Blog Archive

Tuesday, March 30, 2021

Solo Cose Belle - marzo 2021 / Only beautiful things - March 2021

ITA: Carissimi lettori,

Ho faticato molto a fare questo post perché di cose belle, che mi avessero rallegrato la giornata e di cui parlare non ce n'erano tante. Brevemente vi spiego solo che una risonanza fatta alla fine di febbraio aveva evidenziato alcune problematiche relative alla mia patologia, in quel periodo stavo ancora bene, i sintomi ed i problemi sono comparsi dopo la metà di marzo diciamo. In questo momento sto eseguendo una terapia infusionale che per il momento mi da un po' di sollievo. Non vorrei più parlare di queste cose spiacevoli, magari ci dedicherò un post informativo più avanti però per coloro che non mi stanno seguendo sui social, condivido con voi alcune foto dei momenti salienti e piacevoli di questo mese. Abbiamo festeggiato 8 marzo e insieme alla festa della donna abbiamo festeggiato anche un'altra festa popolare rumena che s'intitola 44 calici e si celebra il giorno successivo e la bottiglia di champagne Moët serviva proprio per questo. Poi c'è stato anche il mio compleanno il 21 marzo e nonostante stessi già male, ho fatto di tutto per cambiare cera per cosi dire. Un grande aiuto in questo senso è stato dovuto anche al fatto che sono stata coccolata, mi hanno ordinato una torta e abbiamo ordinato anche il pranzo perché anche se per me è stato il secondo compleanno in zona rossa, a casa e senza amici, almeno i ristoranti erano aperti e mi sono risparmiata la fatica di prepararlo (non che sarei stata in grado di farlo). Diciamo che è stato un bel compleanno, ho ricevuto tanti regali, alcuni sono stati delle vere sorprese e abbiamo passato dei momenti di relativa serenità e calma.

 

ENG: Dear readers,

I struggled a lot to make this post because there weren't so many beautiful things to brighten my day this month and I had not much to talk about. Briefly I will only explain that an MRI made at the end of February had highlighted some problems related to my pathology, at that time I was still fine, the symptoms and problems appeared after the middle of March, approximately. Right now I'm undergoing infusion therapy which for the moment gives me some relief. I would no longer want to talk about these unpleasant things, maybe I will dedicate an informative post to them later but for those who are not following me on social media, I share with you some photos of the highlights and pleasant moments of this month. We celebrated 8 March and together with Women's Day we also celebrated another Romanian folk festivity which is called 44 glasses that was due for the next day and the Moët champagne bottle served this reason. Then there was also my birthday on March 21 and although I was already sick, I did everything to change my appearance so to speak. A great help in this regard was also due to the fact that I was pampered, they ordered me a cake and we also ordered lunch because even if for me it was the second birthday in the red zone, at home and without friends, at least the restaurants were open and I saved myself the trouble of preparing it (not that I would have been able to). Let's say it was a nice birthday, I received many gifts, some were real surprises and we spent moments of relative serenity and calm.

8/9 Marzo - March 8th/9th


Il mio compleanno / My birthday


ITA: Non ero convinta di fare questo post perché comunque le foto di questi momenti sono state condivise anche sui social, ma la cosa che mi ha determinato veramente di scrivere questo post è stata la trovata di un video su YouTube. Credo che vi ricordiate che sono una grande fan e follower dei Masaka Kids Africana e in un altro post relativo sempre alle cose belle, ho condiviso con voi la gioia che quei ragazzi in una situazione estremamente svantaggiata sprigionavano. La loro gioia per la vita mi aveva commosso moltissimo e se non vi ricordate quel post, lo potete rileggere QUI. Stavolta la cosa che mi ha impressionato moltissimo è stato vedere quanto sia migliorata la situazione di questi bravi ragazzi grazie alle donazioni. Nel video che condivido adesso con voi potete vedere edifici integri, adeguati ad alloggiare in sicurezza bambini e adulti e si possono vedere questi bambini vestiti in modo decente, con abiti giusti per la loro taglia, colorati e puliti che fanno risalire ancora di più la loro vivacità e gioia di vivere. Non so se avete l'abitudine di fare donazioni ma credo che vedere come una somma modica per noi possa migliorare a addirittura stravolgere del tutto la situazione deplorevole di alcuni individui meno fortunati di noi, possa farci commuovere a tal punto da invogliarci a rinunciare magari a prendere il caffè per una settimana. E anche se in questo momento non ce lo possiamo permettere per diversi motivi, credo che ricordare simili momenti per attivarci in un momento più auspicabile, gioverebbe molto al nostro karma.

