Blog Archive

Saturday, January 30, 2021

La rabbia e l'orgoglio di Oriana Fallaci - recensione libro / Anger and pride by Oriana Rallaci - book review

 


Ciao carissimi lettori,

Come avrete già capito dalle foto, ho letto questo libro molto tempo fa, cominciando dai tempi del lockdown in primavera quando mi dilettavo a prendere il sole sulla terrazza e finendo con i tempi delle prime uscite consentite senza varcare i confini della regione. Perché aspettare tanto a recensire questo libro mi chiederete voi? Beh, la risposta è semplice, perché sono stata molto combattuta, fra la mia ammirazione per questa grande scrittrice italiana che avevo elogiato e amato tantissimo nel libro Insciallah e il terrore, la delusione e lo sconcertamento che mi aveva provocato quest’ultima lettura.

Comincio valutando il titolo e devo dire che per quello che questo libro contiene, l’utilizzo della parola RABBIA è azzeccato. Mi è dispiaciuto non aver trovato altrettanto orgoglio in modo da poter assaporare almeno una gamma più complessa di emozioni. Ritornando all’elemento principale, nonché elemento chiave di questo libro, la rabbia è il personaggio principale di questa creazione. Posso capire i meccanismi che hanno originato questa rabbia, l’attacco alle Torri Gemelle a New York nel settembre del 2001, causalità che hanno sconvolto tutto il mondo, ma trovo nondimeno volutamente esagerata la reazione della signora Fallaci. Il suo libro e la sua rabbia designa come colpevole di questo spregevole atto un popolo intero, una cultura completa facendo come quel saggio proverbio dice di non fare “di tutta l’erba un fascio”. Trovo giusto voler punire i colpevoli, trovo giusto voler smascherare le organizzazioni che hanno portato a tutto questo e che la signora Fallaci in quanto giornalista investigativa sa fare benissimo ed è proprio per questo che mi domando perché non ha cercato di portare meglio all’attenzione del mondo questi fatti senza diventare un sordido opinionista come possiamo trovare oggigiorno in ogni angolo e in ogni trasmissione televisiva. La sua rabbia va oltre gli effetti causati da queste disgrazie e finisce per rinnegare qualsiasi contributo che gli antennati di diversi popoli che hanno in comune un solo credo religioso, abbiano dato all’umanità. Io trovo questo atteggiamento molto ingiusto e credo che il propagarsi di questo atteggiamento troverà presto altri nemici e chiunque volesse denigrare e cancellare dalla faccia della terra un popolo, una cultura per il suo credo religioso, il colore della sua pelle, le scelte politiche nonché i reati di pochi, partirà dal rinnegare gli antennati e i meriti dei tanti. Abbiamo già visto questo fenomeno messo in pratica dai nazisti, dai comunisti e persino dalle fazioni radicali che hanno distrutto Palmira, Aleppo, Hatra e lo abbiamo visto anche quest’anno a febbraio nei discorsi del presidente Donald Trump. Non c’è niente di più disumano del desiderio di cancellare le tracce e le creazioni di altri prima di noi, perché queste creazioni e queste tracce sono indifese e noi perdiamo l’ultima reminiscenza di umanità manifestando il nostro potere davanti a elementi che non possono rispondere o difendersi in alcun modo.

Io comprendo il suo dolore e sono sicura che tanti hanno condiviso e sentito questo dolore anche se non sono stati partecipi, ma non dobbiamo permettere alla rabbia di sopraffare in nostro dolore. Perché la rabbia porta all’odio e sappiamo molto bene tutti a cosa porta quest’ultimo.

Capisco che ha scritto questo libro d’istinto, in un momento di grande sofferenza e sono convinto che se avesse aspettato e lo avesse riletto fra qualche mese o qualche anno il libro avrebbe avuto un aspetto completamente diverso. Ma non essendo una testimonianza, non essendo lei che abbia subito direttamente quelle atrocità non posso neanche valutarla come un libro del dolore. Ho letto testimonianze di persone che sono sopravvissute all’Auschwitz è che ne serbavano meno rabbia e rancore, libri di persone che hanno affrontato l’umiliazione, la cancellazione, la derisione e che sono uscite fuori da vincenti sulla malvagità e da guerriere contro le discriminazioni. La rabbia è naturale per noi uomini ma la rabbia va domata altrimenti ci degrada ad una semplice condizione animale.

Subito dopo aver letto questo libro io stessa ero invasa da un sentimento di sconforto e di rabbia ma ho preferito aspettare, calmare l’impeto e riflettere su quello che avrei voluto dire. Riflettere perché non avrei voluto recare alcun danno alla memoria di questa grandissima scrittrice, che fino a questo libro avevo letto con grande piacere e che leggerò ancora volentieri. Ma soprattutto non avrei voluto lasciare nell’impeto del momento uno scritto che più avanti, come sta succedendo adesso con le parole della signora Fallacci, sarebbe stato interpretato male, citato male da coloro che per giustificare le loro azioni e atteggiamenti deplorevoli rivendicano le opinioni di Oriana Fallaci e le utilizzano per creare demagogia.

