione / La Sud de Granita, la Vest de Soare de Haruki Murakami - recenzie de carte / South of the Border, West of the Sun by Haruki Murakami - book review

 


Salutare dragi cititori,

Astazi vreau sa va vorbesc despre un roman, inca o recenzie de carte… trebuie ganditi voi si nu pot spune ca nu va inteleg, dar ce sa fac, din fericire am avut ocazia sa citesc nenumarate carti in perioada carantinei si incet, incet vreau sa va vorbesc despre ele. Cartea de astazi e opera unui faimos scriitor contemporan, Haruki Murakami, un scriitor care a strans un numar important de consensuri si de fani si care isi castiga viata scriind. Sincera sa fiu, admir persoanele care reusesc sa traiasca bine scriind si cred ca acesta a fost motivul principal care m-a facut sa cumpar una din cartile sale. Sincera sa fiu, in momentul fata, in urma unor repetate incurajari, am mai achizitionat alte doua carti ale acestui scriitor, poate ca m-am grabit putin, mai ales ca inca nu citisem aceasta carte inainte sa fac ultima achizitie. Romanul despre care vreau sa va vorbesc astazi se numeste: “La sud de granita, la vest de soare”. Inainte de toate trebuie sa va spun ca am ales aceasta carte datorita titlului foarte intrigant si recenziilor citite pe site-ul de unde achizitionez carti de obicei si nu pot spune ca m-a dezamagit dar nici nu m-a surprins sau entuziasmat asa cum ma asteptam dupa toate acele laude la adesa scriitorului. E adevarat ca multe persoane au specificat ca acesta nu ar fi unul din cele mai importante romane ale sale si tocmai din acest motiv nu vreau sa judec scriitorul dupa ce am citit un singur roman. Va voi descrie pe scurt povestea si personajele acestui roman adaugand si cateva din consideratiile mele. Acest roman vorbeste despre povestea de dragoste dintre Hajime (fiind nume straine cred ca ar trebuie sa specific ca este barbatul) si Shimamoto (ea) incepand din perioada copilariei, de cand aveau doar 12 ani. Cei doi se cunosc intamplator dar lucrurile pe care le au in comun, precum faptul ca ambii sunt copii unici si placerile pe care le impartasesc ii apropie dand nastere la un raport de soliderietate si afinitate. Melodia lui Bing Crosby, “La sud de granita” pe care cei doi adolescenti o asculta, devine mantra acestui roman. De la bun inceput se evidentiaza atractia care se dezvolta si creste intre cei doi, atractie care nu este diminuita nici atunci cand Hajime si Shimamoto inceteaza sa se mai vada, nici atunci cand intalnesc alte persoane, insotindu-i permanent ca un al treilea personaj. Aceasta carte este intradevar un roman de dragoste dar nu va agitati, nu este literatura romantica, pentru ca Murakami surprinde in romanul sau momentele de angoasa, de tristete, suferinta si nostalgia traite si elaborate de personajele sale. Naratiunea fluenta si cursiva captureaza atentia cititorului prin descrierea minutioasa dar nu greoaie a detaliilor, prin momentele de introspectie, prin ritmul sustinut al evenimentelor si prin conceptele culturale si filozofice presarate pe alocuri. Am gasit foarte interesanta descrierea fenomenul cultural al fiului unic, intr-o Japonie care isi revenea dupa cel de-al doilea razboi mondial, a avea un singur copil era aproape o insulta adusa societatii, disciplinei si resurselor tarii. La fel de interesanta a fost si introducerea conceptului de “isterie siberiana” pentru a descrie rezultatul unei vietii repetitive, unei vieti banale, care nu stimuleaza simturile, rezultat care nu poate fi altrul decat alienarea, consumarea si expirarea existentiala intr-o disperata cautare a diversitatii. Prin descrierea acestui concept se definitiveaza titlul romanului care incepe “la sud de granita” prin melodia care i-a apropiat in copilarie si se incheie “la vest de soare”, intr-un spasm existential similar aceluia ce incearca taranul siberian dupa o viata de truda.