ENG: I was not convinced to make this post because the photos of these moments were also shared on social media, but the thing that really determined me to write this post was the discovery of a video on YouTube. I think you remember that I am a huge fan and follower of Masaka Kids Africana and in another post related to beautiful things, I shared with you the joy that those kids in an extremely disadvantaged situation gave off. Their joy for life moved me a lot and if you don't remember that post, you can read it HERE. This time the thing that impressed me a lot was seeing how much the situation of these good guys has improved thanks to donations. In the video that I am sharing with you now, you can see intact buildings, adequate to safely house children and adults and you can see these children decently dressed, with clothes right for their size, colorful and clean that make theirs liveliness and joie de vivre emerge even more. I do not know if you are in the habit of making donations but I believe that seeing how a modest sum from us can improve and even twist the deplorable situation of some individuals less fortunate than us, could make us move to such an extent to entice us to give up coffee for a week for example. And even though we shouldn't afford it right now for several reasons, I believe that remembering such moments, in order to activate ourselves at a more desirable time, would greatly benefit our karma.


ITA: Io vi lascio qui, vi ringrazio per la vostra attenzione e vi ricordo che con questo post partecipo all'iniziativa Solo Cose Belle di Fioredicollina.

ENG: I leave you here, thank you for your attention and I remind you that with this post I participate in the Fioredicollina Solo Cose Belle initiative.



#solocosebelle #onlybeautifulthings #doarlucrurifrumoase


Disclaimer e premesse / Disclaimer and premises

IT: Questo post non ha scopi commerciali e non incoraggia vendite, denominazioni, immagini ed eventuali link presenti sono solo a scopo informativo. Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, chiedo cortesemente di menzionare la fonte.

ENG: This post has no commercial purposes and does not encourage sales, names, pictures and eventual links are present only for an informative purpose. This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.




Wednesday, March 24, 2021

Gustosissima Bruschetta Grill / Delicious Grill Bruschetta / Bruschetta la grătar delicioasă


 

Ciao carissimi lettori,

Oggi ritorno finalmente con una ricetta culinaria e non vedo l’ora di condividere con voi uno stuzzichino che ha reso molto contenti i membri della mia famiglia. Io amo molto le frattaglie ma a mio marito non piacciono molto, però visto che adora tutto quello che è grigliato, ho escogitato un modo di cucinare il fegato per farglielo piacere. Cosi è nata la ricetta bruschette aromatizzate con fegato di maiale grigliato e verdure.

Ingredienti: 500 gr fegato di maiale, 1 bella pagnotta, 1 melanzana de dimensioni medie, 1 zucchina, uno spicchio d’aglio, sale grosso, olio d’oliva extra-vergine

Preparazione: Riscaldare la grigliera e adagiare il pezzo di fegato intero. Girarlo su ogni lato finche cambia colore e comincia di diventare biancastro. Quando ha cambiato colore bisogna tirarlo via dalla padella, affettarlo o tagliarlo in pezzi delle dimensioni desiderate. Rimettere ancora sulla griglia il fegato spezzettato con un filo di sale grosso e grigliare bene la carne. Mentre la carne cuoce, tagliare la melanzana e la zucchina a cubetti senza eliminare la buccia. Riscaldare una padella antiaderente con un filo d’olio di oliva e far rosolare le verdure. Tagliare la pagnotta a fette, scegliendo quelle più belle da mettere ad abbrustolire in una padella o nel toast. Realizzare a parte una salsa con olio extravergine e l’aglio schiacciato e spalmare questa salsa sulle fette di pane abbrustolite. Adagiare poi i pezzettini di fegato grigliato, la verdura cotta cospargendo tutto con un po’ di sale. Servire la bruschetta con un bicchiere di vino rosso fermo o una birretta ghiacciata. Buon appetito!