Nota 31.10.2020 : Questa recensione ha subito un ulteriore rimando in quanto nonostante io l’avessi redatta al mese agosto, avevo in mente di pubblicarla alla fine del mese di ottobre. Purtroppo come ben ricordiamo tutti, quel periodo fu annebbiato dagli attacchi a Nizza e in altre località francesi, dove alcuni individui attaccarono e uccisero senza motivo delle persone innocenti. Persone che non avevano fatto alcun male a loro o ai loro cari, persone che avevano come unica colpa il fatto di essere nati in un paese che aveva avuto scontri con l’Islam. Detto ciò, io conservo e ribadisco tutto quello che ho scritto precedentemente e scelgo di rimandare la pubblicazione di questa recensione semplicemente perché in questo momento gli spiriti sono molto infiammati e vorrei dare la possibilità a coloro che leggono questa recensione di valutarla con gli occhi della mente e non solo con il fuoco che è giusto che divampi nel loro cuore in questo momento.



 ENGLISH

Hello dear readers,

As you may have already understood from the photos, I read this book a long time ago, starting with the lockdown in spring when I enjoyed sunbathing on the terrace and ending with the times of the first trips allowed without crossing the borders of the region. Why wait so long to review this book you may ask? Well, the answer is simple, because I was very torn between my admiration for this great Italian writer whom I had praised and loved so much in the book Insciallah and the terror, disappointment and confusion that this last reading had caused me.

I begin by evaluating the title and I must say that for what this book contains, the use of the word ANGER is spot on. I was sorry I didn't find as much pride so that I could savor at least a more complex range of emotions. Returning to the main element, as well as the key element of this book, the rage is the main character of this creation. I can understand the mechanisms that gave rise to this anger, the attack on the Twin Towers in New York in September 2001, causality that shocked the whole world, but I nevertheless find Mrs Fallaci's reaction deliberately exaggerated. Her book and her anger designate an entire people as guilty of this despicable act, a complete culture, doing as that wise proverb says not to "make a bundle of all the grass". I find it right to want to punish the guilty, I find it right to want to unmask the organizations that led to all this and that Ms. Fallaci as an investigative journalist knows how to do very well and that is precisely why I wonder why she did not try to bring better to world's attention these facts without becoming a sordid commentator as we can find nowadays in every corner and in every television broadcast. Her anger goes beyond the effects caused by these misfortunes and ends up denying any contribution that the ancestors of different peoples who share a religious belief have given to humanity. I find this attitude very unfair and I believe that the propagation of this attitude will soon find other enemies and anyone who wants to denigrate and erase from the face of the earth a people, a culture for its religious belief, the color of its skin, political choices as well as crimes of few, will start by denying the ancestry and merits of many. We have already seen this phenomenon put into practice by the Nazis, the Communists and even the radical factions that destroyed Palmira, Aleppo, Hatra and we saw it again this year in February in the speeches of President Donald Trump. There is nothing more inhumane than the desire to erase the traces and creations of others before us, because these creations and these traces are defenseless and we lose the last reminiscence of humanity by manifesting our power in the face of elements that cannot respond or defend themselves in any way.

I understand her pain and I am sure that many have shared and felt this pain even if they ere not involved directly, but we must not allow anger to overwhelm our pain. Because anger leads to hatred and we all know very well what the latter leads to.

I understand that she wrote this book on instinct, in a moment of great suffering and I am convinced that if she had waited and reread it in a few months or a few years, the book would have looked completely different. But not being a testimony, not being she who directly suffered those atrocities, I can't even evaluate it as a book of pain. I have read testimonies of people who survived Auschwitz and that held less anger and resentment, books of people who have faced humiliation, cancellation, derision and who have emerged as winners over wickedness and warriors against discrimination. Anger is natural for us human beings but anger must be tamed otherwise it degrades us to a simple animal condition.

Immediately after reading this book, I myself was overwhelmed by a feeling of discouragement and anger but I preferred to wait, calm down and reflect on what I wanted to say. Think over because I wouldn't wished to cause any damage to the memory of this great writer, whom I had read with great pleasure up to this book and which I will gladly read again. But above all I would not have wanted to leave in the rush of the moment a writing that later, as is happening now with the words of Mrs. Fallaci, could have been misinterpreted, misquoted by those who, to justify their deplorable actions and attitudes, claim the opinions of Oriana Fallacci and use them to create demagogy.

Note 31.10.2020: This review has been further postponed because although I had written it in August, I had in mind to publish it at the end of October. Unfortunately, as we all well remember, that period was clouded by the attacks in Nice and other French locations, where some individuals attacked and killed innocent people for no reason. People who had done no harm to them or their loved ones, people whose only fault was the fact that they were born in a country that had had clashes with Islam. That being said, I retain and reiterate everything I wrote previously and I choose to postpone the publication of this review simply because the spirits are very inflamed right now and I would like to give those who read this review a chance to evaluate it with their mind's eye and not just with the fire that is right to blaze in their heart right now.





Libro comparso nella collana "le grandi iniziative del Corriere della Sera"
Edizione speciale Mondadori Libri S.p.A / Rizzoli
finito di stampare nel mese di luglio 2019
a cura di RCS MediaGroup S.p.A
presso Grafica Veneta, Trebaseleghe






Disclaimer e premesse / Disclaimer and premises

IT: Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Le immagini ritraggono un prodotto acquistato regolarmente che ho valutato in quanto consumatore e lettore. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, vi chiedo cortesemente di menzionare la fonte.