Prin misterul care invaluie personajele feminine, caracterul introspectiv si dezinhibat, acest roman imi aminteste puternic literatura lui Françoise Sagan, in particular romanul “Patul desfacut”. Spre deosebire de literatura dezinhibata a lui Sagan, acest roman are anumite pasaje pentru care nu il reputez potrivit pentru a sta pe rafturile inferioare ale unei biblioteci intr-o casa cu copii si adolescenti. Plasarea lui pe rafturile superioare acolo unde poate fi accesibil dupa un proces de maturizare fizica care in general este insotita si de maturizare emotionala, ar putea constitui o decizie inteleapta. Aveam mari asteptari de la acest roman care in mare parte nu mi-au fost indeplinite, dar pentru un roman de dragoste, ma consider multumita. Marturisesc ca desi entuziasmul meu a fost diminuat, in mod sigur voi citi si celelalte romane ale aceluiasi scriitor intrucat imi place capacitatea sa de a construi imagini din cuvinte.

 


ITALIANO

Ciao carissimi lettori,

Oggi voglio parlarvi di un romanzo, un'altra recensione di un libro... dovete pensare voi e non potrei lamentare di non capirvi, ma che ci posso fare, fortunatamente ho avuto l'opportunità di leggere innumerevoli libri durante la quarantena e piano, piano vorrei parlarvene. Il libro di oggi è opera di un famoso scrittore contemporaneo, Haruki Murakami, uno scrittore che ha ottenuto un significativo consenso, raccolto un grande numero di fan e che si guadagna da vivere scrivendo. Ad essere sincera, ammiro le persone che riescono a vivere bene scrivendo e penso che sia stata questa la ragione principale che mi ha fatto acquistare uno dei suoi libri. A dire il vero, per il momento, a seguito di ripetuti incoraggiamenti, ho comprato altri due libri di questo scrittore, forse mi sono affrettato un po ', soprattutto perché non avevo ancora letto questo libro prima di aver effettuato l'ultimo acquisto. Il romanzo di cui voglio parlarvi oggi si chiama: "A sud del confine, a ovest del sole". Prima di tutto devo dirvi che ho scelto questo libro a causa del titolo molto intrigante e delle recensioni lette sul sito dove di solito compro libri e non posso dire di essere rimasta delusa ma non sono stata neanche sorpresa o eccitata come mi aspettavo di essere dopo aver sentito lodare cosi spesso lo scrittore. È vero che molte persone hanno specificato che questo non fosse uno dei suoi romanzi più importanti e proprio per questo motivo non voglio giudicare lo scrittore dopo aver letto un singolo romanzo. Descriverò brevemente la storia e i personaggi di questo romanzo, aggiungendo alcune delle mie considerazioni. Questo romanzo parla della storia d'amore tra Hajime (essendo nomi stranieri, penso che dovrei specificare che è il maschio) e Shimamoto (la femmina) a partire dall'infanzia, quando avevano solo 12 anni. I due si incontrano per caso, ma le cose che hanno in comune, come il fatto che sono entrambi bambini unici e i piaceri che condividono, li avvicinano, dando vita a un rapporto di solidarietà e affinità. La canzone di Bing Crosby, "A sud del confine" che i due adolescenti ascoltano, diventa il mantra di questo romanzo. Fin dall'inizio, viene evidenziata l'attrazione che si sviluppa e cresce tra i due, un'attrazione che non diminuisce anche quando Hajime e Shimamoto smettono di vedersi, né quando incontrano altre persone, accompagnandoli dovunque come un terzo personaggio. Questo libro è davvero un romanzo d'amore ma non preoccupatevi, non è letteratura romantica, perché Murakami cattura nel suo romanzo i momenti di angoscia, tristezza, sofferenza e nostalgia vissuti ed elaborati dai suoi personaggi. La narrativa fluida e corsiva cattura l'attenzione del lettore attraverso la descrizione meticolosa ma non ingombrante dei dettagli, attraverso i momenti di introspezione, attraverso il ritmo sostenuto degli eventi e attraverso i concetti culturali e filosofici sparsi in punti critici. Ho trovato molto interessante la descrizione del fenomeno culturale del figlio unico, in un Giappone che si stava riprendendo dopo la seconda guerra mondiale, avere un solo figlio era quasi un insulto alla società, alla disciplina e alle risorse del paese. Altrettanto interessante è stata l'introduzione del concetto di "isteria siberiana" per descrivere il risultato di una vita ripetitiva, una vita banale che non stimola i sensi, un risultato che può essere solo l'alienazione, il consumo e il deperimento esistenziale in una ricerca disperata della diversità. La descrizione di questo concetto conclude il titolo del romanzo che inizia "a sud del confine" con la canzone che li ha avvicinati nell'infanzia e termina "a ovest del sole", in uno spasmo esistenziale simile a quello del contadino siberiano alla fine di una vita difficile.