 

ENGLISH

Hello dear readers,

Today I finally return with a culinary recipe and I can't wait to share with you a snack that made my family members very happy. I love offals very much but my husband doesn't like them much, and since he loves everything that is grilled, I have devised a way to cook the liver to please him. This is how the bruschetta recipe flavored with grilled pork liver and vegetables was born.

Ingredients: 500 g pork liver, 1 nice big loaf, 1 medium-sized eggplant, 1 courgette, a clove of garlic, coarse salt, extra-virgin olive oil

Preparation: Heat the grill and place the piece of whole liver. Turn it on each side until it changes color and begins to turn whitish. When it has changed color you have to take it out of the pan, slice it or cut it into pieces of the desired size. Put the chopped liver back on the grill again with a drizzle of coarse salt and grill the meat well. While the meat is cooking, cut the aubergine and courgette into cubes without removing the skin. Heat a non-stick pan with a drizzle of olive oil and brown the vegetables. Cut the loaf into slices, choosing the most beautiful ones to put to roast in a pan or on toast. Separately make a sauce with extra virgin olive oil and crushed garlic and spread this sauce on the toasted slices of bread. Then place the pieces of grilled liver and the cooked vegetables sprinkling everything with a little salt. Serve the bruschetta with a glass of still red wine or an ice cold beer. Enjoy your meal!

 

ROMANA

Salutare dragi cititori,

Astăzi revin în sfârșit cu o rețetă culinară și abia aștept să împărtășesc cu voi o gustare care i-a bucurat pe membrii familiei mele. Îmi plac foarte mult organele, dar soțului meu nu îi prea plac, si din moment ce iubește tot ce este la grătar, am conceput o modalitate de a găti ficatul pentru a-i face plăcere. Așa s-a născut rețeta de bruschetta aromată cu ficat de porc la grătar și zarzavaturi.

Ingrediente: 500 g ficat de porc, 1 pâine rotunda frumoasă, 1 vineta de dimensiuni medii, 1 dovlecel, un cățel de usturoi, sare grosieră, ulei de măsline extravirgin

Mod de preparare: Încălziți grătarul și așezați bucata de ficat întreg. Întoarceți-l pe fiecare parte până când își schimbă culoarea și începe să devină albicios. Când și-a schimbat culoarea, trebuie să il scoateți din tigaie, să il feliați sau să il tăiați în bucăți de dimensiunea dorită. Puneți din nou ficatul tocat pe grătar cu un fir de sare grosieră și gatiti bine carnea. În timp ce se gătește carnea, tăiați vinetele și dovlecelul în cuburi, fără a îndepărta coaja. Încălziți o tigaie antiaderentă cu un strop de ulei de măsline și rumeniți zarzavaturile. Tăiați pâinea în felii, alegându-le pe cele mai frumoase pe care să le puneți la rumenit într-o tavă sau la prajitorul de paine. Se prepară separat un sos cu ulei de măsline extravirgin și usturoi zdrobit și se întinde acest sos pe feliile de pâine prăjite. Apoi puneți bucățile de ficat la grătar și zarzavaturile gatite asezonand totul cu puțină sare. Serviți bruschetta cu un pahar de vin roșu sau o bere rece ca gheața. Pofta buna!


















Premesse/ Premises

IT: Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, vi chiedo cortesemente di menzionare la fonte.

ENG: This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.