ENG: This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. The images depict a regularly purchased product that I have evaluated as a consumer and reader. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.

Sunday, January 24, 2021

Solo Cose Belle - Gennaio / Only Beautiful Things - January

Carissimi lettori e amici,

è arrivato finalmente il momento per un altro appuntamento con solo cose belle. Confesso che questo mese temevo di non trovarle ma poi è iniziata la campagna di vaccinazione anti - Covid e ho saputo che tanti dei dipendenti dell'azienda ospedaliera dove lavoro io hanno aderito alla campagna. Alla fine ho ricevuto anch'io l'assenso per poterlo fare anche se mi hanno ribadito diverse volte che purtroppo non ci sono ancora alcun dato riguardante pazienti che hanno subito la mia terapia in quanto non sono stati inclusi nei trial clinici. Dovrò appunto seguire alcuni esami prevaccinazione e poi appena verranno messe a disposizione i miei dosaggi, non tarderò a farlo. Confesso che preferisco farlo il prima possibile e se la ma adesione dovesse contribuire in qualche modo a fare luce sulla situazione di pazienti come me, mi sentirò veramente utile e gratificata. 

P.S.: la foto qui sotto di un medico sopravvissuto della poliomielite è una preziosissima testimonianza di quanto siano importanti i vaccini. Cliccando la foto verrete direzionati per leggere la storia.


ENGLISH

Dear readers and friends,

the time has finally come for another date with only beautiful things. I confess that this month I was afraid of not finding them but then the anti-Covid vaccination campaign began and I learned that many of the employees of the hospital where I work have joined the campaign. In the end I too received the consent to be able to do so even if they reiterated me several times that unfortunately there are still no data regarding patients who have undergone my therapy as they have not been included in clinical trials. I will have to follow some prevaccination tests and then as soon as my dosages are made available, I will not wait in doing it. I confess that I prefer to do it as soon as possible and if my adhesion were to contribute in some way to shedding light on the situation of patients like me, I will feel really useful and gratified.

PS: The photo below of a polio survivor doctor is invaluable testimony to how important vaccines are. By clicking on the photo you will be directed to read the story.


All'inizio di questo mese ho visionato un film con un cast stellare che mi è piaciuto particolarmente. Il titolo del film è The Gentlemen e per il momento è disponibile solo su Amazon Prime. Il cast è composto da: Matthew McConaughey, Colin Farrel, Charlie Hunnam e un indimenticabile ed insolito Hugh Grant. Dopo aver nominato tutti questi bei maschioni non potrei non parlare anche dell'enigmatica Michelle Dockery nei panni di una stravolgente Rosalind Pearson, una vera femme fatale nonché signora del crimine. The Gentlemen è un divertente gangster movie condito con scene d'azione a tutto calibro, dialoghi veloci e spiritosi e tanti colpi di scena, tutto in un ritmo molto allerto e vivace. 


ENGLISH

Earlier this month, I watched a movie with a stellar cast that I particularly liked. The title of the film is The Gentlemen and for the moment it is only available on Amazon Prime. The cast consists of: Matthew McConaughey, Colin Farrel, Charlie Hunnam and an unforgettable and unusual Hugh Grant. After having named all these handsome hunks, I could not fail to mention the enigmatic Michelle Dockery as an overwhelming Rosalind Pearson, a true femme fatale and crime lady. The Gentlemen is a fun gangster movie spiced up with full-caliber action scenes, quick and witty dialogue and lots of twists, all in a very alert and lively pace.



Detto questo, credo che la cosa più bella di questo mese sia stata la decisione di attuare un grande cambiamento nel mio look. Se mi state già seguendo sui diversi social network allora sapete già di cosa sto parlando ma per coloro che mi conoscono solo come blogger la notizia è che ho deciso di decolorare una parte della mia frangia e aggiungere un tocco di blu per un effetto di innegabile magnetismo. Non parlo a vanvera, ve lo garantisco! Come primo risultato piacevole ho notato che quando incontro le persone il loro sguardo non si sofferma più sulla mia stampella e sulle mie gambe bensì sul mio viso o meglio detto sulla mia testa :P

ENGLISH

That being said, I think the best thing about this month was the decision to make a big change in my look. If you are already following me on different social network channels then you already know what I am talking about but for those who only know me as a blogger the news is that I have decided to bleach a part of my bangs and add a touch of blue for an effect of undeniable magnetism. I'm not talking nonsense, I guarantee you! As a first pleasant result I noticed that when I meet people they no longer look at my crutch and at my legs but on my face or rather on my head: P



Questo è stato il mio racconto di questo mese per quanto riguarda le solo cose belle. Spero di non avervi annoiati e se vi va di condividere le vostre considerazioni in merito, non vedo l'ora di leggere i vostri commenti. Detto questo, voi cosa mi raccontate? Quali sono state le cose belle che avete vissuto e riscontrato questo mese? 


ENGLISH

This was my story this month regarding the only beautiful things article. I hope I haven't bored you and if you feel like sharing your thoughts on it, I can't wait to read your comments. Having said that, what are you telling me? What were the beautiful things you encountered and experienced this month?