Attraverso il mistero che circonda i personaggi femminili, il carattere introspettivo e disinibito, questo romanzo mi ricorda fortemente la letteratura di Françoise Sagan, in particolare il romanzo "Il letto disfatto". A differenza della letteratura briosa di Sagan, questo romanzo ha alcuni passaggi per i quali non lo considero degno di essere collocato sui ripiani più bassi di una biblioteca in una casa con bambini e adolescenti. Posizionarlo sugli scaffali più alti dove è possibile accedervi dopo un processo di maturazione fisica generalmente accompagnata anche da una maturazione emotiva, potrebbe essere una decisione saggia. Avevo grandi aspettative per questo romanzo e la maggior parte non sono state soddisfatte, ma per un romanzo d'amore mi ritengo soddisfatta. Confesso che, sebbene il mio entusiasmo sia diminuito, certamente leggerò gli altri romanzi dello stesso scrittore perché mi piace la sua capacità di costruire immagini attraverso le parole.

 


ENGLISH

Hello dear readers,

Today I want to tell you about a novel, another book review ... you must be thinking and I can't say I don't understand you, but what can I do, luckily I had the opportunity to read countless books during the quarantine and slowly, slowly I'd like to talk to you about them. Today's book is the work of a famous contemporary writer, Haruki Murakami, a writer who has achieved significant consensus, collected a large number of fans and earns a living by writing. To be honest, I admire people who manage to live well by writing and I think this was the main reason that made me buy one of his books. To tell the truth, at the moment, following repeated encouragements, I bought two other books by this writer, perhaps I hurried a little, especially because I had not yet read this book before making the last purchase. The novel I want to talk to you about today is called: "South of the border, west of the sun". First of all I have to tell you that I chose this book because of the very intriguing title and the reviews read on the site where I usually buy books and I cannot say I was disappointed but I was not even surprised or excited as I expected to be after having heard the writer being praised so often. It is true that many people have specified that this was not one of his most important novels and for this reason I do not want to judge the writer after reading a single novel. I will briefly describe the story and characters of this novel, adding some of my considerations. This novel talks about the love story between Hajime (being foreign names, I think I should specify that it is the male) and Shimamoto (the female) starting from childhood, when they were only 12 years old. The two meet by chance, but the things they have in common, such as the fact that they are both unique children and the pleasures they share, bring them closer, creating a relationship of solidarity and affinity. Bing Crosby's song, "South of the border" that the two teenagers listen to, becomes the mantra of this novel. It is highlighted from the beginning, the attraction that develops and grows between the two, an attraction that does not diminish even when Hajime and Shimamoto stop seeing each other, nor when they meet other people, accompanying them everywhere as a third character. This book is truly a love novel but don't worry, it's not a romance, because Murakami captures in his novel the moments of anguish, sadness, suffering and nostalgia lived and elaborated by his characters. The fluid and cursive narrative captures the reader's attention through the meticulous but not cumbersome description of the details, through the moments of introspection, through the sustained rhythm of the events and through the cultural and philosophical concepts scattered in critical points. It seemed very interesting to me the description of the cultural phenomenon of the only child, in a Japan that was recovering after the Second World War, having one child was almost an insult to the country's society, discipline and resources. Equally interesting was the introduction of the concept of "Siberian hysteria" to describe the result of a repetitive life, a banal life that does not stimulate the senses, a result that can only be alienation, consumption and existential decay in a desperate search for diversity. The description of this concept concludes the title of the novel which begins "south of the border" with the song that brought them closer in childhood and ends "west of the sun", in an existential spasm similar to that of the Siberian peasant at the end of a difficult life.

Through the mystery surrounding the female characters, the introspective and uninhibited character, this novel reminds me strongly the literature of Françoise Sagan, in particular the novel "The Unmade Bed". Unlike Sagan's spirited literature, this novel has some passages for which I do not consider it worthy of being placed on the lower shelves of a library in a house with children and adolescents. Placing it on the highest shelves where it is possible to access it after a physical maturation process generally accompanied also by an emotional maturation, could be a wise decision. I had high expectations for this novel and most were not met, but for a romance novel I feel satisfied. I confess that although my enthusiasm has diminished, I will certainly read the other novels by the same writer because I like his ability to build images through words.



Premesse/ Premises

IT: Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, vi chiedo cortesemente di menzionare la fonte.

ENG: This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.