Wednesday, March 17, 2021

Aprile spezzato di Ismail Kadare - recensione letteraria - Broken April by Ismail Kadare - book review



Ciao carissimi lettori,

Oggi vi vorrei parlare di un libro insolito, un libro che mi ha sorpreso piacevolmente con il suo filo narrativo e con la capacità straordinaria dell’autore di integrare e descrivere un concetto poco conosciuto. Il libro è Aprile spezzato dello scrittore albanese Ismail Kadare e l’argomento principale di questo libro è il Kanun, cioè il più importante codice di diritto consuetudinario albanese, codice che regolava la vita degli albanesi nelle zone montuose prima dell’avvento del comunismo. L’autore descrive maestosamente i diversi concetti del Kanun attraverso i suoi personaggi, soffermandosi ad analizzare gli aspetti positivi nonché negativi attraverso le azioni compiute dai personaggi e attraverso i loro discorsi. I personaggi principali sono Gjorg Berisha, un giovane montanaro, tenuto a riscattare il sangue del fratello Mehill e quindi attore primordiale nella faida, il padre di Gjorg che in questa storia ha il ruolo di padrone del sangue e guardiano del Kanun nella famiglia Berisha, Besian Vorpsi, uno scrittore e appassionato conoscitore delle leggi del Kanun che decide di regalare a sua sposa un viaggio fra le montagne dell’Albania e condividere con lei tutte le sue conoscenze su queste antiche tradizioni durante il viaggio di nozze e Diana Vorpsi, la sposa, la moglie di Besian, una donna bella come una fata, con occhi chiari e capelli castani o nocciola che durante questo viaggio scopre un amore inaspettato. Non potrei tralasciare di menzionare Mark Ukaçjerra, l’intendente del sangue, cioè colui che incassa l’imposta del sangue, un’imposta che ogni gjakes (assassino riscattatore del sangue) deve al principe e alla kulla di Orosh.

Ogni personaggio ha il suo ruolo nel raccontare il kanun e grazie ad ognuno di loro conosciamo e comprendiamo un lato nuovo del kanun. La bellezza della narrazione di Kadare sta proprio nel fatto che racconta un aspetto da diversi punti di vista e permette di guardare una cosa da più prospettive e decidere in autonomia che opinione farsi e se trovare giusto o sbagliato un elemento. Grazie a Gjorg, abbiamo un’immagine molto ampia riguardate i concetti di faida, antica lotta fra le famiglie che nei casi in cui è stato versato sangue, questo va riscattato, la besa, cioè la tregua di 24 ore e di un mese che la famiglia del morto offre a colui che l’ha ucciso prima di cacciarlo, il rispetto che ogni gjakes deve alla sua vittima e quindi avvisare prima di sparare e girare il morto sulla schiena appoggiandoli accanto il fucile e le punizioni previste per coloro che trasgrediscono la besa oppure il kanun. Questa parte mi ha fatto comprendere meglio quanto fosse unita la famiglia albanese in quanto la famiglia è la prima che punisce il trasgressore e molto spesso subisce insieme a lui le punizioni più severe nei casi i cui le trasgressioni sono molto gravi. Ho scoperto grazie a questo libro e ai suoi personaggi che il kanun non si limita a regolare solo il discorso faide ma copre tutti gli aspetti della sua società. Gjorg e Besian descrivono molto bene il modo in cui questo antico codice trattava le tematiche del matrimonio, dei figli, della proprietà, dei funerali, il ruolo della donna nella famiglia o dell’ospite in una casa. Confesso che scoprire certe cose mi ha sorpreso come mi ha sorpreso molto anche scoprire che nei casi in cui le persone non riescono ad arrivare ad accordi, si rivolgono agli anziani e a dei mediatori che in questi casi emettono delle vere e proprie sentenze. Per quanto riguarda il ruolo di una donna nella cultura albanese del secolo scorso, qui abbiamo a che fare con un vero e proprio scisma. Mentre nella società cittadina, le donne avevano più o meno lo stesso ruolo che in qualsiasi altro paese civilizzato europeo/occidentale all’inizio del ‘900, nell’altopiano albanese e nelle società montanare le donne ricoprivano dei ruoli marginali. Nell’ultima situazione le donne non avevano ruoli decisionali, le loro opinioni cominciavano ad essere prese in considerazione solo dopo aver passato una certa età, non partecipavano alle faide e non avevano parola in merito ai riscatti o ai figli che regalavano a queste tradizioni. Ho trovato memorabile il discorso interiore che Mark Ukaçjerra fa sulla tema donne. Per lui le donne sono delle streghe che non possono stare nella stessa stanza insieme agli uomini e soprattutto le donne che arrivavano dalla città, “donne agghindate”, che viaggiavano in carrozze oscillanti e vivevano senza onore perché venivano accompagnate e servite da uomini che di uomini avevano solo il nome. È interessante notare anche come Mark accosta il concetto di femminilità alle terre coltivate. Per lui le terre coltivate e quindi terre delle famiglie che devono riscattare il sangue perché qualcuno nella loro famiglia è stato ucciso, hanno qualcosa di vergognoso perché la loro morbidezza da femmina faceva schifo mentre le terre incolte e quindi terre degli gjakes che devono sangue, terre deserte, aride, coperte da erbacce, simili alla barba di un uomo, lo commuovevano. Ecco perché l’apparizione di Diana in questo paesaggio è simile ad un cataclisma. Come personaggio non contribuisce molto a farci scoprire il kanun in quanto lei stessa ne è ignara ma le sue domande e le opinioni espresse ci fanno guardare questo codice anche da un altro punto di vista, cioè quello della logica, della razionalità aggiungendo anche la componente affettiva che una società maschile aveva vietato. La sua presenza sconvolge tutti, soprattutto il montanaro che l’ha incontrata e l’ha intravista solo per qualche secondo dopo aver saldato l’imposta di sangue e contribuisce dunque a velocizzare un finale già prevedibile ormai.