Con questo post partecipo all'iniziativa Solo Cose Belle di Fioredicollina.

With this post I pertecipate to the initiative Only Beautiful Things by Fioredicollina.


#solocosebelle #onlybeautifulthings


Disclaimer e premesse / Disclaimer and premises

IT: Questo post non ha scopi commerciali e non incoraggia vendite, denominazioni, immagini ed eventuali link presenti sono solo a scopo informativo. Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, chiedo cortesemente di menzionare la fonte.

ENG: This post has no commercial purposes and does not encourage sales, names, pictures and eventual links are present only for an informative purpose. This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.


Monday, January 18, 2021

Luoghi del cuore

Carissimi lettori,

Oggi vorrei finalmente dare seguito al desiderio che avevo espresso qualche settimana fa quando ho scoperto per la prima volta l'iniziativa di Mariella del blog "Doremifasol, libri e caffé". Io sono una grandissima appassionata di viaggi e ho visto tanti posti e tanti paesi anche e quindi quando ho scoperto il meme di Mariella non ho resistito e ho deciso di condividere con voi i posti che mi sono rimasti più a cuore. Sono grata a Mariella per aver ideato questa iniziativa e per essere una tanto preziosa amica blogger.

Visto che di viaggi ne ho fatti tanti, ho limitato i posti fra cui scegliere ai viaggi fatti solo negli ultimi 10 anni e soprattutto ai posti dove ci sono stata più volte. Per questo motivo posti come Sardegna, Firenze e diverse meravigliose città della Germania non sono state inserite nel mio post. Nonostante abbia trovato molto affascinanti questi luoghi e nonostante loro abbiano un posto molto speciale nel mio cuore e nella mia mente, purtroppo per il momento non li troverete in questo articolo. 

Come primo posto del cuore troverete Timisoara, la città dove sono andata all'università e la mia città rumena preferita. Non è la mia città natale ma la amo ancora di più perché ho solo ricordi belli quando penso a questa città, forse i più belli della mia vita. Ogni volta che torno nel mio paese, eh si, per chi non lo sa, io sono rumena, faccio sempre in modo per vedere questa città.

TIMISOARA



Visto che siamo all'estero, vorrei parlarvi dell'isola Krk, una bellissima isola della Croazia che noi abbiamo avuto la possibilità di vedere sia in estate che in inverno.  In entrambe le stagioni questo posto è magico. 

ISOLA KRK (VEGLIA)



Visto che siamo all'estero e parliamo di isole vi parlerò di un posto esotico. Diversi anni fa abbiamo visitato Tenerife, ci è piaciuto tanto che siamo ritornati. Ma tutte le volte che penso a Tenerife il primo posto che mi viene in mente è Playa Las Teresitas, cioè la spiaggia Las Teresitas. Come potete vedere, è una spiaggia sabbiosa bellissima dove uno può tranquillamente godersi l'oceano all'ombra delle palme.

SPIAGGIA LAS TERESITAS  - TENERIFE


Tutte le volte che abbiamo visitato Tenerife, abbiamo preso un'imbarcazione e abbiamo visitato anche la sorella più piccola Gomera. Dicono che su quest'isola si respiri l'aria più pulita al mondo e credo che questo sia dovuto alle sue rigogliose e verdi foreste che potete ammirare qui sotto.

ISOLA GOMERA



Vorrei tornare in Italia adesso e parlarvi di uno dei posti che amo di più e cioè il Salento. Io adoro Puglia, sicuramente chi legge il mio blog da più tempo si ricorda i tanti post che li ho dedicato. Puglia è bella tutta ma amo in modo particolare il Salento e ho vissuto dei momenti incredibili a Porto Cesareo, Sant'Isidoro, Santa Caterina, Gallipoli e tanti, tantissimi altri posti e per questo motivo non potendo scegliere solo uno e quindi ho deciso di parlarvi genericamente del Salento, dove l'acqua è limpida e cristallina, il mare è calmo, la cucina squisita e la gente bravissima. 

SALENTO


Vivendo nell'Italia settentrionale, i posti che ho visitato più spesso sono stati i laghi. Ho bellissimi ricordi del Lago di Garda, Lago Maggiore, Lago Iseo, Molveno e tanti altri ma il lago che più amo e che più ho visitato fra tutti è il Lago di Como. Persino quest'anno nonostante la pandemia, sono riuscita ad ammirarlo un paio di volte. 

LAGO DI COMO


Italia non è rimasta nel mio cuore solo per il mare e per i laghi ma anche per le montagne, e qui ne ho visti di posti veramente spettacolari, unici e magnifici. Per il momento vi parlo solo di Courmayeur che mi ha permesso di ammirare delle viste mozzafiato su Monte Bianco e sentirmi con la testa fra le nuvole.  

MONTE BIANCO - COURMAYEUR



Chiudo le visite italiane mostrandovi Pavia, una città molto cara al mio cuore e in questa foto potete ammirare il castello Visconteo di cui vi ho parlato anche in questo post.

PAVIA - CASTELLO VISCONTEO



Adesso andiamo di nuovo all'estero, ma non troppo lontano, andiamo solo in visita ai cugini francesi perché il prossimo luogo che ha un significato speciale nel mio cuore è Mentone, una città con una spiaggia bellissima costeggiata da case colorate e pittoresche. 