Ho trovato magnifiche le descrizioni delle case fortificate dell’altopiano albanese, le kulle, veri e propri nidi dove le famiglie tramandano le loro tradizioni e si prendono cura che ognuno faccia la sua parte. Sopra tutti questi nidi si erge imponente la kulla di Orosh al pari di un castello principesco in quanto i loro abitanti sono i principi di queste genti. Un altro elemento sui cui vorrei soffermarmi per analizzarlo e cogliere le diverse sfumature è il modo in cui i giovani gjakes percepiscono e guardano la morte. Di fronte alle domande che riguardano il momento in cui ha commesso l’omicidio, Gjorg si ritrova ad analizzare quel momento come la sua unica proprietà al mondo. Non potrà avere una famiglia o costruire una casa in quanto dopo l’omicidio il suo destino è segnato, dovrà fuggire, nascondersi in una torre di clausura o morire quindi l’unica cosa che ha costruito nella sua vita, è stata la morte. La riflessione finale degli gjakes è che il kanun li costringe praticamente a suicidarsi, a stabilire una data approssimativa per la loro morte e annunciarla a tutti attraverso la benda nera che devono indossare sul braccio. Il titolo aprile spezzato si riferisce alle vite spezzate, si potrebbe chiamare marzo, giugno oppure ottobre spezzato come le vite di tutti gli uomini che partecipano ad una faida di sangue e che vedono spezzarsi gli anni, i mesi e i giorni delle loro vite nel momento in cui premono il grilletto.

In sintesi, questo romanzo offre uno sguardo su un tempo passato, su abitudini e tradizioni che hanno contribuito a formare un popolo, una storia. Con questo romanzo lo scrittore, Ismail Kadare si è guadagnato un posto nell’élite della società letteraria europea.


 


ENGLISH

Hello dear readers,

Today I would like to talk to you about an unusual book, a book that pleasantly surprised me with its narrative thread and with the author's extraordinary ability to integrate and describe a little known concept. The book is Broken April by the Albanian writer Ismail Kadare and the main topic of this book is the Kanun, that is the most important code of Albanian customary law, a code that regulated the life of Albanians in the mountainous areas before the advent of communism. The author majestically describes the different concepts of the Kanun through his characters, pausing to analyze the positive and negative aspects through the actions performed by the characters and through their dialogues. The main characters are Gjorg Berisha, a young mountaineer, required to redeem the blood of his brother Mehill and therefore a primordial actor in the feud, the father of Gjorg who in this story has the role of master of the blood and guardian of the Kanun in the Berisha family, Besian Vorpsi, a writer and passionate connoisseur of the laws of Kanun who decides to give his bride a trip to the mountains of Albania and share with her all his knowledge about these ancient traditions during the honeymoon and Diana Vorpsi, the bride, Besian's wife, a woman as beautiful as a fairy, with light eyes and brown or hazel hair who discovers an unexpected love during this journey. I could not fail to mention Mark Ukaçjerra, the steward of blood, that is, the one who collects the blood tax, a tax that every gjakes (blood ransom killer) owes to the prince and the kulla of Orosh.

Each character has its role in telling the kanun and thanks to each of them we know and understand a new side of the kanun. The beauty of Kadare's narrative lies precisely in the fact that it tells an aspect from different points of view and allows you to look at something from multiple perspectives and decide independently what opinion to make and whether to find an element right or wrong. Thanks to Gjorg, we have a very broad image regarding the concepts of feud, an ancient fight between families that in cases where blood has been shed, this must be redeemed, the besa, that is the truce of 24 hours and one month that the family of the dead man offers to the one who killed him before hunting him, the respect that every gjakes owes to his victim and therefore warn before shooting and turn the dead man on his back by placing the gun next to him and the punishments provided for those who transgress the besa or the kanun. This part made me understand better how united the Albanian family was as the family is the first to punishes the transgressor and very often undergoes the most severe punishments with him in cases where the transgressions are very serious. I discovered thanks to this book and its characters that the kanun doesn't just regulate feuding but covers all aspects of its society. Gjorg and Besian describe very well the way in which this ancient code dealt with the issues of marriage, children, property, funerals, the role of the woman in the family or the guest in a home. I confess that discovering certain things surprised me as I was also very surprised to discover that in cases where people failed to reach agreements, they turned to the elderly and mediators who in these cases issued real sentences. As for the role of a woman in the Albanian culture of the last century, here we are dealing with a real schism. While in urban society, women had more or less the same role as in any other European / Western civilized country at the beginning of the 1900s, in the Albanian plateau and in mountain societies, women held marginal roles. In the latter case, women did not have decision-making roles, their opinions began to be taken into consideration only after a certain age, they did not participate in the feuds and had no word about the ransoms or the children they gave to these traditions. I found Mark Ukaçjerra's inner speech on the subject of women memorable. For him, women are witches who cannot stay in the same room with men and especially women who arrived from the city, "dressed up women", who traveled in swinging carriages and lived without honor because they were accompanied and served by men that were men only by name. It is also interesting to note how Mark approaches the concept of femininity with cultivated lands. For him the cultivated lands and therefore the lands of the families who have to redeem the blood because someone in their family was killed, have something shameful because their feminine softness was despicable while the uncultivated lands and therefore lands of the gjakes that owe blood, lands deserted, arid, weedy, like a man's beard, those lands moved him. This is why Diana's appearance in this landscape is similar to a cataclysm. As a character it does not contribute much to make us discover the kanun as she herself is unaware of it but her questions and the opinions expressed make us look at this code also from another point of view, that is that of logic, of rationality, also adding the affective component that a male society had banned. Her presence shocks everyone, especially the mountaineer who met her and glimpsed her only for a few seconds after having paid the blood tax and thus contributes to speeding up an already predictable ending.I found magnificent the descriptions of the fortified houses of the Albanian plateau, the kulle, real nests where families pass down their traditions and take care that everyone does their part. Above all these nests stands the kulla of Orosh imposing like a princely castle as their inhabitants are the princes of these people. Another element I would like to focus on to analyze it and grasp the different nuances is the way in which young gjakes perceive and see death. Faced with the questions surrounding the moment he committed the murder, Gjorg finds himself analyzing that moment as his only property in the world. He will not be able to have a family or build a house because after the murder his fate is sealed, he will have to flee, hide in a cloistered tower or die so the only thing he built in his life was death. The final reflection of the gjakes is that the kanun practically forces them to commit suicide, set an approximate date for their death and announce it to everyone through the black bandage they must wear on their arm. The title, Broken April, refers to the broken lives, it could be called Broken March, June or October like the lives of all the men who participate in a blood feud and who see the years, months and days of their life shattered in the moment they pull the trigger.