MENTONE



Visto che siamo in Francia, restiamo sempre sulla Costa Azzurra, che io amo tanto e vi parlo di Nizza. A questa città ho dedicato diversi post sul mio blog perché è una città bellissima, con una favolosa promenade e con gente che perdona, si riscatta e rinasce dalle proprie ceneri come una Fenice. 

NIZZA



Fra la Nizza e Mentone si trova un altro posto del mio cuore, Monte Carlo, emblema dello stato di Monaco, un luogo che io ho visitato tante volte, sia in inverno che in estate e di cui ho parlato tante volte sul mio blog. 

MONTE CARLO - PRINCIPATO DI MONACO



Con questo ho finito il mio post sui luoghi del cuore, so che Mariella aveva pensato ad un post ricco di foto e non tanto ricco di parole ma visto che si parlava del cuore, e visto che il mio cuore è un cuore letterario, non ho potuto fare a meno di condividere con voi alcuni pensieri e sensazioni che mi vengono in mente tutte le volte che ricordo questi luoghi. Non ho scelto i posti perché famosi, anzi, spero che il mio post vi abbia aiutato a scoprire nuove destinazioni turistiche ma ho fatto un primo triage ai posti tanto cari alla mia anima e se alcuni sono famosi credo che è ancora più facile capire perché me ne sia innamorata. 



ENGLISH: I have a request for my English readers, for now I haven't yet translated this post in English. In case google translation isn't available for your browser or for your language, please let me know and I promise I will make time to translate this post. Thank you! Hugs and kisses!





Disclaimer e premesse / Disclaimer and premises

IT: Questo post non ha scopi commerciali e non incoraggia vendite, denominazioni, immagini ed eventuali link presenti sono solo a scopo informativo. Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, chiedo cortesemente di menzionare la fonte.

ENG: This post has no commercial purposes and does not encourage sales, names, pictures and eventual links are present only for an informative purpose. This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.


Tuesday, January 12, 2021

Alla ricerca di nuove sensazioni / Searching for new sensations


 

Ciao carissimi lettori,

Oggi ritorno con una recensione di un prodotto per la detersione del corpo. Questa recensione non è sponsorizzata e non ho ricevuto nessun tipo di incentivo per pubblicarla. Visto che io prima di acquistare nuovi prodotti cerco sempre di informarmi e leggere cosa pensano altri utilizzatori, ho deciso di condividere le mie opinioni in quanto consumatore nella speranza che qualcuno possa trovarle utili. Il prodotto che voglio recensire oggi è il bagnoschiuma Frescaessenza del marchio italiano Erbolario.

Informazioni dal produttore: Erbolario descrive questo prodotto come un bagnoschiuma delicato e allo stesso tempo energizzante. Grazie agli estratti di corteccia di Larice e Mimosa tenuiflora la pelle acquisisce elasticità mentre gli estratti di foglie e rametti di Lime e Limone tonificano e danno vigore all’epidermide. Questo bagnoschiuma deterge in profondità la pelle regalando vitalità e vigore.

Packaging: il bagnoschiuma si presenta in un elegante e raffinato flacone in plastica verde sorbetto contenente 250 ml di prodotto. Il tappo a forma di disco che si avvita permette un adeguato dosaggio del prodotto.

Prezzo: 9,90 €

P.A. : 12 mesi

Reperibilità: Negozi Erbolario, online sul sito dell’azienda, rivenditori autorizzati

Consistenza e colore: il bagnoschiuma ha la consistenza di un gel abbastanza denso, di colore giallo.

Profumazione: profumazione fresca con note di legno e agrumi.

Modo d’uso: Si applica una moderata quantità su una spugna a scelta finché fa schiuma e poi si procede alla detersione. Si può applicare anche con la mano ma non produrrà molta schiuma in questo caso.

INCI: Aqua (Water), Disodium cocoamphodiacetate, Cocamidopropyl betaine, Lauryl glucoside, Coco-glucoside, Parfum (Fragrance), Disodium cocoyl glutamate, Glycerin, Citric acid, Sodium chloride, Citrus aurantifolia (Lime) leaf extract, Citrus limon (Lemon) flower/leaf/stem extract, Hydrolyzed quinoa, Mimosa tenuiflora bark extract, Larix europaea wood extract, Sodium cocoyl glutamate, Limonene, Linalool, Potassium sorbate, Sodium benzoate

Valutazione personale: Questo prodotto ha una profumazione molto piacevole che da subito una sensazione di benessere. La cosa che ho apprezzato di più di questo bagnoschiuma è stata la persistenza della fragranza dopo la doccia in quanto la avvertivo anche ore dopo la detersione. Visto che utilizzando una spugna si ottiene molta schiuma con poco prodotto, io consiglio di usare sempre questo accessorio per ottimizzare il rendimento di questo prodotto. Il bagnoschiuma lava bene ma tutto sommato ritengo alto il costo e non molto redditivo il rapporto qualità/prezzo nonostante l’uso della spugna. Detto questo, voglio aggiungere che ho apprezzato molto la lista degli ingredienti, il fatto che fosse testato per 7 metalli per ridurre il rischio di allergie, che non contenga ingredienti di derivazione animale e soprattutto che non sia stato testato sugli animali. Devo menzionare anche il fatto che è dermatologicamente testato e che è un prodotto completamente realizzato in Italia, aspetti che ho apprezzato molto. Questo prodotto mi è stato regalato da una conoscenza per il mio compleanno ma non credo che lo acquisterò in quanto non ritengo che ce ne siano sufficienti premesse perché io decida si spendere quasi 10 euro per soli 250 ml di prodotto.