In summary, this novel offers a glimpse of a past time, of habits and traditions that have contributed to forming a people, a history. With this novel the writer, Ismail Kadare has earned a place among the elite of European literary society.







Disclaimer e premesse / Disclaimer and premises

IT: Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Le immagini ritraggono un prodotto acquistato regolarmente che ho valutato in quanto consumatore e lettore. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, vi chiedo cortesemente di menzionare la fonte.

ENG: This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. The images depict a regularly purchased product that I have evaluated as a consumer and reader. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.


Wednesday, March 10, 2021

Tonico Fiori Rari L'Oréal - recensione consumatore / L'Oréal Rare Flowers Toner - consumer review

 


Ciao carissimi lettori,

Oggi torno da voi con una recensione di un prodotto che uso con soddisfazione da anni e che continuerò ad acquistare e usare. È un prodotto che mi piace moltissimo sia per i risultati che ha sulla mia pelle sia per il rapporto qualità/prezzo. Il prodotto in questione è il Tonico Fiori Rari equilibrante Rosa & Loto del noto marchio L’Oréal Paris.

Informazioni dal produttore: Grazie agli estratti di loto e rosa, questo tonico rinfresca, rivitalizza ed elimina le ultime impurità del trucco per una pelle più pulita, più morbida, più liscia e più bella. La sensazione di freschezza intensa rivitalizza le pelli normali e miste.

Consiglio d’uso: Il tonico va applicato con un dischetto di cottone su tutto il viso, evitando la zona contorno occhi, due volte al giorno, mattino e sera.

Packaging: Confezione trasparente in plastica con tappo flip top contenente 400 ml di prodotto liquido.

Profumo: Piacevole, fresco e delicato profumo fiorito.

Prezzo: da 4 a 12 € in base a sconti e promozioni

P.A.: 12 M

INCI


Reperibilità: profumerie, internet, Amazon, negozi di igiene e cura della persona

Valutazione personale: Uso da diversi anni questo prodotto perché rinfresca, tonifica e riequilibra la mia pelle. Dopo aver usato questo tonico il mio incarnato è più luminoso e levigato. Il profumo rimane a lungo sulla pelle come una coccola piacevole dei sensi. Oltre ad essere molto soddisfatta del risultato, ho continuato e continuerò ad acquistare questo prodotto per il rapporto qualità/prezzo. Una confezione di 400 ml mi basta per un anno e l’ho sempre acquistato durante gli sconti per il prezzo che si paga normalmente un tonico normale di 200 ml. La lista degli ingredienti è abbastanza buona però preferirei che contenessi più ingredienti naturali.

PRO: conveniente, rinfrescante, illumina e leviga la pelle, adatto per pelli normali e miste

CONTRO: contiene PEG, profumo ed altre sostanze chimiche

Conclusione: Consiglio questo prodotto per coloro che cercano un tonico riequilibrante e rivitalizzante ad un prezzo avvantaggioso.



ENGLISH


Hello dear readers,

Today I am here for you with a review of a product that I have been using with satisfaction for years and that I will continue to buy and use. It is a product that I like very much both for the results it has on my skin and for the quality / price ratio. The product in question is the Rose & Lotus Balancing Rare Flowers Toner from the well-known brand L’Oréal Paris.

Information from the manufacturer: Due to extracts of lotus and rose, this toner refreshes, revitalizes and eliminates the last impurities of makeup for a cleaner, softer, smoother and more beautiful skin. The sensation of intense freshness revitalizes normal and combination skin.

Advice for use: The tonic should be applied with a cotton pad all over the face, avoiding the eye area, twice a day, morning and evening.

Packaging: Transparent plastic package with flip top cap containing 400 ml of liquid product.

Scent: Pleasant, fresh and delicate flowery perfume.