PRO: buona profumazione, buona lista degli ingredienti, non è testato sugli animali, è stato realizzato per minimizzare le reazioni allergiche, 100% made in Italy

CONTRO: prezzo molto alto, il rapporto qualità beneficio non rende molto a mio avviso, non fa molta schiuma senza l’utilizzo di una spugna

Conclusione: Ritengo che questo prodotto possa soddisfare le persone che cercano un bagnoschiuma con una buona lista degli ingredienti, senza rischi di reazioni allergiche, che evitano i prodotti testati sugli animali e non sono preoccupati del rapporto qualità/prezzo.

 

ENGLISH

Hello dear readers,

Today I return with a review of a body cleansing product. This review is not sponsored and I have not received any type of incentive to post it. Since I always try to inform myself and read what other users think before buying new products, I decided to share my opinions as a consumer in the hope that someone will find them useful. The product I want to review today is the Frescaessenza shower gel from the Italian brand Erbolario.

Information from the manufacturer: Erbolario describes this product as a gentle and at the same time energizing shower gel. Thanks to the extracts of Larch bark and Mimosa tenuiflora, the skin acquires elasticity while the extracts of Lime and Lemon leaves and twigs, tone and energize the epidermis. This shower gel deeply cleanses the skin giving it vitality and vigor.

Packaging: the shower gel comes in an elegant and refined green sorbet plastic bottle containing 250 ml of product. The screw on disc cap allows an adequate dosage of the product.

Price: € 9.90

Shelf life : 12 months after first opening

Availability: Erbolario shops, online on the company website, authorized dealers

Consistency and color: the shower gel has the consistency of a fairly thick, yellow gel.

Fragrance: fresh fragrance with notes of wood and citrus.

How to use: Apply a moderate amount on a sponge of your choice until it foams and then proceed to cleansing. It can also be applied by hand but will not produce much foam in this case.

List of ingredients: Aqua (Water), Disodium cocoamphodiacetate, Cocamidopropyl betaine, Lauryl glucoside, Coco-glucoside, Parfum (Fragrance), Disodium cocoyl glutamate, Glycerin, Citric acid, Sodium chloride, Citrus aurantifolia (Lime) leaf extract, Citrus limon (Lemon) flower/leaf/stem extract, Hydrolyzed quinoa, Mimosa tenuiflora bark extract, Larix europaea wood extract, Sodium cocoyl glutamate, Limonene, Linalool, Potassium sorbate, Sodium benzoate

Personal evaluation: This product has a very pleasant fragrance that immediately gives a feeling of well-being. The thing I liked most about this shower gel was the persistence of the fragrance after the shower as I felt it even hours after cleansing. Since using a sponge you get a lot of foam with little amount of product, I recommend always using this accessory to optimize the performance of this product. The shower gel washes well but all in all I consider the cost to be high and the quality / price ratio not very profitable despite the use of the sponge. Having said that, I want to add that I really appreciated the ingredients list, the fact that it was tested for 7 metals to reduce the risk of allergies, that it does not contain animal derived ingredients and above all that it has not been tested on animals. I must also mention the fact that it is dermatologically tested and that it is a product completely made in Italy, aspects that I really appreciated. This product was given to me by an acquaintance for my birthday but I do not think I will buy it as I do not believe that there are sufficient premises for me to decide to spend almost 10 euros for only 250 ml of product.

PROS: good fragrance, good list of ingredients, not tested on animals, designed to minimize allergic reactions, 100% made in Italy

CONS: very high price, the quality-benefit ratio does not yield much in my opinion, it does not foam a lot without using a sponge

Conclusion: I believe this product will satisfy people who are looking for a shower gel with a good ingredient list, without risk of allergic reactions, people who avoid products tested on animals and don't give much consideration to the value for money ratio.









Disclaimer e premesse / Disclaimer and premises:

IT: Questo post non ha scopi commerciali e non incoraggia vendite, denominazioni, immagini ed eventuali link presenti sono solo a scopo informativo. Le opinioni espresse rappresentano la mia esperienza in quanto consumatore. Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, chiedo cortesemente di menzionare la fonte.

ENG: This post has no commercial purposes and does not encourage sales, names, pictures and eventual links are present only for an informative purpose. The opinions expressed represent my experience as a consumer. This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.


Tuesday, January 5, 2021

Avventure indimenticabili a Legnano / Unforgettable adventures in Legnano


Ciao carissimi lettori,

Il primo post di quest’anno vorrei che fosse un post che ci inculcasse un po’ di speranza e pensiero positivo e visto che l’anno scorso è stato un anno durissimo soprattutto negli ultimi mesi perché ci hanno vietato praticamente di viaggiare, io ho deciso di condividere con voi le mie impressioni su un luogo che ho visitato nel 2019. Mi auguro che le cose cambino e che presto potremo viaggiare per far respirare la nostra mente, la nostra anima e fornire al nostro corpo un po’ di energia sana e positiva. Anche se in questo momento non posso ancora viaggiare, nessuno mi vieta di riguardare le foto dei miei viaggi, rivivere le impressioni che ho vissuto quella volta e sperare di poter presto viaggiare di nuovo.

Il viaggio sul quale la mia memoria si è soffermata adesso è la breve gita che abbiamo fatto a Legnano per il 1 maggio del 2019. Non avevo fatto in tempo a parlarvi di quella gita o forse avevo solo condiviso qualche foto sui social ma credo che sia finalmente arrivato il momento di parlarvi di quel momento. Legnano è una città situata nell’alto milanese, con origini antiche che risalgono al I millennio a.C che vanta una storia tanto famosa da essere citata nell’inno nazionale italiano. Tuttavia, oggi non parlerò della sua storia e dei suoi monumenti in quanto li ho visti solo di sfuggita ma vi parlerò dei momenti di relax, dell’aria pulita, del riflesso gioioso dell’acqua quando veniva baciata dai raggi di sole e dei movimenti sinuosi ed eleganti degli uccelli che hanno scelto queste superficie come riparo. In poche parole vi parlerò della bellezza del Parco Castello, il più emblematico e affascinante parco della città in quanto è situato lungo il fiume Olona, ai piedi del castello Visconteo. Il Parco nasce negli anni ’70 con lo scopo di rimboscare una zona precedentemente sfruttata a livello agricolo e industriale e costituisce uno dei primi esemplari di bosco urbano e per questo motivo è conosciuto anche come Parco locale del bosco di Legnano. Appena entrati abbiamo sentito subito la frescura che le ampie corone di gelsi, ontani, biancospini, frassini, salici e platani regalano ai loro visitatori. Non ricordo adesso un momento più appagante e rilassante di quella volta quando mi ci sono seduta con la schiena appoggiata al tronco di un platano per leggere alcune pagine di un libro mentre le sghignazzate dei bambini che giocavano si mescolavano al canto degli uccelli nella più allegra melodia che ci possa essere al mondo. Questo bosco urbano è popolato da tartarughe, ricci e scoiattoli rossi americani che guardano incuriositi gli invasori a due piedi e si nascondono velocemente appena questi accennano al minimo approccio.

Dal ’81, è stata creata anche una zona umida di circa mezzo ettaro alimentata da acque a falda che è diventata l’elemento caratterizzante di questo parco. I ruscelli, laghetti, le lanche e le paludi di questo bosco sono popolate da diverse specie di pesci e uccelli acquatici. Forse non è talmente facile individuare i lucci o le carpe ma sicuramente i nostri occhi saranno deliziati dalle tante ocche selvatiche, gallinelle d’acqua, germani reali, moriglioni, fistioni turchi, volpoche, morette tabaccate e aironi. Ad uno sguardo più minuzioso e attento si possono individuare anche i martin pescatori mentre catturano la loro preda al volo ma sarà pressoché impossibile immortalarli nell’impresa.

Se la promessa dell’aria pulita e dello spettacolo visuale garantito dalle tante specie che ho appena nominato non sono state sufficienti a convincervi ad aggiungere questo parco sulla vostra lista di future mete turistiche v’informo allora che il parco è dotato anche un bar, campi da bocce, half-pipe, pista di pattinaggio, e sentieri interni pavimentati di cemento per passeggiare in tutta tranquillità. È stato installato anche un time point perché gli appassionati di jogging possano monitorare i propri allenamenti.


ENGLISH

Hello my dearest readers,

The first post of this year I would like it to be a post that instilled in us a little hope and positive thinking and since last year was a very hard year especially in recent months because they practically forbade us to travel, I have decided to share with you my impressions of a place I visited in 2019. I hope that things will change and that soon we will be able to travel in order to let our minds and souls breathe and provide our bodies with some healthy and positive energy. Although at this moment I cannot travel yet, no one forbids me to look at the photos of my travels, relive the impressions I experienced that time and hope to be able to travel again soon.

The journey on which my memory has focused now is the short trip we took to Legnano for 1 of May 2019. I hadn't had time to talk to you about that trip or maybe I had just shared a few photos on social media but now, finally the time has come to talk to you about that moment. Legnano is a city located in the upper Milan area, with ancient origins dating back to the first millennium BC that boasts a history so famous that it is mentioned in the Italian national anthem. However, today I will not talk about its history and its monuments as I have only seen them in passing but I will tell you about moments of relaxation, clean air, the joyful reflection of the water when it was kissed by the sun's rays and sinuous and elegant movements of birds that have chosen these surfaces as shelter. In a few words I will tell you about the beauty of the Castello Park, the most emblematic and fascinating park in the city as it is located along the Olona river, at the foot of the Visconteo castle. In a few words I will tell you about the beauty of the Castello Park, the most emblematic and fascinating park in the city as it is located along the Olona river, at the foot of the Visconteo castle. The park was founded in the 1970s with the aim of reforesting an area previously exploited at the agricultural and industrial level and is one of the first examples of urban forest and for this reason it is also known as the local park of the Legnano wood. As soon as we stepped in, we immediately felt the coolness that the large crowns of alders, hawthorns, mulberries, ash trees, willows and plane trees give their visitors. I don't remember now a more fulfilling and relaxing moment than that time when I sat there with my back leaning against the trunk of a plane tree to read a few pages of a book while the laughter of the children who were playing mingled with the singing of birds in the most cheerful melody that there can be in the world. This urban wood is populated by turtles, hedgehogs and American red squirrels who watch curiously at the two footed invaders and hide quickly as soon as they hint to a slightest approach.