Price: from 4 to 12 € based on discounts and promotions

P.A (product availability): 12 months

INCI


Availability: perfumeries, internet, Amazon, hygiene and personal care shops

Personal evaluation: I have been using this product for several years because it refreshes, tones and balances my skin. After using this toner, my complexion is brighter and smoother. The perfume remains on the skin for a long time as a pleasant pampering of the senses. In addition to being very satisfied with the result, I have continued and will continue to purchase this product for the quality / price ratio. A 400 ml bottle is enough for me for a year and I have always bought it during the discounts for the price you normally pay for a normal 200 ml toner. The ingredients list is pretty good but I would prefer it to contain more natural ingredients.

PROS: convenient, refreshing, brightens and smoothes the skin, suitable for normal and combination skin

CONS: Contains PEG, perfume and other chemicals

Conclusion: I recommend this product for those looking for a rebalancing and revitalizing toner at an advantageous price.






Disclaimer e premesse / Disclaimer and premises

IT: Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Le immagini ritraggono un prodotto acquistato regolarmente che ho valutato in quanto consumatore. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, vi chiedo cortesemente di menzionare la fonte.

ENG: This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. The images depict a regularly purchased product that I have evaluated as a consumer. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.


Monday, March 8, 2021

8 Marzo - Auguri a tutte le donne e auguri al mio blog / March 8th - Happy Internation Women's Day and Happy birthday to my blog



Ciao carissimi,

Credo che vi siete già abituati ai miei post con l'occasione della festa della Donna e sapete già che in questa occasione festeggio anche l'anniversario del mio blog Femeie Astazi / Donna Oggi / Woman Today. Confesso che la scelta di aprire un blog nel giorno in cui si festeggia la Festa della Donna è stata una scelta voluta e pensata a lungo. Che altro giorno migliore di questo per aprire un blog che parla di donne, delle loro passioni, bisogni e desideri? 

Quindi io oggi auguro a tutte le donne del mondo, ma soprattutto alle donne che leggono il mio blog, tanta forza, coraggio e perseveranza per ottenere tutto quello che desiderano e raggiungere i loro obiettivi! Anche se vi doveste trovare mille ostacoli davanti, io auguro a voi di trovare la forza per sconfiggerli ogni giorno, ogni momento. Vi auguro anche tanta forza e coraggio e per godervi tutte le belle cose che la vita vi offre perché lo so, a volte tanta gioia e felicità ci fa sentire in colpa, in colpa con quelli che sono infelici e combattono ancora, in colpa con noi stesse e con il nostro desiderio di godere ed è proprio questa la battaglia più grande che dobbiamo combattere, la battaglia con noi stesse. Auguri a voi donne, che voi possiate essere felici e senza rimpianti!




ENGLISH

Hello my dearest,

I think you are already accustomed to my posts with the occasion of Women's Day and you already know that on this occasion I also celebrate the anniversary of my blog Femeie Astazi / Donna Oggi / Woman Today. I confess that the choice to open a blog on the day in which Women's Day is celebrated was a deliberated and well thought choice. What better day than this to start a blog that talks about women, their passions, needs and desires?

So today I wish all women in the world, but especially women who read my blog, a lot of strength, courage and perseverance to get everything they want and achieve their goals! Even if you are faced with a thousand obstacles in front of you, I wish you to find the strength to defeat them every day, every moment. I also wish you much strength and courage and to enjoy all the good things that life offers you because I know, sometimes so much joy and happiness makes us feel guilty, guilty with those who are unhappy and still fighting, guilty with ourselves and with our desire to enjoy and this is the greatest battle we have to fight, the battle with ourselves. Best wishes to you women, may you be happy and without regrets!












Premesse/ Premises

IT: Questo post è di mia completa creazione per quanto riguarda contenuti, foto e idee espresse. Prima di usare qualsiasi parte di questo post siete pregati di contattarmi e nel caso vi abbia ispirato per altre creazioni, vi chiedo cortesemente di menzionare la fonte.

ENG: This post is of my entire creation as for contents, photos and expressed ideas. Before using any part of it, you need to contact me and in case it inspired you for other creations, I gently ask you to mention the source.