Since 1981, a wetland area of about half a hectare was also created, fed by groundwater which has become the characterizing element of this park. The streams, lakes, oxbow lakes and marshes of this wood are populated by various species of fish and water birds. Perhaps it is not so easy to spot pikes or carps but surely our eyes will be delighted by the many wild ocas, moorhens, mallards, pochards, turkish fistioni, shelduck, ferruginous duck and herons. At a more detailed and attentive look, kingfishers can also be identified as they catch their prey on the fly, but it will be almost impossible to immortalize them while doing it.

If the promise of clean air and the visual spectacle guaranteed by the many species I have just mentioned were not enough to convince you to add this park to your list of future tourist destinations, I would like to inform you that the park also has a bar, a green bowling area, half-pipes, skating rink, and internal paths paved with concrete to walk in complete tranquility. A time point has also been installed for jogging enthusiasts to monitor their workouts.













Non potevamo visitare il parco senza fare una breve incursione e vedere il Castello Visconteo o Castello San Giorgio, una fortificazione medioevale risalente al XIII secolo con la funzione di difesa del contado milanese. Inizialmente il castello nacque come antico convento di Regolari Agostiniani dedicato appunto a San Giorgio ma fu poi subito conquistato e durante la sua storia vide tantissime battaglie e diverse famiglie nobiliari come padroni. Non andrò a elencarle tutte ma credo che sia dovuto menzionare i Della Torre che furono i primi ad occupare il castello, i Visconti che lo possederono dal 1277 fino al 1437 quando Filippo Maria Visconti lo diede in dono a Oldrado II, suo consigliere e valoroso guerriero che aveva sconfitto Gabrino Fondulo, feudatario di cremona, consegnando tutte le sue proprietà alla famiglia Visconti. Con Oldrado II inizia l’epoca dei Lampugnani, epoca di battaglie e conflitti e successivamente nel 1798, il castello viene acquistato dai Cornaggia e spogliato dai suoi più preziosi artefatti. Nel 1963 il comune di Legnano acquista il castello dagli eredi dei Cornaggia dopo che questo era stato abbandonato per destinarlo a manifestazioni culturale. All’interno del castello si possono ancora ammirare diversi manufatti, gioielli e opere d’arte, testimonianze delle glorie dei loro proprietari.


ENGLISH

We could not visit the park without making a short stop to see the Visconteo Castle or San Giorgio Castel, a medieval fortification dating back to the thirteenth century with the function of defense of the Milano countryside. Initially the castle was born as an ancient convent of Augustinian Regulars dedicated to St. George but was then immediately conquered and during its history it saw many battles and several noble families as masters. I will not go to list them all but I think it is necessary to mention the Della Torre who were the first to occupy the castle, the Visconti who owned it from 1277 until 1437 when Filippo Maria Visconti gave it as a gift to Oldrado II, his adviser and brave warrior who had defeated Gabrino Fondulo, a feudal lord of Cremona, handing over all his properties to the Visconti family. With Oldrado II begins the era of the Lampugnani, a time of battles and conflicts and later in 1798, the castle was bought by the Cornaggia family and stripped of its most precious artifacts. In 1963 the municipality of Legnano bought the castle from the heirs of the Cornaggia family after it had been abandoned, in order to be used for cultural events. Inside the castle, you can still admire various artifacts, jewels and works of art, evidence of the glories of their owners.










Dato che una simile passeggiata mete fame, abbiamo scelto di pranzare in un locale emblema della città, il Birrificio di Legnano, dove abbiamo degustato dei fantastici burger e abbiamo bevuto la miglior birra alla spina mai provata. Se doveste trovarvi in zona, consigliamo una breve sosta.


ENGLISH

Since such a walk makes you hungry, we chose to have lunch in a local emblem of the city, the Legnano Brewery, where we tasted some fantastic burgers and drank the best draft beer ever tried. If you find yourself in the area, we recommend a short stop.



Spero che il mio post vi sia piaciuto e vi abbia convinto di aggiungerlo alle prossime mete da visitare una volta superata la pandemia. Con la speranza di vedere tempi migliori, vi abbraccio e vi saluto!


 ENGLISH

I hope you enjoyed my post and convinced you to add it to the next destinations to visit once the pandemic is over. With the hope of seeing better times, I embrace you and greet you!

 

Bibliografia / Bibliography:

https://www.comune.legnano.mi.it/?channel=pagine&mode=view&idmenu=2&id=8

https://www.comune.legnano.mi.it/?channel=pagine&mode=view&idmenu=2&id=11

https://it.wikipedia.org/wiki/Parco_locale_del_bosco_di_Legnano

https://it.wikipedia.org/wiki/Castello_Visconteo_(Legnano)

consultati il / last consulted on - 04.01.21



Premesse/ Premises

IT: Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, vi chiedo cortesemente di menzionare la fonte.

ENG: This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.